La torta della fiera di Ariadello

 

Torta della fiera perché é il classico dolce che in famiglia si prepara per un pic nic sui prati la seconda domenica di maggio, presso il Santuario di Ariadello, dove appunto si tiene una fiera  con bancarelle di dolci, giostre e quant’altro.Una torta sofficissima per chi é intollerante al glutine, si può gustare semplicemente così, oppure si può farcire con della Nutella, della crema pasticcera, della confettura o con quello che vi piace di più.Gradita ai grandi se accompagnata da un buon bicchiere di Moscato, ma anche ai bambini per una sana merenda o colazione, con una buona spremuta di frutta.

Ingredienti

300 g di fecola

300 g di zucchero

6 uova

1 bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

il succo di mezzo  limone

zucchero al velo

Preparazione

Separare i tuorli dagli albumi.

In una terrina montare molto bene, con le fruste elettriche, i tuorli con lo zucchero (almeno 10 minuti)

Setacciare la fecola con il lievito ed il sale.

Montare a neve ben ferma gli albumi con il succo di  limone.Unire la fecola al composto di uova e zucchero.Per ultimo aggiungere  gli albumi montati a neve, incorporando dal basso verso l’alto per non smontarli.

Versare in uno stampo da 26 cm di diametro ed infornare a 180° nella parte bassa del forno per 25/30 minuti.Sfornare e cospargere con zucchero al velo.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

6 thoughts on “La torta della fiera di Ariadello

  1. Questa torta mi riporta indietro nel tempo, la faceva mia zia e la cuoceva in una teglia di rame stagnato con il suo coperchio anche esso di rame, niente forno !!!! Brace di carbone sotto e sopra. Mai mangiata torta più buona :-)))
    Bello il suo blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*