Confettura di more di gelso

E vai con la seconda produzione di confetture di stagione anche questa con un frutto antico: LE MORE DEL GELSO
Questa pianta originaria della Persia, era molto diffusa nel secolo scorso, soprattutto da noi nella Pianura Padana, e veniva coltivata perché le sue foglie fornivano  il cibo ai bachi da seta, e con  i suoi dolcissimi frutti si faceva, appunto, la marmellata o meglio la confettura di more.
Nell’antichità, racconta Plinio, che questi frutti potevano curare molti mali: quelli acerbi  (Morus nigra) portati addosso arrestavano le emorragie, mentre quelli maturi davano un medicamento che unito al miele, mirra e zafferano combatteva il mal di gola ed i disturbi di stomaco.
Questi rimedi oggi ci fanno sorridere, però la moderna fitoterapia ha confermato parte di quegli usi.
Queste sono quelle del mio alberello, che quest’anno é stato particolarmente generoso, e non hanno i semini.
Ingredienti:
1 K di more
300 g di zucchero di canna (si può aumentare la dose a seconda della dolcezza del frutto)
il succo di 1 limone
Con i guanti usa e getta  togliere il picciolo alle more.Lavarle e macerarle  in una pentola d’acciaio col fondo spesso insieme allo zucchero e al succo di limone,almeno 12 ore.
Mettere quindi la pentola sul fuoco e cuocere fino alla prova goccia sul piattino.
Invasare ancora calda , chiudere e capovolgere  i vasetti per alcuni minuti. Depositare in dispensa al buio.
Con questa ricetta partecipo al contest di Daniela

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

2 thoughts on “Confettura di more di gelso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*