Pane al cotechino

Il titolo di questo post può trarre in inganno, perché più che con il cotechino ,é con il suo grasso che ho fatto questo pane: stupendo, soffice con una crosticina croccante che per esempio sostituendolo con il burro non c’é paragone.

Allora la ricetta é nata così: avevo fatto cuocere un cotechino “nostrano” di quelli di color viola carico e che si appiccicano alle dita ,due prerogative indispensabili per definirlo d.o.c.
L’acqua di cottura l’ho lasciata nella pentola e di notte l’ho messa sul balcone per non occupare spazio nel frigorifero.
La mattina, con il freddo di questi giorni, tutto il grasso si era solidificato in superficie.
A questo punto mi si é acceso “la lampadina dei ricordi”, di quando la mia nonna diceva che con quel grasso preparava il pane condito.
E allora perché non provare? Era così fragrante quel pane…
Detto fatto e questa é la ricetta

La sera prima preparare il fondo con:
50 g di farina 0
2 g di lievito di birra
25 g di acqua

La mattina ho messo nell ‘impastatrice:
300 g di farina 00
il fondo della sera
15 g di grasso del cotechino
130 g di acqua circa
1 cucchiaino di sale

Terminato l’impasto ho fatto riposare per 50 minuti nel forno spento con la lucina accesa.
Poi ho diviso l’impasto in 4 , formato delle palline, spianate con il mattarello, arrotolate formando dei filoncini che ho assotigliato in strisce di 1/2 cm di spessore.
Le ho poi arrotolate tipo barilini e fatti lievitare per circa 2 ore (fino al raddoppio)
Infornati a 220°, abbassato il forno subito a 200° e dopo dieci minuti abbassato a 180° per 25-30 minuti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Info su terradiviolini

Casalinga ora a tempo pieno, mi piace cucinare soprattutto i piatti di famiglia.
Mi piace la musica pop, la classica,lavorare al chiacchierino, a maglia.

12 risposte a Pane al cotechino

  1. Solema scrive:

    Che pane gustoso, sembra il biove dall'aspetto!!
    Ti auguro un felice fine settimana!!!

  2. colombina scrive:

    ma che idea meravigliosa, deve essere ottimo questo pane, da ricordarsi la prossima volta che faccio un cotechino non precotto!!! Baci

  3. Mary scrive:

    molto interessante questa ricetta , dev'essere buona il pane cosi!

  4. Roberta scrive:

    deve essere squisito!!! il grasso fa male machissenefrega!! 😀

  5. Alessia (Ale) scrive:

    Non ci credo!!! Dai!!!! Sono rimasta a bocca aperta leggendo il tuo post! Quindi posso fare anche questo esperimento??? I cotechini sono della cascina… non la sapevo proprio questa! Sempre fonte di idee e di ricordi! un bacione, ciao

  6. Federica scrive:

    hai avuto un'idea geniale!!! credo proprio che sia eccezionale! complimenti!

  7. cassandrina scrive:

    Ciao carissima Germana,

    hai ragione, il titolo mia ha tratta in inganno e mi ha pure fatto ridere un bel po', ho pensato subito a cosa ti fossi inventata questa volta e istintivamente ho pensato a qualcosa di esagerato con un cotechino nell'impasto!!
    A Cairo, in Val Bormida, Liguria, si prepara un pane super ricco con salsiccia spellata che rilascia il suo grasso e rende tutto ghiotto e succulento, si chiamano tire, super buone!!
    Dai inventa un nome………che ci parli sempre di te!!!

    Tanti baci

    Fabiana

  8. germana scrive:

    @Solema: sì lo ricorda molto
    @Colombina- Mary: da provare
    @Roberta: una tantum non fa jmale
    @Ale: é una fortuna avere il cotechino della cascina, ti consiglio di provare!!!!
    @Federica. sì sì
    @Fabiana:chissà che buone le tire!!!
    Baci e buon we

  9. Ale scrive:

    quando affiorano i ricordi e si materializzano in questo modo la soddifazione è ancora di più. bello

  10. germana scrive:

    @Ale:verissimo
    un bacione e buona settimana

  11. Maurina scrive:

    Germana, questa non l'avevo proprio mai sentita! Ma che peccato vedere il post solo adesso… Il cotechino l'ho fatto settimana scorsa e saperlo di sicuro avrei conservato il grasso anziche' buttarlo. Sara' per la prossima volta…

  12. germana scrive:

    @Maurina: cara é stato proprio un peccato.Vedrai la prossima volta che pane ne uscirà||
    Bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.