Baklava

baklava slicedIl Baklava non è molto complicato da preparare, è un dolce piccolo, veloce e perfetto per le occasioni speciali.

Baklava è un dolce mediterraneo ed è per questo che contiene noci, pistacchi, pinoli, mandorle. Questo dessert dolce risale’8 ° secolo PC. Questo dolce era permesso solo ai ricchi, la parola “fillo” prende il nome dalla parola greca “foglia” .non siamo sicuri che questo dolce sia effettivamente greco perché si trovano tracce anche in Estremo Oriente.

baklava sliced

Baklava è una vera delizia e una volta che lo avete presentato sul tavolo, non aspettatevi che rimanga lì per molto tempo.

Ingredienti per 8-12 perzione di Baklava:

  • 250 gr di noci miste tagliate grossolanamente.
  • 185 gr di zucchero di canna
  • 3 cucchiaini di acqua di rose
  • ½ cucchiaino di cannella in polvere
  • 20 – 30 foglie di pasta filo
  • 250 ml di olio di semi di girasole
  • 60 ml di miele che cola

baklava

  1. In una ciotola mescolare 60 ml di olio con la frutta secca tritata grossolanamente, la cannella e lo zucchero, mescolare bene.
  2. Scaldare il resto dell’olio e preriscaldare il forno a 425F / 220C.
  3. Scegli una pirofila che è la stessa o di simile dimensione ai fogli di pasta filo e spazzolare il fondo della pirofila con un po’ di olio.
  4. Spennellare un foglio di pasta fillo con olio e sistemarlo sul fondo della pirofila.
  5. Continuare a spazzolare un totale di 10 fogli di fillo su entrambi i lati con l’olio, e continua con gli strati nella pirofila.
  6. Stendere l’impasto delle noci sulla pasta nella pirofila e livellarlo, quindi continuare a spennellare l’olio sui fogli di pasta fillo per altri 10 fogli e posizionarli.
  7. Tagliate il baklava in porzioni, come se si dovesse servire, copri la teglia con carta d’alluminio poi metterlo nel centro del forno per 15 a 20 minuti.
  8. Rimuovere la pellicola e continuare la cottura per altri 5 minuti fino a doratura.
  9. Mescolate il miele e acqua di rose insieme.
  10. Quando il baklava è pronto, togliere dal forno e spennellare la superficie con tutto il miele e acqua di rose.
  11. Lasciate raffreddare completamente durante la notte, prima di rimuovere dalla teglia e servire.
  12. Puoi tagliare il baklava in diverse forme a tuo piacimento, volendo puoi anche spennellare con il cioccolato o zucchero a velo, sarà più decorato ed avrà un aspetto molto piacevole.
Dolce, Pranzolazione, Torta , , , , , , ,

About thebigdreamfactory

My name is Susie Evans-Ardovini and I created The Big Dream Factory. I was born in the UK and have been a chef and restauranteur for over 30 years. During this time I have also lived in France and Italy where I visited many beautiful places and met many wonderful people. I am particularly impressed with the Italian way of life and their approach to food. Many families work extremely hard to grow and produce their own salumi, cheese, wine and olive oil which means that they have a wealth of knowledge and experience, most of which has been handed down through countless generations. It is no different in the kitchen. Nearly all foods served at an Italian table have been gathered from someones garden or field, and is then served alongside homemade, pasta, gnocchi, and countless dishes that could not be recounted in this tiny space since each family's knowledge is unique ... well, you can only imagine. I have walked Rome, climbed to the top of the Vatican, seen Milan, Venice, the Cinque Terre, climbed mountains, walked The Path of the Gods, wandered the great city of Napoli, lived on the little Island of Ponza and gathered a pile of friends, family and photographs as well as invalueable experience along the way. I became a new immigrant to the U.S.A on December 15th, 2013. With the support of many great friends and a passion (bordering on obsession), I am here in search of the American Dream and to bring you the natural flavours and vibrant colours of Italy. All my pasta, gnocchi and biscotti are made by hand just as I saw Italians do in homes and good restaurants all over Italy, every day and sometimes, twice a day. I hope you enjoy my creations and invite you to share your comments, photographs and recipes with me on Facebook or Twitter. In return I of course, will share beautiful Italy with you.

Previous Entries Oh yes! Surf 'n' turf Next Entries Simple chicken biryani

One thought on “Baklava

  1. Do le correzioni corrispondenti ad ogni punto scritto sopra e la ricetta per 1 kg di pasta filo,600/700 grammi di noci sbucciati:
    1 – Usare la frutta secca (noci) a pezzettini non grossi, ma neanche piccolissimi.
    2 – Niente olio, ma usare burro sciolto (750grammi) . Preriscaldare il forno a 220°C.
    3 – Ungere la pirofila con il burro fuso.
    4 – Dividere in 3 gruppi le foglie della pasta filo. Iniziare a stendere il primo gruppo dei fogli nel ordine: foglia, spennellata di burro, foglia, spennellata di burro e cosi via, fino al ultimo foglio, la quale la spennelli di burro uguale.
    5 – Stendere una parte delle noci;
    6 – Iniziare a mettere come prima le foglie del secondo gruppo sempre spennellandole col burro; Mettere le noci nell’ultima foglia del gruppo;
    7 – Stendere le sfoglie del ultimo gruppo, spennellando ognuna col burro.
    8 – Tagliare a forma di rombi col coltello il baklava (come nella figura sopra)
    9 – Versare il burro sciolto restante col mestolo sopra il baklava (sopra e nei tagli fatti )
    10 – Cuocere al forno statico :
    al inizio per 2 ore a 100°C
    poi 1 ora a 150 °C
    controllare se cotto e se necessario cuocere ancora per 1 ora a 100°C
    11 – Durante la cottura preparare il sciroppo di zucchero:
    – Far bollire in una pentola 2,5 kg di zucchero semolato con 1,5 kg di acqua per 15 minuti.
    – Versare il succo di mezzo limone e lasciare bollire ancora 2 minuti.
    13 – Quando il baklava è cotto, appena tolto dal forno, li deve essere versato lo sciroppo caldissimo, se riuscite coprirla di sciroppo è meglio.
    14 – Al ultimo coprire con una teglia il baklava e lasciarla ammorbidire per 12 ore
    15 – Servirla fredda a a pezzetti (che sono stati già tagliati al punto 8)

Leave a Reply

*