Le Soste di Ulisse al Palacongressi: La cucina degli avanzi “Piccoli chef per grandi piatti”

Al Palacongressi di Agrigento in occasione della 74^ edizione del Mandorlo in Fiore, l’associazione “Le Soste di Ulisse” si è resa protagonista di un’iniziativa di grandissimo valore dedicata ai bambini “La cucina degli avanziPiccoli chef per grandi piatti”. 

Un workshop educativo sulla cucina volto alla sensibilizzazione dei bambini sul tema dello spreco alimentare. 

Delle vere e proprie lezioni di cucina in un’atmosfera ludica e festosa grazie alla presenza di tanti bambini, “Piccoli Chef con tanto di cappello” entusiasti e curiosi rivolgendosi con delle domande agli Chef con quel pizzico di tenera ingenuità. 

Le Soste di Ulisse contribuisce alla causa e ha deciso di partire proprio dai bambini con l’intento di avvicinarli al tema del riutilizzo e valorizzazione degli alimenti. 

Gli chef presenti all’iniziativa Pino Cuttaia de La Madia di Licata (AG) 2 Stelle Michelin, Tony Lo Coco dei Pupi di Bagheria (PA) 1 Stella Michelin, Giuseppe Costa de Il Bavaglino di Terrasini (PA) 1 Stella Michelin, Gaetano Basiricò di Serisso 47 di Trapani. 

Lo Chef Pino Cuttaia Presidente dell’associazione, ci ha parlato di quanto sia importante prevenire e ridurre lo spreco del cibo, considerando che le risorse a disposizione per produrlo e sodisfare il fabbisogno per tutto il pianeta non sono sufficienti. <<Partiamo dai bambini, che accompagnati dai genitori che sono i loro tutori, le loro guide, devono iniziare a capire fin da subito il valore del cibo>>. Lo Chef ci ha spiegato dell’importanza del dare nuova vita al cibo avanzato con il quale si possono realizzare grandi piatti. 

Ecco i piatti realizzati dagli Chef con gli “Avanzi” durante il Work Shop. 

Lo Chef  Lo Coco con il suo staff ha preparato una pasta al pomodoro e parmigiano del giorno dopo, ripassata in padella (fritta) per la felicità dei bambini. 

Lo Chef Costa utilizzando del pane raffermo del pomodoro e del caciocavallo ha servito ai bambini uno sfincione spumoso al cucchiaio golosissimo. 

Lo Chef Basiricò con del pane raffermo, patate, brodo vegetale e uova ha realizzato delle squisite polpette di pane cotto. 

In chiusura lo Chef Cuttaia ha deliziato bambini e non con delle polpette di pane fritte sfiziosissime. 

Alla fine del Work Shop a ciascun bambino è stata donata una busta di pangrattato. 

Una pregevole iniziativa da parte dell’associazione “Le Soste di Ulisse” senza dubbio da ripetere considerata l’importanza del tema trattato e il successo ottenuto tra grandi e piccini. 

Impegniamoci tutti a evitare lo spreco e ascoltare il consiglio degli chef nel dare nuova vita al cibo avanzato con il pensiero rivolto a chi è più sfortunato di noi che ancor oggi purtroppo in altre parti del mondo soffre la fame. 

Gerlando Carratello Food Blogger presso 

TAVULA MISA E PANI MINUZZATU

 

 

 

 

Precedente Premio speciale Mandorlara 2019 alle Lady Chef del Libano Successivo Giuffrè nel piatto “insalata di pasta”