Arancini di riso, timballi siciliani per un antipasto gustoso

 

aarancini Gli  arancini di riso sono dei gustosi timballi ,classici  della cucina siciliana. Gli arancini di riso  sono  adatti  come antipasto, ma  possono essere consumati anche come primo piatto o come  piatto unico, essendo molto sostanziosi.L’ispirazione é della nostra Sonia, perché volevo “andare sul sicuro” e così é stato.

Ingredienti per gli arancini

Risotto

250 g di riso

1 uovo

sale

grana padano grattugiato q.b

una noce di burro

1/2 bustina di zafferano

Ripieno

200 g di carne trita di manzo

25 g di burro

50 g di provolone a dadini

2 cucchiai di passata di pomodoro

40 g di piselli surgelati

1/2 cipolla

1/2 bicchiere di vino bianco secco

sale- pepe

Impanatura

1 uovo

pane grattugiato q.b.

per friggere

Olio di semi di arachide

Preparazione

Lessate il riso  in poca acqua salata , in modo da far si che, a cottura avvenuta, l’acqua sia stata completamente assorbita.  Intanto sciogliete lo zafferano in pochissima acqua oppure nei tre tuorli sbattuti  e unite il composto al riso ormai cotto . Unite il formaggio grattugiato e il burro : mescolate bene per amalgamare il tutto, dopodiché  versate e livellate il riso su di un grande piatto e fatelo raffreddare . Fate soffriggere la cipolla finemente tritata in un tegame con 2 cucchiai d’olio e il burro, poi unite la carne macinata ; fatela rosolare a fuoco vivace, quindi aggiungete il vino e poi lasciatelo sfumare. A questo punto aggiungete il concentrato di pomodoro diluito in un bicchiere d’acqua , aggiustate di sale e di pepe  e fate cuocere per almeno 20 minuti a fuoco moderato Nel frattempo mettete i piselli in un tegame e cuoceteli per 10 minuti assieme ad un cucchiaio di olio e un mestolo di acqua (eventualmente alla bisogna aggiungete altra acqua).  Mentre i piselli si cuociono tagliate la scamorza a cubetti e mettetelia da parte . Quando i piselli saranno ancora croccanti ma cotti, spegnete il fuoco e aggiungeteli al ragù ormai addensato e piuttosto asciutto.Con il riso ormai freddo (ci vorranno almeno un paio di ore), formate uno strato sottile schiacciandolo sul palmo della mano ; tenendo la mano piuttosto raccolta, formate un incavo al centro dove porrete un cucchiaio di ragù e piselli , e due o tre dadini di èrovolone, poi chiudete con un altro strato sottile di riso

 Dopodiché passate tutti gli arancini così ottenuti nell’uovo sbattuto , passateli poi nel pangrattato e per ultimo friggeteli in abbondante olio bollente.Gli  arancini devono essere completamente sommersi dall’olio durante la frittura.  quando saranno ben dorati .  Lasciate infine scolare gli arancini su un foglio di carta assorbente.
Buoni caldi, ma anche atemperatura ambiente

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

Info su terradiviolini

Casalinga ora a tempo pieno, mi piace cucinare soprattutto i piatti di famiglia.
Mi piace la musica pop, la classica,lavorare al chiacchierino, a maglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.