BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING CON FRAGOLE E KIWI

BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING
BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING

Meglio tardi che mai dice il proverbio e io, un po’ in ritardo, torno alla mia Sweet therapy con il budino ai semi di chia o chia pudding: un dolce che mi ha aiutato in questo periodo in cui ho fatto mille mila cose e le giornate erano sempre troppo corte. Non ricordo esattamente dove ho scovato questo “dolce”. Le virgolette sono d’obbligo perchè lo zucchero nel chia pudding è del tutto assente, ad eccezione di quello contenuto nelle fragole e nei kiwi, coppia vincente da abbinare al budino ai semi di chia, che da solo risulterebbe un po’ triste e privo di sapore.

Con l’arrivo di questo caldo, non so cosa mi sia successo, sono stata assalita da una fame mostruosa, tanto che molto spesso a metà mattina ero affamata come non mai. La situazione era diventata abbastanza fastidiosa: in primo luogo, perchè a colazione mangiavo un quantitativo di biscotti utile a sfamare un intera nazione e, in secondo luogo, mi sentivo in colpa a mangiare tutta quella montagna di dolci che, sicuramente, non mi facevano troppo bene. Ma da quando ho scoperto il chia pudding la situazione è decisamente migliorata: mangio meno biscotti e mi sento molto più energica.

INGREDIENTI PER IL BUDINO AI SEMI DI CHIA (2 porzioni)

  • 25 g di semi di chia
  • 250 ml di latte di soia o altro latte vegetale
  • fragole q.b.
  • kiwi q.b
  • 1 cucchiaio di miele o sciroppo d’agave

COSA OCCORRE PER FARE IL CHIA PUDDING: Una ciotola, due barattoli di vetro, un cucchiaio e una notte di riposo affichè i semi di chia facciano il loro dovere… 🙂

PROCEDIMENTO

  1. In una ciotola ponete i semi di chia e aggiungete il latte di soia.
  2. Mescolate bene fino a che i semi non si saranno distribuiti uniformente nella ciotola.
  3. Lasciate riposare il composto per tutta la notte in frigorifero.
  4. Trascorso il tempo di riposo riprendete il budino ai semi di chia, che avrà una consistenza simile a quella dello yogurt. Distribuitelo uniformemente in due barattoli o ciotoline.
  5. Guarnite con fragole e kiwi. Se preferite che il budino ai semi di chia sia più dolce aggiungete un goccio di miele o sciroppo d’agave.
BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING
BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING

Visto l’imminente arrivo dell’estate potete preparare il budino ai semi di chia utilizzando la frutta fresca che preferite. Con pesche, albicocche, melone e ciliegie avete solo l’imbarazzo della scelta!

Buona colazione e buona sweet therapy! 🙂

TORTA MORBIDA BANANE E CIOCCOLATO

TORTA MORBIDA BANANE E CIOCCOLATO
TORTA MORBIDA BANANE E CIOCCOLATO

LA RICETTA DELLA TORTA MORBIDA BANANE E CIOCCOLATO

Una parola per descrivere questa torta morbida banane e cioccolato: DIVINA…soprattutto perchè non contiene né uova, né latte. E’ un dolce buonissimo che ho fatto prima di partire per le vacanze, ma non avevo ancora avuto tempo di postare la ricetta. Il giorno in cui l’ho preparata ero un po’ stanca le energie mi stavano ormai lasciando, ma questa torta mi ha rimesso in sesto e mi svegliavo con il sorriso. La ricetta me l’ha suggerita la mia amica Shanti che ringrazio per avermela data.

 

Ingredienti per la torta morbida banane e cioccolato

  • 200 g di farina 00
  • 170 g di zucchero di canna
  • 100 ml di olio di semi di mais
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 200 ml di latte di soia
  • una bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • due banane mature
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere

 

COSA OCCORRE PER FARE LA TORTA MORBIDA BANANE E CIOCCOLATO: Una frusta a mano, ciotole varie, una tortiera con il diametro di 20 cm, carta da forno, un pentolino per far sciogliere il cioccolato a bagnomaria…voglia q.b. di recuperare un po’ di energie 🙂

 

Procedimento per preparare la torta morbida banane e cioccolato

  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e poi lasciatelo intiepidire.
  3. In un ciotola amalgamate lo zucchero di canna e il latte di soia.
  4. Setacciate la farina con il lievito e il cacao in polvere e aggiungeteli al resto degli ingredienti.
  5. Unite anche l’olio di semi di mais e mescolate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo
  6. Aggiungete, in ultimo, anche il cioccolato fuso.
  7. Sbucciate la banana, tagliatela a pezzettini piccoli e uniteli al resto dell’impasto.
  8. Infornate la torta morbida banane e cioccolato a 180°C per 35/40 miuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.
  9. Estraete la torta morbida banane e cioccolato dal forno, lasciatela intiepidire e cospargete, a piacere, con zucchero a velo.

Io ho decorato la mia torta morbida banane e cioccolato con un piccolo coppapasta a forma di cuore. Questo dolce è buono da mangiare anche fresco. Potete conservare la torta morbida banane e cioccolato in frigorifero.

Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta della torta morbida banane e cioccolato cliccando sull’icona Print Friendly.

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

TORTA VEGANA DI CAROTE E MANDORLE

TORTA VEGANA DI CAROTE E MANDORLE
TORTA VEGANA DI CAROTE E MANDORLE

LA RICETTA DELLA TORTA VEGANA DI CAROTE E MANDORLE

Oggi vi propongo la torta vegana di carote e mandorle senza uova, latte e burro…un dolce adatto a tutte le mie intolleranze alimentari. Sono stata (ahimè) una settimana senza le mie torte e cominciavo a sentirne la mancanza, anche se ogni mattina facevo colazione con una bella tazza di tè e quattro fette biscottate con la mia buonissima marmellata di arance.

Avevo voglia di farmi una torta buona e golosa e ho pensato subito a una torta vegana di carote e mandorle. Prima di farla ho fatto qualche ricerca qua e là, ma alla fine mi sono lasciata trasportare dal mio istinto e, dal risultato ottenuto, devo dire che ho fatto benissimo. Per realizzare la torta vegana di carote e mandorle ho usato in parte la farina normale e in parte la farina integrale: voi potete scegliere di usare solo la farina normale, qualora non aveste la farina integrale.

 

Ingredienti per la torta vegana di carote e mandorle

  • 150 g di farina 00 + q.b. per infarinare la tortiera
  • 150 g di farina integrale
  • 100 g di mandorle
  • 2 cucchiai di fecola di patate
  • 200 g di zucchero di canna
  • 400 g di carote grattugiate
  • 250 ml di latte di soia o altro latte vegetale
  • 100 ml di olio di semi di mais + q.b. per ungere la tortiera
  • 1 bustina di vanillina
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere (facoltativo)
  • una bustina di lievito per dolci o cremor tartaro
  • 1 pizzico di sale

 

COSA OCCORRE PER FARE LA TORTA VEGANA DI CAROTE E MANDORLE: Una tortiera con il diametro di 24 cm, ciotole varie, un tritatutto, una frusta a mano, una spatola per dolci e tanta voglia di preparare un dolce per coccolarsi 🙂

 

Procedimento per preparare la torta vegana di carote e mandorle

  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. Ponete le mandorle in una tritatutto e frullatele con la fecola di patate fino a ottenere una sorta di farina.
  3. Sbucciate le carote e grattugiatele finemente.
  4. In una ciotola riunite tutti gli ingredienti secchi: la farina 00, la farina integrale, la farina di mandorle, lo zucchero di canna, il lievito per dolci, lo zenzero in polvere, la vanillina e, infine, anche il pizzico di sale.
  5. In un’altra ciotola mettete gli ingredienti liquidi: il latte di soia, l’olio di semi di mais e le carote grattugiate. Mescolate gli ingredienti con l’aiuto di una frusta a mano fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.
  6. Unite gli ingredienti liquidi a quelli secchi e amalgamateli bene fino a ottenere un impasto uniforme-
  7. Trasferite l’impasto della torta vegana di carote e mandorle nella tortiera che avrete precedentemente unto e infarinato o foderato con carta forno.
  8. Infornate e fate cuocere a 180°C per 40-45 minuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.
  9. Estraete la torta vegana di carote e mandorle dal forno. Lasciate raffreddare e decorate, a piacere, con zucchero a velo.

La torta vegana di carote e mandorle è pronta. Non vedo l’ora di gustarmela domani mattina a colazione con una bella tazza di tè.

TORTA VEGANA DI CAROTE E MANDORLE
TORTA VEGANA DI CAROTE E MANDORLE
Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta della torta vegana di carote e mandorle cliccando sull’icona Print Friendly.

PLUMCAKE VEGANO AL LIMONE

PLUMCAKE VEGANO AL LIMONE
PLUMCAKE VEGANO AL LIMONE

LA RICETTA DEL PLUMCAKE VEGANO AL LIMONE

Buongiorno a tutti e con il plumcake vegano al limone è ancora meglio!!! In questo periodo sono in piena attività con il mio blog e sopratutto sto sfornando dolci in quantità industriali. Purtroppo, ho fatto recentemente i test per le intolleranze alimentari e ho scoperto di essere intollerante alle uova e ai latticini. Non vi nascondo che ho avuto un momento di iniziale sconforto: i latticini posso tranquillamente sostituirli all’interno dei miei dolci…ma le uova??? come faccio a fare le torte senza le uova??? 🙁

L’anno scorso mi ero cimentata con un plumcake vegano all’ananas e cocco: il gusto non era per niente malvagio, ma la consistenza non mi convinceva perchè era troppo gnucco :-(…ora voglio assolutamente porre rimedio e proporvi dei dolci vegani buoni e golosi come quelli normali adatti a chi come me è intollerante o, più semplicemente, per chi è attento alla propria linea e non vuole esagerare in vista della prova costume.

Oggi vi propongo questo plumcake vegano al limone che è profumatissimo e sofficissimo. Sono rimasta piacevolmente colpita sia dal gusto che dalla consistenza e non ho notato alcune differenza rispetto ai dolci fatti con le uova. La ricetta l’ho presa dal magazine “Vegolosi” (qui trovate la ricetta), che propone delle ottime ricette vegane, non solo di dolci, ma anche di antipasti, primi e secondi.  Una cosa che mi piace tantissimo delle ricette vegane è che non c’è bisogno di utilizzare lo sbattitore elettrico e per prepararli ci vuole pochissimo tempo…meglio di così 🙂

 

Ingredienti per il plumcake vegano al limone

  • 200 g di farina integrale di grano tenero (potete usare anche la farina 00)
  • 50 g di fecola di patate
  • 125 g di zucchero integrale di canna (io ho preferito frullarlo)
  • 250 g di yogurt di soia al naturale
  • 100 ml di olio di semi di mais
  • 1 bustina di lievito per dolci (potete usare anche il cremor tartaro)
  • una bustina di vanillina
  • un limone biologico
  • 1 pizzico di sale
  • Per guarnire: zucchero a velo

 

COSA OCCORRE PER PREPARARE IL PLUMCAKE VEGANO AL LIMONE: Una frusta a mano, ciotole varie, una spatola per dolci, uno stampo da plumcake, carta forno e voglia q.b. per fare un dolce alternativo… 🙂

 

Procedimento per preparare il plumcake vegano al limone

  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. In una ciotola setacciate la farina con la fecola e il lievito.
  3. Aggiungete anche lo zucchero di canna, la vanillina e, infine, il pizzico di sale.
  4. In un’altra ciotola mettete gli ingredienti liquidi: lo yogurt di soia, l’olio di semi di mais, il succo e la buccia grattugiata di un limone.
  5. Con l’aiuto di una frusta miscelate tutti gli ingredienti liquidi e uniteli a quelli secchi mescolando delicatamente fino a ottenere un impasto liscio e senza grumi.
  6. Trasferite l’impasto in uno stampo da plumcake che avrete precedentemente foderato con carta da forno.
  7. Infornate il plumcake vegano al limone a 180°C per 40-45 minuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.
  8. Sfornate il plumcake vegano al limone, lasciatelo raffreddare e cospargetelo, a piacere, con zucchero a velo.

Il plumcake vegano al limone è ottimo per la colazione o anche per la merenda. Siccome la mia dieta durerà per un po’ di tempo avete qualche ricettina vegana da suggerirmi??? Aspetto i vostri suggerimenti!!! 🙂

Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta del pumcake vegano al limone cliccando sull’icona Print Friendly.

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

plumcake vegano al limone
PLUMCAKE VEGANO AL LIMONE

CROSTATA VEGANA CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE

CROSTATA VEGANA CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE
CROSTATA VEGANA CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE…PRIMA DELLA COTTURA!!! 🙂

LA RICETTA DELLA CROSTATA VEGANA CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE

Ecco finalmente la ricetta della crostata vegana con marmellata di albicocche: una torta per chi non vuole, o semplicemente non può, utilizzare uova, latte, e burro nei suoi dolci.

Era da un po’ di tempo, per la verità, che volevo provare a fare una crostata vegana. Mi ero accostata un po’ di tempo fa alla preparazione di una torta soffice senza uova e derivati del latte, e il risultato mi aveva soddisfatto pienamente. Tuttavia ero abbastanza scettica riguardo la pasta frolla: come si fa a rendere fragrante e deliziosa una pasta che, di per sè, è basata sull’utilizzo del burro e delle uova? Io ci ho provato e il risultato è stato veramente fenomenale.

Questa crostata vegana è nata per caso: domenica scorsa si prefigurava una giornata triste e piovosa tanto che il mio entusiasmante programma prevedeva di starmene tutto il giorno sotto il piumone a leggere e guardare film strappalacrime. Proprio mentre stavo ascoltando la musica mi è suonato il cellulare: la mia amica V. mi chiedeva se fossi disponibile a insegnare, a lei e sua sorella, la ricetta della torta soffice cocco e cioccolato. Mi è sembrata subito una buona idea, anche perchè preparare le torte mi mette sempre di buonumore.

Sono andata a casa di V. armata di tortiere, carta forno e robot da cucina. Quando sono arrivata V. mi ha detto che sarebbero venuti a  trovarla dei suoi amici che, purtroppo, non possono mangiare uova e lei mi ha chiesto se sapessi fare un dolce senza di esse. Dato che la mia preparazione teorica e pratica rispetto ai dolci vegani era pressoché nulla, e non conoscendo i gusti dei suoi amici, le ho detto: “Se vuoi possiamo fare la torta soffice cocco e cioccolato e anche una crostata vegana con tanta buona marmellata. Sul risultato non garantisco perchè non l’ho mai fatta, però ci posso provare!”. Detto e fatto!!! Mi sono messa subito all’opera per fare la frolla della crostata vegana.

Non ho riscontrato molte difficoltà nella sua esecuzione, se non che la frolla vegana rimane meno compatta rispetto a quella normale, però si stende facilmente. Il consiglio affinché la crostata vegana venga nel migliore dei modi è utilizzare una buona marmellata: io ho usato quella di albicocche, voi potete scegliere il gusto che più vi piace.

INGREDIENTI PER LA CROSTATA VEGANA CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE

  • 300 g di farina 00
  • 130 g di zucchero semolato (potete usare anche quello di canna)
  • 130 ml di olio di semi di mais
  • 50 ml di acqua
  • 1/2 bustina (8 grammi)di lievito per dolci (potete usare anche il cremor tartaro)
  • 1 bustina di vanillina o i semi di una bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • marmellata di albicocche q.b. (potete usare il gusto che più vi piace)
COSA OCCORRE PER FARE LA CROSTATA VEGANA: Uno stampo da crostata con il diametro di 24 cm, carta forno, un mattarello, formine per decorare e tanta voglia di provare a fare qualcosa di nuovo 🙂

Procedimento per fare la crostata vegana con marmellata di albicocche

  1. Disponete la farina a fontana su di una spianatoia.
  2. Aggiungete tutti gli altri ingredienti: lo zucchero, l’olio di semi di mais, l’acqua, il lievito, la vanillina e il pizzico di sale.
  3. Impastate fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo
  4. Avvolgete la frolla vegana nella pellicola o in un tovagliolo infarinato. Ponete a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
  5. Trascorso il tempo di riposo riprendete la frolla, e preriscaldate il forno a 180°C.
  6. Stendete la pasta sulla carta forno, con l’aiuto di un mattarello, fino a ottenere uno spessore di 5 mm.
  7. Trasferite il tutto nello stampo da crostata e eliminate la pasta in eccesso.
  8. Bucherellate il fondo della crostata aiutandovi con una forchetta.
  9. Ricoprite con tanta marmellata.
  10. Prendete la pasta avanzata e decorate a piacere la superficie della crostata vegana.
  11. Infornate a 180°C per 30-35 minuti. La torta è pronta quando la superficie è dorata.
  12. Estraete dal forno e lasciate raffreddare.

Noi non abbiamo resistito e abbiamo mangiato subito la crostata vegana. Sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla sua consistenza e dal suo gusto, capace di esaltare la marmellata. Anche gli amici della mia amica ne sono rimasti entusiasti, tanto che se la sono spazzolata per benino. Ho dovuto improvvisare la decorazione della torta perchè non riuscivo a fare le strisce e non avevo le formine, però con un po’ di fantasia ce l’ho fatta ugualmente. Non vi resta che provare anche voi la crostata vegana che non ha nulla da invidiare a quella normale.

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta della crostata vegana cliccando sull’icona “Print Friendly”.