C ornetti sfogliati, o croissant: ricetta come quelli del bar

croissant sfogliatiLa ricetta di questi cornetti sfogliati,è di Rossanina. Come si può vedere sono venuti uno spettacolo!!. Meno male che non ho cambiato una virgola, visto il risultato.

I cornetti sfogliati o croissant sono dei dolci soffici, che si possono farcire con crema, confettura, Nutella o con quello che vi piace di più. Io non li ho farciti  perché li ho spalmati in superficie con la confettura di albicocche. I cornetti o croissant sono una colazione super golosa che non vi farà sicuramente rimpiangere quelli del bar.Ne ho preparato parecchi e in parte li ho congelati. All’occorrenza, li tolgo la sera prima dal freezer, li faccio lievitare una seconda volta,e quando saranno bei gonfi , via nel forno per il tempo stabilito ed eccoli pronti belli caldi da accompagnare con del buon the.

I cornetti sfogliati o croissant sono un inizio giornata che ti concilia con il mondo. La procedura è un po’ lunga, ma vale la pena provare.

Ingredienti:

Impasto

18 gr. di lievito disidratato
320 gr. di acqua tiepida

115 gr. di burro a temperatura ambiente
75 gr. di zucchero
2 uova

325 gr. di farina 0
325 gr. di farina forte
12 gr. di sale

Panetto di burro per sfogliare
450 gr. di burro freddo
125 gr. di farina 0

Per lucidare
1 uovo battuto
1 cucchiaio di latte
—————————
4 cucchiai di marmellata di albicocche

Procedimento

Nella ciotola dell’impastatrice versare l’acqua , aggiungere il lievito disidratato, un pizzico di zucchero e lasciare che il lievito si sciolga e si attivi (10 minuti circa).

Aggiungere lo zucchero, il burro e le uova e mescolare con l’accessorio a foglia a velocità media fino a che gli ingredienti si sono amalgamati.

In una ciotola unire le farine ed il sale setacciati ed aggiungerne, un cucchiaio per volta, al composto. Mescolare solo pochi secondi. L’impasto risulterà molto morbido ed appiccicoso.

Trasferire l’impasto sul piano di lavoro ben infarinato e lavorarlo per poco a mano, spolverando di tanto in tanto la superficie con un po’ di farina. E’ importante mantenere al minimo il tempo di lavorazione in questa fase; un minuto e’ più che sufficiente. L’impasto a questo punto sarà morbido e liscio e non più appiccicoso.

Mettere  l’impasto in una ciotola leggermente unta di burro, sigillare con la pellicola per alimenti e lasciar lievitare fino a che l’impasto sarà raddoppiato in volume (da una a due ore a seconda della temperatura dell’ambiente)

Capovolgere l’impasto lievitato sul piano di lavoro leggermente infarinato e lavorarlo brevemente con le mani (anch’esse leggermente infarinate) in modo da sgonfiarlo un poco evitando però di sviluppare il glutine. Appiattirlo con le mani, avvolgerlo nella pellicola per alimenti e porre in frigorifero (6ºC circa) per tutta la notte

Sfogliatura

La mattina seguente, preparare  il panetto di burro, mescolando nell’impastatrice il burro freddo tagliato a pezzetti con la farina, fino ad ottenere una crema omogenea.

Versare il composto ottenuto sul piano di lavoro ben infarinato, formare un panetto rettangolare, avvolgerlo bene nella pellicola per alimenti e porre in frigo fino al momento dell’uso (almeno un’ora)
Trascorso il tempo necessario stendere il panetto di burro in un rettangolo di 28cm x 32cm, lasciandolo sulla pellicola che lo avvolgeva.

Riportare l’impasto sul piano di lavoro infarinato, cospargere la superficie di farina e stenderlo fino ad ottenere una sfoglia rettangolare lunga 51 cm e larga 30 (dello spessore di circa ½ cm), facendo in modo che il lato più stretto della sfoglia sia rivolto verso di voi.

Capovolgere il panetto di burro sui 2/3 inferiori della sfoglia, avendo cura di lasciare un cm circa di bordo. Piegare verso il centro prima il lembo superiore della sfoglia e poi quello inferiore. Stringere tra le dita i bordi della pasta in modo da sigillare il panetto di burro all’interno della sfoglia.
Picchiettare con il matterello in modo da distribuire il burro il maniera uniforme. Girare di 90° e stendere un rettangolo largo 30 x 51 alto ½ cm. Piegare in tre parti, sigillare bene i bordi e mettere in freezer per 15 minuti.

Ripetere l’operazione per altre 3 volte.
Completato l’ultimo giro, avvolgere l’impasto nella pellicola per alimenti e rimettere in frigorifero per 4 ore. Trascorso il tempo necessario, appiattire e sgonfiare con il mattarello  la sfoglia, ricavare un rettangolo di cm 65 x 10, segnare il  lato lungo ogni 13 cm da entrambe i lati, e ritagliare 10 triangoli uguali.
Stessa operazione per il secondo impasto.

Formatura dei cornetti
Disporre un triangolo sul piano di lavoro con la base rivolta verso di voi.

Praticare un taglio di 2 cm circa al centro della base. Prendere i due angoli della base tra le dita ed allungarli tirando delicatamente.

Allungare alla stessa maniera l’angolo superiore.

Arrotolare dal basso verso l’altro facendo una leggera pressione con le dita al centro del cornetto, mentre con l’altra mano si tira con delicatezza verso l’alto. Dopo aver arrotolato, curvare leggermente le punte inferiori verso di voi.
Porre i cornetti così formati sulla teglia rivestita di carta da forno, coprire con della pellicola per alimenti e lasciar lievitare fino a che i cornetti raddoppino in volume (da una a due ore a seconda della temperatura dell’ambiente).

Accendere  il forno a 220ºC e spennellare i cornetti con un uovo battuto con il latte ed infornare.

Dopo  5 minuti, abbassare la temperatura a 190º C e continuare la cottura per 15 minuti.

Nel frattempo far sciogliere la marmellata di albicocche su fiamma bassa.

Quando i cornetti avranno assunto un intenso colore dorato, spennellarli con la marmellata di albicocche calda e rimetterli in forno per altri 5 minuti.

Farli raffreddare un po’ su una gratella e prima di servirli spolverarli, se piace, con zucchero a velo.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

10 thoughts on “C ornetti sfogliati, o croissant: ricetta come quelli del bar

  1. ciao Germana si il lavoro da fare è laborioso ma vuoi mettere la soddisfazione a lavoro finito? brava come sempre, sei da sempre la mia maestra preferita!!! buona giornata Tittina

  2. Favolosi!!! Sono perfetti! 😉
    Cara devo correggere l’indirizzo del tuo blog nello spazio dei commenti, quello che hai non porta al tuo blog 🙁
    un bacione cara

    • ciao Pina, si possono tranquillamente congelare. Quando li vuoi gustare li tiri fuori dal freezer la sera prima, e li metti in frigorifero. La mattina una scaldata nel forno e sono come se fossero appena sfornati. Grazie della visita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*