PORRIDGE AI FIOCCHI D’AVENA E FRUTTA FRESCA

PORRIDGE AI FIOCCHI D'AVENA E FRUTTA FRESCA
PORRIDGE AI FIOCCHI D’AVENA E FRUTTA FRESCA

LA RICETTA DEL PORRIDGE AI FIOCCHI D’AVENA E FRUTTA FRESCA

Inauguriamo il mese di settembre con la ricetta del porridge ai fiocchi d’avena e frutta fresca. Infatti, ho scelto di postare questa ricetta proprio ora perchè ho finalmente risolto l’annoso problema della fame che sopraggiunge verso metà mattina. Nel periodo vacanziero, complici colazioni pantagrueliche e la sveglia dimenticata in un meandro polveroso del comodino, il problema del buco allo stomaco delle 10.30 me lo ero proprio scordato. Oggi, invece, ritornata al lavoro, nonostante la colazione a base di té, muffin e una quantità di biscotti utili a sfamare 10 persone, alle 10.30 il mio stomaco ha cominciato a darmi le prime avvisaglie di fame, e a nulla è valso il thermos di tè verde alla menta che troneggiava sulla scrivania.

La fame mi ha fatto compagnia fino alle 13.30 quando, ad attendermi, ho trovato una bella porzione di pizzoccheri. Solo oggi pomeriggio mi sono ricordata di questo delizioso porridge preparato nei giorni antecedenti alla mia partenza. Il porridge è una zuppa ai fiocchi d’avena originaria del mondo anglosassone. Si prepara lasciando a mollo i fiocchi d’avena nell’acqua che vengono successivamente cotti nel latte o, per una versione vegana, nelle bevande vegetali o, più semplicemente, dell’acqua.

Il porridge può essere dolcificato con del miele, dello sciroppo d’acero o consumato così come è. Io l’ho accompagnato con delle fragole e un goccio di miele, e ho già in mente una gustosissima versione invernale. Il porridge è un alimento nutriente in grado di fornirvi il giusto apporto di energia per affrontare la giornata e potete dire addio all’assalto alle macchinette verso le 10.45. Per realizzare il porridge ho usato la ricetta di Giallo Zafferano, che potete trovare QUI. Io l’ho modificata preferendo cuocere i fiocchi d’avena nella bevanda vegetale alla soia.

 

Ingredienti per una porzione di porridge ai fiocchi d’avena e frutta fresca

  • 60 g di fiocchi d’avena
  • 140 ml di bevanda vegetale alla soia o altra bevanda vegetale
  • 200 ml di acqua
  • Frutta fresca per guarnire
  • Miele q.b. o altro dolcificante a piacere

Cosa occorre per preparare il porridge ai fiocchi d’avena: una ciotola per ammollare i fiocchi davena, un pentolino, un cucchiaio di legno…una scodella e un cucchiaio per consumare la vostra colazione!

Procedimento per preparare il porridge ai fiocchi d’avena e frutta fresca

  1. Ponete i fiocchi d’avena in una ciotola insieme all’acqua e lasciateli ammollare per circa un’ora.
  2. Quando i fiocchi d’avena saranno sufficientemente morbidi metteteli in un pentolino insieme al latte di soia.
  3. Fate cuocere il composto per 8-10 minuti, fino a che tutto il latte non sarà stato assorbito.
  4. Spegnete il fuoco e ponete il porridge in una ciotola.
  5. Dolcificate con il miele. Accompagnate con frutta fresca tagliata a pezzettini.

Non vi sembra un a colazione magnifica? Addio giornate noiose! Benvenuta energia!

Il porridge va preparato e consumato al momento. E’ buono da gustare tiepido.

Buona Sweet therapy a tutti! 🙂

 

 

GRANOLA CON MANDORLE, BACCHE DI GOJI E CRANBERRIES

GRANOLA CON MANDORLE, BACCHE DI GOJI E CRANBERRIES
GRANOLA CON MANDORLE, BACCHE DI GOJI E CRANBERRIES

La ricetta della granola con mandorle, bacche di goji e cranberries

Avete mai provato la granola fatta in casa? Io si e me ne sono innamorata all’istante. Dovete sapere che io e la mia mamma siamo delle fan degli spuntini sani e scrocchiarelli, come il muesli. Infatti, quando lo compriamo, finisce sempre in men che non si dica. Curiosando tra i blog ho incontrato, in modo del tutto casuale, quello de “Il Colazionista” e tra i vari post ho trovato la ricetta della granola (QUI il link diretto per la ricetta).

Ho deciso di farla immediatamente perchè in casa avevo un grosso pacco di fiocchi d’avena (prima o poi capirò perchè sono così affezionata ai fiocchi d’avena…) e con l’arrivo della primavera ho sentito la necessità di qualcosa di energetico. La granola, a differenza del muesli, è meno dolce perchè contiene meno zucchero, ma si riesce ad assaporare perfettamente il gusto dei fiocchi d’avena e della frutta essiccata. Il colazionista consiglia di sbizzarrirsi con gli abbinamenti e io ho deciso di preparare la granola con le mandorle, le bacche di goji e i cranberries. E’ stata una scelta molto azzeccata perchè i vari gusti si sono amalgamati perfettamente.

Con l’arrivo della stagione estiva mi piacerebbe provare una variante con mandorle, cocco e ananas. La granola può essere consumata da sola come ottimo spuntino, oppure accompagnata da latte o yogurt.

INGREDIENTI PER LA GRANOLA

  • 200 g di fiocchi d’avena
  • 100 – 120 g di mandorle (io ho usato quelle sgusciate con la pellicina)
  • 50 g di bacche di goji
  • 50 g di cranberries
  • 75 g di miele
  • 30 ml di olio di semi di mais
  • 70 ml di acqua
  • un cucchiaio abbondante di zucchero di canna
Cosa occorre per fare la granola: un pentolino, carta forno, una ciotola e un bel barattolo di vetro per conservare la granola…tanta voglia di fare quacosa di buono.

 

PROCEDIMENTO PER LA GRANOLA

  1. Preriscaldate il forno a 160°C.
  2. Per prima cosa preparate lo sciroppo. In un pentolino fate sciogliere il miele con l’acqua, l’olio di semi di mais e lo zucchero di canna. Lasciate raffreddare il liquido ottenuto.
  3. Riducete a pezzettini le mandorle e unitele ai fiocchi d’avena.
  4. Aggiungete lo sciroppo ai fiocchi d’avena e alle mandorle. Mescolate tutto con un cucchiaio di metallo.
  5. Distribuite il composto su una teglia rivestita precedentemente con carta da forno. Fate tostare il tutto a 160°C per 30 minuti. Abbiate cura di rimestare i fiocchi d’avena e le mandorle ogni 10 minuti, in modo che non si attacchino alla teglia.
  6. La granola è pronta quando sarà abbronzata e la vostra casa sarà invasa da un meraviglioso profumo.
  7. A questo punto aggiungete le bacche di goji e i cranberries.
  8. Lasciate raffreddare la granola e poi conservatela in un barattolo: si conserva per più giorni.

Buona colazione e buona Sweet therapy!

 

CROSTATA INTEGRALE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE

CROSTATA INTEGRALE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE
CROSTATA INTEGRALE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE

LA RICETTA DELLA CROSTATA INTEGRALE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE

Questa crostata integrale con marmellata di albicocche e fiocchi di avena è nata in un modo un po’ particolare. Quasi due mesi fa sono andata al Natura Sì e, posseduta da uno spirito salutistico, ho acquistato un paccone (e mi preme sottolineare PACCONE) da mezzo chilo di fiocchi d’avena integrali.

Peccato che quando li ho acquistati non avevo la benchè minima consapevolezza di come li avrei usati…sapevo solo che dovevo comprarli, perchè i fiocchi d’avena sono uno degli alimeti più salutari. Purtroppo quei fiocchi d’avena continuavano a rimanere lì sulla mensola senza essere utilizzati. L’unico modo per consumarli in modo massiccio era inserirli in un dolce…ma quale dolce??? Pensa che ti ripensa ho deciso di frullarli per ottenere una sorta di farina, che ho in parte utilizzato per questa deliziosa crostata tutta integrale. Il profumo che ha sprigionato durante la cottura era assolutamente inebriante.

 

Ingredienti per la crostata integrale con marmellata di albicocche

  • 200 g di farina integrale
  • 100 g di fiocchi d’avena integrali
  • 130 g di margarina
  • 150 g di zucchero di canna integrale
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • mezza bustina di lievito per dolci (8 grammi)
  • marmellata di albicocche q.b.

 

COSA OCCORRE PER FARE LA CROSTATA INTEGRALE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE: Uno stampo da crostata con il diametro di 24 cm, un frullatore, carta da forno, formine da biscotti, un mattarello…e fantasia q.b. per utiizzare gli ingredienti che avete in casa e non sapete come utilizzarli 🙂

 

Procedimento per preparare la crostata integrale con marmellata di albicocche

  1. Frullate i fiocchi d’avena fino a ottenere una sorta di farina.
  2. Ponete la farina ottenuta dai fiocchi d’avena e la farina integrale a fontana su di una spianatoia.
  3. Aggiungete il resto degli ingredienti: la margarina, lo zucchero di canna, l’uovo, il pizzico di sale, la vanillina, e, infine, il lievito per dolci.
  4. Impastate tutti gli ingredienti fino  ottenere un panetto liscio e omogeneo che metterete a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
  5. Trascorso il tempo di riposo preriscaldate il forno a 180°C.
  6. Stendete la frolla integrale fino a ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro.
  7. Ponete la frolla integrale nello stampo da crostata che avrete precedentemente foderato con carta da forno.
  8. Ritagliate la pasta in eccesso  e mettetela da parte per fare le decorazioni.
  9. Bucherellate il fondo della crostata integrale, poi ricoprite con la marmellata di albicocche.
  10. Prendete la frolla avanzata e ricavate delle formine per decorare la superficie: io ho scelto questa deliziosa fantasia di cuori. 🙂
  11. Infornate la crostata integrale con marmellata di albicocche a 180°C per circa 35 minuti.
  12. Estraete dal forno la crostata integrale con marmellata di albicocche, fatela raffreddare e poi gustatevela.

 

Ecco, la crostata integrale con marmellata di albicocche è pronta. Va benissimo adesso ce fa un po’ caldo e non si ha voglia di mangiare dolci troppo pesanti. Abbinate un bel succo di frutta e otterrete una colazione o una merenda gustosissima… 🙂

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

CROSTATA INTEGRALE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE
CROSTATA INTEGRALE CON MARMELLATA DI ALBICOCCHE…DOPO LA COTTURA!!!
Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta della crostata integrale con marmellata di albicocche cliccando sull’icona Print Friendly.