MARMELLATA DI ARANCE. PER CHI AMA LE COSE BUONE

MARMELLATA DI ARANCE
MARMELLATA DI ARANCE

LA RICETTA DELLA MARMELLATA DI ARANCE

Eccomi qui a presentarvi la ricetta delle marmellata di arance. Dovete sapere che io e le marmellate ci amiamo da sempre. La mia colazione preferita consiste in una bella tazza di thè accompagnata da due fette di pane tostato con della squisita marmellata. Era da un po’ di tempo che nella mia testa si era insinuata l’idea di fare la marmellata fatta in casa, anche se non vi nascondo che la cosa destava in me non poca preoccupazione: in primo luogo ero ossessionata dalla sterilizzazione dei vasetti e, in secondo luogo, temevo che non si creasse il sottovuoto.

Tuttavia, durante l’estate, ho riletto per la duecentesima volta uno dei mie libri preferiti, ossia Sotto il sole della Toscana. La protagonista del libro si cimenta nella preparazione della marmellata di pesche che gusta spalmata su delle fragranti fette di pane toscano, nella magica atmosfera della sua Bramasole. Ebbene  la lettura di questo passo ha fatto nascere in me una irrefrenabile voglia di preparare la marmellata.

La marmellata di arance non è la prima che preparo, ma credo sia quella per cui ho faticato di meno. 🙂 Innanzitutto, fare la marmellata richiede serenità, tranquillità e un lasso di tempo abbastanza lungo. Io, ad esempio, preparo la marmellata quando avverto la necessità di staccare il cervello dal mondo esterno e non pensare a niente e nessuno, poi, come per magia, mi ridesto quando sigillo ermeticamente tutti i miei vasetti. Qui di seguito vi illustrerò i passaggi che dovete seguire per confezionare la marmellata di arance, come anche le altre confetture che vi piacciono di più.

INGREDIENTI PER LA MARMELLATA DI ARANCE

  • 10-12 arance bio (è all’incirca un chilo e mezzo di arance pesate senza la buccia)
  • 700-800 g di zucchero di canna
COSA OCCORRE PER FARE LA MARMELLATA DI ARANCE: Vasetti di vetro per le conserve con relativo coperchio, una pentola in acciaio o in rame (mi raccomando non antiaderenti), un pelapatate, un asse di legno, coltello, una schiumarola, un minipimer (se preferite la marmellata in pezzi potete non usarlo), un cucchiaio di legno…più pazienza, serenità e tranquillità. 🙂

PROCEDIMENTO PER LA STERILIZZAZIONE

La prima cosa che occorre fare quando si vuole fare la marmellata di arance, o qualsiasi altro tipo di confettura, è la sterilizzazione dei vasetti di vetro. Dovete acquistare gli appositi vasetti che si trovano nei supermercati con i relativi tappi: i vasetti li potete riciclare per la marmellata successiva, mentre i tappi vanno cambiati tutte le volte. Per sterilizzarli dovete:

  • Sciacquare bene i vasetti sotto l’acqua corrente.
  • Metterli in una pentola molto capiente e ricoprirli di acqua. L’acqua deve superare l’orlo dei barattoli di 3 cm. Se volete potete inserire, fra un vasetto e l’altro, un canovaccio: in questo modo i vasetti non si urteranno l’uno con l’altro.
  • Accendete il fuoco e aspettate che l’acqua cominci a bollire.
  • Fate bollire l’acqua (e i vasetti) per 20 minuti.
  • Passati i 20 minuti aggiungete anche i tappi e fate bollire il tutto per altri 10 minuti.
  • Nel frattempo accendete il forno a 180°C.
  • Una volta che barattoli e tappi avranno finito di bollire prelevateli dalla pentola con l’aiuto di una pinza. Inseriteli nel forno ad asciugare: in questo modo eviterete che nei tappi o nei barattoli rimangano tracce di umidità che potrebbero compromettere l’ottimale conservazione del prodotto.
  • Al termine dell’asciugatura ponete i vostri vasetti e i tappi su di un asciugamano a raffreddare.

PROCEDIMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLA MARMELLATA DI ARANCE

  1. Lavate e asciugate le arance con molta cura.
  2. Prendete tre delle vostre arance e, con l’aiuto di un pelapatate, prelevate la scorza cercando di evitare la parte bianca.
  3. Tagliate la buccia a striscioline sottili.
  4. Fate bollire dell’acqua in un pentolino piccolo e lasciate bollire le scorze per 3-4 minuti.
  5. Ripetete questa operazione per tre volte.
  6. Nel frattempo sbucciate tutte le arance e prelevate i semi.
  7. Pesate la quantità ottenuta: vi servirà per regolarvi con la dose di zucchero.
  8. Tagliate a pezzettini le vostre arance e mettetele in una pentola di acciaio.
  9. Fate sobbollire per circa 6 minuti, poi aggiungete lo zucchero di canna.
  10. Prelevate l’eventuale schiuma con la schiumarola.
  11. Quando frutta e zucchero si saranno sufficientemente amalgamati frullate il tutto con il minipimer, poi aggiungete le scorzette.
  12. Continuate la cottura della marmellata a fuoco dolce. Girate di tanto in tanto, per circa 45-50 minuti, o fino a che non si sarà addensata. Provate a farla colare su un piattino freddo: se non scivola via allora la marmellata è pronta.
  13. Inserite la marmellata bollente nei vasetti e poi chiudete ermeticamente con i tappi.
  14. Capovolgete i barattoli e lasciateli in quella posizione fino a che non si saranno completamente raffreddati.
  15. Girateli, controllate che si sia creato il sottovuoto, e poneteli a riposare, per almeno un mese, in un luogo fresco e asciutto, possibilmente al riparo della luce.
  16. Passato il lasso di tempo potete gustarvi la vostra marmellata.

Con 10-12 arance io ho riempito tre vasetti da 250 ml, più uno da 200 ml ottenendo, all’incirca, un chilo di marmellata. Adesso i miei barattoli stanno riposando in cantina, ma non vedo l’ora di aprirli per provare la marmellata di arance con il pane tostato o su una bella crostata. Non vi resta che andare a comprare le arance e dedicare il vostro tempo alle marmellate.

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

Vi ricordo che potete stampare o salvare la ricetta della marmellata di arance cliccando sull’icona “Print Friendly”.

TORTA SOFFICE AL PROFUMO DI ARANCIA E DI RICORDI BELLI

TORTA SOFFICE AL PROFUMO DI ARANCIA
TORTA SOFFICE AL PROFUMO DI ARANCIA

LA RICETTA DELLA TORTA SOFFICE AL PROFUMO DI ARANCIA

La torta soffice al profumo di arancia, nonostante sia un dolce molto semplice, ha per me una valenza molto speciale. E’, infatti, la torta che mi preparava mia mamma per il mio compleanno quando ero una bambina. Dovete capire che mia mamma non ha un buon rapporto con la tecnologia e prima di comprare lo sbattitore elettrico è passato tantissimo tempo. Lei per montare le uova e lo zucchero usava un attrezzo infernale (che abbiamo ancora!!!) che credo usassero e usino tutt’ora solo i campioni di braccio di ferro: c’è una rotellina da girare, ma, puntualmente questa si blocca. Per cui le torte soffici, come questa per l’appunto, le preparava solo nelle occasioni speciali, come il mio compleanno. Lei era solita fare la crostata su cui è imbattibile.

Adoro la torta soffice al profumo di arancia proprio per il profumo particolare che sprigiona durante la cottura. E’ ottima per usare le arance che si trovano attualmente in commercio. E’ composta da pochi, ma semplici ingredienti. Va benissimo per la colazione perché da quella carica in più, ma è ottima anche per la merenda.

INGREDIENTI PER LA TORTA SOFFICE AL PROFUMO DI ARANCIA

  • 300 g di farina 00
  • 100 g di fecola di patate
  • 120 g di burro
  • 4 uova
  • 1 arancia (il succo e la scorza grattugiata)
  • una bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • Per guarnire: zucchero a velo e fettine d’arancia
COSA TI OCCORRE PER FARE LA TORTA SOFFICE AL PROFUMO DI ARANCIA: Uno sbattitore elettrico (mi raccomando), ciotola, spremiagrumi, una spatola per dolci, una tortiera con il diametro di 24 cm…e tanta voglia di attualizzare un bel ricordo dal passato! 🙂

Procedimento per la torta soffice al profumo di arancia

  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. fate sciogliere il burro e poi fatelo raffreddare.
  3. Ponete le uova in una ciotola insieme allo zucchero e cominciate a montare fino a che il composto non diventa soffice e spumoso.
  4. Unite il burro sciolto e continuate a sbattere.
  5. Unire anche il sale, la vanillina, il succo e la scorza grattugiata dell’arancia.
  6. Mescolate il tutto e unite, in ultimo, anche la farina, la fecola e il lievito setacciati con la farina.
  7. Trasferite l’impasto in una teglia con il diametro di 24 cm.
  8. Cuocete a 180°C per 40 minuti circa. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.
  9. Sfornate, lasciate raffreddare e decorate, a piacere, con zucchero a velo e fettine d’arancia.

Fare la torta soffice al profumo di arancia e presentarvela equivale per me a fare un viaggio nel passato. Questa torta è intramontabile nella sua estrema semplicità.

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta della torta soffice al profumo di arancia cliccando sull’icona “Print Friendly”.

 

CENTRIFUGATO CAROTA, ARANCIA, MELA E NOCI

CENTRIFUGATO CAROTA, ARANCIA, MELA E NOCI
CENTRIFUGATO CAROTA, ARANCIA, MELA E NOCI

Credo che, a tutti, capitino dei giorni in cui ci si sente un po’ stanchi, un po’ spenti, un po’ esauriti e si vorrebbe stare a letto tutto il giorno. Ebbene, quando io mi sento così, faccio solo quello che mi suggerisce il mio corpo: sto in pigiama tutto il giorno, mangio dolci e cioccolato, guardo film strappalacrime, dormo, leggo e lascio che il mio corpo e, soprattutto, la mia mente recuperino le energie perdute.

Io, troppo spesso, non seguivo i segnali che il corpo mi inviava, ma ciò comportava effetti disastrosi e effettivamente devastanti per il mio benessere. Quest’anno, dopo il forte periodo di stress della laurea, ho deciso di prendere una pausa per coccolarmi e ascoltare tutti i cambiamenti del mio corpo.

Adesso, ad esempio, la mia faccia e il mio collo sono totalmente ricoperti da brufoli 🙁 …che sia l’adolescenza pronta a ripresentarsi? Spero proprio di no! Credo che, in fondo, la responsabilità sia da imputare, oltre che agli ormoni, a questo tempo pazzerello. La mia pelle reagisce male ai cambi di stagione e, quest’anno, siamo passati dai 15-20 °C, a poco più di 0 °C nel giro di tre giorni. Infatti, l’epidermide si è subito seccata, lasciando questo sfogo degno di una adolescente in piena tempesta ormonale.

Ho deciso, accanto a dei buoni prodotti per la pelle, di potenziare l’uso di frutta e verdura, che io consumo già in quantità notevoli, scegliendo quegli ingredienti che siano efficaci per il benessere della mia cute.

Il centrifugato di oggi è ricco di questi elementi. La CAROTA è la migliore amica della nostra pelle: è ottima per svariati inestetismi, fra cui anche la mia odiatissima acne. Al succo di carota ho aggiunto una spremuta di ARANCIA. Questo frutto contiene tanta vitamina C importante per ogni tessuto, compresa la nostra pelle. Ho centrifugato anche la MELA: adoro il suo succo fresco e mi piace pensare che consumarne un frutto al giorno mi renda più bella. Ho arricchito il mio centrifugato con delle NOCI tritate: conferiscono alla bevanda una speciale consistenza e, grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, alleviano i disturbi provocati dall’acne.

INGREDIENTI PER IL CENTRIFUGATO CAROTA, ARANCIA, MELA E NOCI

  • 3-4 carote
  • 1 mela (io ho usato una delizia, ma voi potete usare la tipologia che più vi piace)
  • 1 arancia
  • 5-6 noci

COSA TI OCCORRE PER FARE IL CENTRIFUGATO CAROTA, ARANCIA, MELA E NOCI: Una centrifuga, uno spremiagrumi, un tritatutto…e tanta voglia di esaltare la vostra stupenda bellezza. Non dico che il mio centrifugato sia una pozione magica, ma, per lo meno, assimilerete tante sostanze benefiche per il vostro organismo. 🙂

PROCEDIMENTO

  1. Sgusciate le noci e, con l’aiuto di un tritatutto, riducetele in polvere.
  2. Sbucciate le carote, lavatele accuratamente e tagliatele a pezzettini.
  3. Lavate la mela e tagliatela a pezzi piccoli. Non occorre sbucciarla.
  4. Centrifugate le carote e la mela.
  5. Spremete l’arancia e aggiungete la polpa e il succo a quello delle carote e della mela.
  6. Unite le noci tritate.
  7. Godetevi il centrifugato di carota, arancia, mela e noci. 🙂

Il centrifugato di carota, arancia, mela e noci ha un sapore gradevole: ho deciso che lo farò molto spesso. Adesso devo solo aspettare che le sostanze assunte facciano il loro miracolo ed eliminino questi brutti brufoli 🙁 …nel frattempo faccio buon uso di fondotinta e correttori, senza esagerare ovviamente…ci aggiungo il mio rossetto rosso preferito e sono pronta ad affrontare, nel migliore dei modi, la mie giornate frenetiche.

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂