PORRIDGE AI FIOCCHI D’AVENA E FRUTTA FRESCA

PORRIDGE AI FIOCCHI D'AVENA E FRUTTA FRESCA
PORRIDGE AI FIOCCHI D’AVENA E FRUTTA FRESCA

LA RICETTA DEL PORRIDGE AI FIOCCHI D’AVENA E FRUTTA FRESCA

Inauguriamo il mese di settembre con la ricetta del porridge ai fiocchi d’avena e frutta fresca. Infatti, ho scelto di postare questa ricetta proprio ora perchè ho finalmente risolto l’annoso problema della fame che sopraggiunge verso metà mattina. Nel periodo vacanziero, complici colazioni pantagrueliche e la sveglia dimenticata in un meandro polveroso del comodino, il problema del buco allo stomaco delle 10.30 me lo ero proprio scordato. Oggi, invece, ritornata al lavoro, nonostante la colazione a base di té, muffin e una quantità di biscotti utili a sfamare 10 persone, alle 10.30 il mio stomaco ha cominciato a darmi le prime avvisaglie di fame, e a nulla è valso il thermos di tè verde alla menta che troneggiava sulla scrivania.

La fame mi ha fatto compagnia fino alle 13.30 quando, ad attendermi, ho trovato una bella porzione di pizzoccheri. Solo oggi pomeriggio mi sono ricordata di questo delizioso porridge preparato nei giorni antecedenti alla mia partenza. Il porridge è una zuppa ai fiocchi d’avena originaria del mondo anglosassone. Si prepara lasciando a mollo i fiocchi d’avena nell’acqua che vengono successivamente cotti nel latte o, per una versione vegana, nelle bevande vegetali o, più semplicemente, dell’acqua.

Il porridge può essere dolcificato con del miele, dello sciroppo d’acero o consumato così come è. Io l’ho accompagnato con delle fragole e un goccio di miele, e ho già in mente una gustosissima versione invernale. Il porridge è un alimento nutriente in grado di fornirvi il giusto apporto di energia per affrontare la giornata e potete dire addio all’assalto alle macchinette verso le 10.45. Per realizzare il porridge ho usato la ricetta di Giallo Zafferano, che potete trovare QUI. Io l’ho modificata preferendo cuocere i fiocchi d’avena nella bevanda vegetale alla soia.

 

Ingredienti per una porzione di porridge ai fiocchi d’avena e frutta fresca

  • 60 g di fiocchi d’avena
  • 140 ml di bevanda vegetale alla soia o altra bevanda vegetale
  • 200 ml di acqua
  • Frutta fresca per guarnire
  • Miele q.b. o altro dolcificante a piacere

Cosa occorre per preparare il porridge ai fiocchi d’avena: una ciotola per ammollare i fiocchi davena, un pentolino, un cucchiaio di legno…una scodella e un cucchiaio per consumare la vostra colazione!

Procedimento per preparare il porridge ai fiocchi d’avena e frutta fresca

  1. Ponete i fiocchi d’avena in una ciotola insieme all’acqua e lasciateli ammollare per circa un’ora.
  2. Quando i fiocchi d’avena saranno sufficientemente morbidi metteteli in un pentolino insieme al latte di soia.
  3. Fate cuocere il composto per 8-10 minuti, fino a che tutto il latte non sarà stato assorbito.
  4. Spegnete il fuoco e ponete il porridge in una ciotola.
  5. Dolcificate con il miele. Accompagnate con frutta fresca tagliata a pezzettini.

Non vi sembra un a colazione magnifica? Addio giornate noiose! Benvenuta energia!

Il porridge va preparato e consumato al momento. E’ buono da gustare tiepido.

Buona Sweet therapy a tutti! 🙂

 

 

CONFETTURA DI PESCHE E ALBICOCCHE

CONFETTURA DI PESCHE E ALBICOCCHE
CONFETTURA DI PESCHE E ALBICOCCHE

 

La mia passione per le marmellate e le confetture, in particolare per la confettura di pesche e albicocche, ve l’ho già raccontata in tanti post e, solo dall’anno scorso, ho cominciato a farle in casa. Quest’estate, fra mille impegni, non avevo ancora avuto un minuto libero per preparare le confetture. Oggi vi presento la ricetta di questa deliziosa confettura di pesche e albicocche. In estate si potrebbe vivere di solo frutta e la lista è infinita: pesche, albicocche, angurie, meloni, fragole, ciliegie, prugne, uva, lamponi, mirtilli, pere coscia, more…e chi più ne ha, più ne metta.

Il problema è che l’estate, per lo meno dove vivo io, dura sempre troppo poco. Per ovviare a questo “piccolo inconveniente” si può conservare la bontà della frutta estiva facendo delle ottime confetture. Le mie confetture e marmellate contengono solo frutta e zucchero di canna: sono ottime per farcire delle ottime crostate o anche solo per gustarle con del buon pane…farete delle colazioni e delle merende superlative.

 

INGREDIENTI per la confettura di pesche e albicocche

  • 1 kg di pesche
  • un chilo di albicocche
  • 1 kg di zucchero di canna

 

COSA OCCORRE PER FARE LA CONFETTURA DI PESCHE E ALBICOCCHE: Vasetti di vetro per le confetture (vi ricordo che i vasetti di vetro li potete riutilizzare più volte dopo averli accuratamente lavati e sterilizzati, mentre i coperchi li potete usare una sola volta, poi li dovete buttare via), una pentola in acciaio, un cucchiaio di legno, una schiumarola, un frullatore a immersione per frullare la confettura se vi piacciono le confetture vellutate senza pezzi di frutta…e poi tanta voglia di racchiudere la magia dell’estate e portarla con voi per tutto l’inverno!!! 🙂

 

PROCEDIMENTO

  1. Per prima cosa sterilizzate i vasetti di vetro (la procedura la potete trovare QUI).
  2. Lavate accuratamente la frutta e praticate due incisioni sul fondo.
  3. Portate a ebollizione dell’acqua e tuffateci la frutta: fatela scottare solo pochi minuti.
  4. Dopo aver scolato la frutta fatela raffreddare, sbucciate le pesche e le albicocche e togliete i noccioli. La buccia verrà via molto facilmente.
  5. Tagliate la frutta a piccoli pezzettini e trasferitela in una pentola di acciaio.
  6. Mettete la pentola sul tegame e aggiungete lo zucchero di canna.
  7. Fate bollire la confettura di pesche e albicocche per 35-40 minuti fino a che non si sarà sufficientemente addensata.
  8. Trasferite la confettura di pesche e albicocche nei vasetti sterilizzati.
  9. Chiudete perfettamente con i tappi, capovolgete i vasetti e lasciateli così fino a che la confettura di pesche e albicocche non si sarà perfettamente raffreddata.
  10. Quando i vasetti si saranno raffreddati girateli e controllate che si sia formato il sottovuoto.
  11. Conservate i vasetti in un luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce.
  12. Aspettate un mese prima di consumare la confettura di pesche e albicocche.

 

Con le quantità di zucchero e frutta indicate otterrete circa 6 vasetti da 250g l’uno. La confettura di pesche e albicocche è pronta…ora non mi resta che gustarla con del buon pane o fare una bella crostata…

 

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂