TARTUFI DI OREO: GLI OREO TRUFFLES

Tartufi di oreo
TARTUFI DI OREO

LA RICETTA DEI TARTUFI DI OREO

Ci sono giorni che nascono storti, senza un perché, e in quei giorni si avrebbe bisogno dei tartufi di oreo. Mi è capitato proprio l’altro giorno: un martedì da dimenticare iniziato con l’emicrania e proseguito con ritmi lavorativi assurdi, file che non si scaricavano, memorie senza spazio e chi più ne ha più ne metta. Mi chiedo spesso se queste giornate siano realmente così brutte o se io non sia in grado di cogliere la loro particolarità. Ad ogni modo in questi giorni vorrei solo rintanarmi sotto le coperte e aspettare che la giornata volga al termine nel più breve tempo possibile.

Però, troppo spesso, i numerosi impegni mi impediscono di farlo e l’unica cosa che riesce a risollevare il mio umore è un buon dolcetto, come questi tartufi di Oreo. Personalmente mi piacciono molto gli Oreo e mi diverto a scoprire nuove ricette che li contengano. Questa, in particolare, l’avevo intravista QUI ed ero rimasta sbalordita dalla sua semplicità. Infatti, per realizzare gli Oreo truffles, servono solo tre ingredienti: i biscotti Oreo, del mascarpone e del cioccolato bianco. Non serve il forno e si fanno in pochissimo tempo. Un morso a queste piccole delizie e il mondo non sarà mai sembrato tanto bello.

Ingredienti per i tartufi di Oreo

  • 24 biscotti Oreo
  • 120g di mascarpone
  • 150g di cioccolato bianco
Cosa occorre per fare i tartufi di Oreo: una ciotola, un frullatore, un cucchiaio e una giornata che non vuole proprio raddrizzarsi!

Procedimento per preparare i tartufi di Oreo

  1. Per prima cosa frullate i biscotti Oreo.
  2. Successivamente metteteli n una ciotola e unite il mascarpone.
  3. Mescolate i due ingredienti fino a ottenere un impasto omogeneo.
  4. Ricavate tante palline del diametro di circa 2 cm.
  5. Ponete i vostri tartufi nel congelatore per circa 30 minuti.
  6. Tirateli fuori solo quando saranno ben rassodati.
  7. Nel frattempo sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria. Per evitare che si formino grumi aggiungete mezzo cucchiaio di olio di semi di mais. Lasciate che il cioccolato si raffreddi leggermente.
  8. Infine, prendete i tartufi, immergeteli nel cioccolato bianco e appoggiateli  su un piatto. Prima di mangiarli lasciate che il cioccolato si indurisca.

 

TARTUFI DI OREO

TARTUFI DI OREO

Per la copertura dei tartufi di Oreo potete usare del cioccolato fondente o al latte. 

Adoro queste piccole dolcezze e non vedo l’ora di rifarle.

Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta dei tartufi di Oreo cliccando sull’icona “Print Friendly”.

Buona sweet therapy a tutti! 🙂

BARRETTE DI RISO SOFFIATO E CIOCCOLATO

BARRETTE DI RISO SOFFIATO E CIOCCOLATO
BARRETTE DI RISO SOFFIATO E CIOCCOLATO

LA RICETTA DELLE BARRETTE DI RISO SOFFIATO E CIOCCOLATO

Quest’anno mi sono ripromessa di inserire nel mio blog più ricette veloci, come queste barrette di riso soffiato e cioccolato. Le ricette veloci e senza cottura permettono, infatti, di preparare dolci golosi con il minimo sforzo. Lungi dal riprodurre la bontà dei Ciocorì, durante il viaggio di ritorno dal mare mi sono venute in mente queste barrette che avevo notato su un libro dedicato a ricette a base di cioccolato. Per fare le barrette di riso soffiato e cioccolato servono meno di cinque minuti escludendo, ovviamente, il loro tempo di rassodamento. Infatti, le ho preparate durante una domenica lenta piovosa, arrivata alla fine di una settimana pienissima di cose da fare.

Gli unici ingredienti che vi servono sono il riso soffiato e il cioccolato fondente e al latte. Nulla di più nulla di meno. Dopo aver sciolto il cioccolato non vi resta che unire il riso soffiato e il gioco è fatto. Quando il riso soffiato si sarà asciugato tagliate a quadretti e consumate a piacere accompagnando con un bel libro.

Ingredienti per le barrette di riso soffiato e cioccolato

  • 50 g di riso soffiato
  • 70 g di cioccolato fondente
  • 70 g di cioccolato al latte

Cosa occorre per fare le barrette di riso soffiato e cioccolato: una ciotola e un pentolino per fondere il cioccolato a bagnomaria, un cucchiaio di legno, carta da forno, una teglia rettangolare…poco tempo per preparare qualcosa di buono! 🙂

Procedimento per preparare le barrette di riso soffiato e cioccolato

  1. Cominciate facendo sciogliere i due cioccolati a bagnomaria. In alternativa, per risparmiare tempo, potete scioglierli con il microonde.
  2. Unite il riso soffiato al cioccolato fuso.
  3. Successivamente mescolate bene fino a ottenere un composto omogeneo.
  4. Trasferite il composto in una teglia che avrete precedentemente foderato con carta da forno.
  5. Livellate bene il composto.
  6. Quindi, lasciate asciugare.
  7. Dopo circa due ore tagliare ricavando delle barrette
  8. Lasciate rassodare per altri 30 minuti e poi gustate le barrette di riso soffiato e cioccolato.

Se preferite delle barrette più compatte e più cioccolatose vi consiglio di utilizzare 100 g di cioccolato al latte e 100 g di cioccolato fondente.

 

Per rendere le vostre barrette di riso soffiato e cioccolato ancora più golose potete aggiungere della farina di cocco sulla superficie.

Vi ricordo che potete stampare la ricetta delle barrette di riso soffiato e cioccolato cliccando sull’icona “Print Friendly”.

Buona Sweet therapy a tutti!

SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO: RICETTA VEGAN

SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO
SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO

LA RICETTA DELLO SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO

Ci sono delle ricette molto semplici in grado di addolcirmi la giornata, una di queste è lo smoothie ai frutti di bosco. L’estate è la stagione che preferisco maggiormente per la varietà di frutta fresca e colorata che abbiamo a disposizione e quella che adoro maggiormente sono i frutti di bosco. Qualche settimana fa ho preparato una crostata ai frutti di bosco e avevo avanzato delle fragole, dei lamponi e dei mirtilli. Sono arrivata a casa alla fine di una giornata estenuante, notevolmente accaldata e con una gran voglia di riposarmi e coccolarmi. Tuttavia, non avevo molta voglia di fare una merenda sostanziosa e, allora, ho deciso di prepararmi questo smoothie ai frutti di bosco, l’emblema della semplicità e della bontà. Io l’ho preparato con il latte di mandorle, ma si può preparare anche con il latte vaccino, un’altra bevanda vegetale o della semplice acqua.

Ingredienti per lo smoothie ai frutti di bosco

  • mezzo bicchiere di latte di mandorla
  • frutti di bosco q.b.. Io ho utilizzato fragole, lamponi e mirtilli.
  • un cucchiaino di zucchero di canna

Cosa occorre per preparare lo smoothie ai frutti di bosco: un frullatore ad immersione, il vostro bicchiere preferito e una dolce merenda estiva

Procedimento per preparare lo smoothie ai frutti di bosco:

  1. Lavate bene i frutti di bosco.
  2. In un bicchiere alto o una caraffa mettete i frutti di bosco, il latte di mandorle e lo zucchero di canna
  3. Frullate tutti gli ingredienti con l’aiuto di un mixer ad immersione.
  4. Versate lo smoothie nel vostro bicchiere preferito.
  5. Gustatelo ben fresco.

Lo smoothie è ottimo da consumare per la merenda o per la colazione. Potete abbinarlo a una fetta di crostata o un’altra fetta di torta. E’ l’ideale per rinfrescarsi in queste giornate estive.

TARTUFI AL COCCO E MANDORLE: RICETTA VEGAN

TARTUFI AL COCCO E MANDORLE
TARTUFI AL COCCO E MANDORLE

LA RICETTA DEI TARTUFI AL COCCO E MANDORLE

Amo coccolare le persone a cui voglio bene con le mie dolcezze e l’occasione per preparare questi deliziosi tartufi al cocco e mandorle, completamente vegani, si è presentata nel mese di luglio. Qui a Lecco, ormai da tre anni, viene organizzato il “My secret dinner”.  Si tratta di un pic-nic molto chic, che si tiene in città, in cui i partecipanti, rigorosamente vestiti di bianco, devono provvedere alla preparazione del cibo e all’allestimento dei tavoli. La cosa può sembrare alquanto semplice, se non per il piccolo dettaglio che la location rimane segreta fino a due giorni prima dell’evento. Io e le mie preziose amiche ci siamo date un gran da fare per organizzarci: chi portava le stoviglie, chi le bevande, chi le decorazioni, chi le portate principali, ma a me spettava il dolce.

Ero particolarmente emozionata perché avrei avuto l’occasione di cimentarmi con le ricette vegane, visto che la mia amica Valentina è vegana e volevo fare dei dolci molto buoni e pieni di gusto. La prima scelta è ricaduta sulla crostata alla frutta di cui vi parlerò più approfonditamente in un altro post, ma volevo preparare anche delle piccole dolcezze da gustare a fine serata. Curiosando qua e là ho trovato sul blog di Laura Barile la ricetta di questi tartufi vegan al cocco e mandorle (QUI trovate la ricetta originale) che mi hanno colpito per la loro semplicità. Per realizzare i tartufi al cocco e mandorle ho utilizzato le albicocche secche, invece dei datteri, ma il risultato è stato comunque ottimo. Infatti, per stemperare il gusto deciso delle albicocche è bastato aggiungere un po’ di zucchero di canna.

TARTUFI AL COCCO E MANDORLE
TARTUFI AL COCCO E MANDORLE

Ingredienti per i tartufi al cocco e mandorle

  • 150 g di albicocche secche. In alternativa potete usare i datteri che conferiscono ai tartufi al cocco e mandorle un gusto più gradevole vista la loro naturale dolcezza.
  • 45 g di farina di cocco + quella che serve per la copertura
  • 50 g di mandorle spellate
  • 2 cucchiai di cacao amaro + quello che serve per la copertura
  • 3 cucchiai scarsi di zucchero di canna
  • due cucchiai di latte di mandorla o altro latte vegetale

Cosa occorre per fare i tartufi al cocco e mandorle: un mixer, una ciotola, un cucchiaio, pirottini di carta per appoggiare i tartufi…voglia di creare delle piccole dolcezze tutte naturali!

Procedimento per fare i tartufi al cocco e mandorle:

  1. Nel mixer ponete le mandorle spellate e frullatele.
  2. Aggiungete le albicocche secche, la farina di cocco, il cacao amaro, il latte di mandorle e, infine lo zucchero di canna. Frullate fino a ottenere un composto compatto.
  3. Fate riposare il composto dei tartufi al cocco e mandorle in frigorifero per almeno mezz’ora.
  4. Trascorso il tempo di riposo prelevate una piccola porzione dal composto, create una pallina e fatela rotolare nel cacao in polvere o nella farina di cocco.
  5. Appoggiateli sui pirottini di carta e conservateli in frigorifero.

I tartufi al cocco e mandorle hanno riscosso un notevole successo. Si conservano in frigorifero per due o tre giorni.

QUI potete trovare la ricetta dei classici tartufi al cioccolato

Buona Sweet therapy a tutti!

BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING CON FRAGOLE E KIWI

BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING
BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING

Meglio tardi che mai dice il proverbio e io, un po’ in ritardo, torno alla mia Sweet therapy con il budino ai semi di chia o chia pudding: un dolce che mi ha aiutato in questo periodo in cui ho fatto mille mila cose e le giornate erano sempre troppo corte. Non ricordo esattamente dove ho scovato questo “dolce”. Le virgolette sono d’obbligo perchè lo zucchero nel chia pudding è del tutto assente, ad eccezione di quello contenuto nelle fragole e nei kiwi, coppia vincente da abbinare al budino ai semi di chia, che da solo risulterebbe un po’ triste e privo di sapore.

Con l’arrivo di questo caldo, non so cosa mi sia successo, sono stata assalita da una fame mostruosa, tanto che molto spesso a metà mattina ero affamata come non mai. La situazione era diventata abbastanza fastidiosa: in primo luogo, perchè a colazione mangiavo un quantitativo di biscotti utile a sfamare un intera nazione e, in secondo luogo, mi sentivo in colpa a mangiare tutta quella montagna di dolci che, sicuramente, non mi facevano troppo bene. Ma da quando ho scoperto il chia pudding la situazione è decisamente migliorata: mangio meno biscotti e mi sento molto più energica.

INGREDIENTI PER IL BUDINO AI SEMI DI CHIA (2 porzioni)

  • 25 g di semi di chia
  • 250 ml di latte di soia o altro latte vegetale
  • fragole q.b.
  • kiwi q.b
  • 1 cucchiaio di miele o sciroppo d’agave

COSA OCCORRE PER FARE IL CHIA PUDDING: Una ciotola, due barattoli di vetro, un cucchiaio e una notte di riposo affichè i semi di chia facciano il loro dovere… 🙂

PROCEDIMENTO

  1. In una ciotola ponete i semi di chia e aggiungete il latte di soia.
  2. Mescolate bene fino a che i semi non si saranno distribuiti uniformente nella ciotola.
  3. Lasciate riposare il composto per tutta la notte in frigorifero.
  4. Trascorso il tempo di riposo riprendete il budino ai semi di chia, che avrà una consistenza simile a quella dello yogurt. Distribuitelo uniformemente in due barattoli o ciotoline.
  5. Guarnite con fragole e kiwi. Se preferite che il budino ai semi di chia sia più dolce aggiungete un goccio di miele o sciroppo d’agave.
BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING
BUDINO AI SEMI DI CHIA O CHIA PUDDING

Visto l’imminente arrivo dell’estate potete preparare il budino ai semi di chia utilizzando la frutta fresca che preferite. Con pesche, albicocche, melone e ciliegie avete solo l’imbarazzo della scelta!

Buona colazione e buona sweet therapy! 🙂