Il mio pane quotidiano



Questo pane ricorda un po’ il Biove, in effetti é una mia interpretazione della ricetta delle Simili.
Chiedo scusa se ogni tanto mi concedo delle digressioni, ma non posso fare a meno di metterci del mio.
Ingredienti
500 g di farina 00
250 g circa di acqua (aggiungerla sempre un po’ per volta, perché dipende dalla farina)
1 panetto di lievito di birra fresco
20 g di strutto (ho messo un cucchiaio di olio evo)
1 cucchiaino di malto d’orzo (o zucchero)
1 cucchiaino colmo di sale.

Ho messo tutti gli ingredienti nella macchina del pane con il programma impasto.
Dividere l’impasto, che deve essere morbido, in due pagnotte che poi spianerete con il mattarello fino ad ottenere una lunga pastella larga 6 cm. Arrotolate quest’ultima tenendo le dita sui lati per impedire che si formino le punte. Mettere sul tavolo un pacco di farina, coprirlo con il lembo infarinato di un canovaccio e appoggiare un’estremità della chiocciola, sollevare il canovaccio e disporre il secondo pezzo punta contro punta. Ci vogliono due pacchi di farina da appoggiare una estremità della chiocciola, mentre l’altra estremità rimane appoggiata l’una contro l’altra in modo da evitare che lievitino per il lungo.
Devono solo lievitare in altezza. E’ molto più facile da fare che da spiegare. Se avete bisogno di chiarimenti, sono qui.
Coprite e fate lievitare per 30/40 minuti (dipende dalla temperatura della casa, dall’umidità ecc) cioè fino al raddoppio . Con una spatola di plastica incidere in mezzo alle chiocciole un taglio profondo un cm e infornare a 200-210° per 25/30 minuti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Info su terradiviolini

Casalinga ora a tempo pieno, mi piace cucinare soprattutto i piatti di famiglia.
Mi piace la musica pop, la classica,lavorare al chiacchierino, a maglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.