MERINGHE PROFUMATE ALLA VANIGLIA

MERINGHE PROFUMATE ALLA VANIGLIA
MERINGHE PROFUMATE ALLA VANIGLIA

LA RICETTA DELLE MERINGHE PROFUMATE ALLA VANIGLIA

La parola d’ordine oggi è PAZIENZA. Sto aspettando con trepidazione una mail di F. che, purtroppo, non arriva. F., se non l’aveste capito, è l’uomo di cui sono innamorata, ma lui non lo sa…o forse fa finta di non saperlo. E’ tutto il giorno che fisso lo schermo del cellulare che non si illumina: è più nero di un buco nero intergalattico. E’ arrivato il momento di distrarmi. Devo preparare un dolce, ma non uno qualsiasi. Mi serve una preparazione semplice che richieda al contempo molta pazienza (quella che sto perdendo in questo momento). Ed ecco l’illuminazione. Preparerò le MERINGHE PROFUMATE ALLA VANIGLIA. Ho giusto gli albumi avanzati dalla crema pasticcera preparata per la torta della nonna, e una dose industriale di bacche di vaniglia che sostano nella mia credenza.

Le MERINGHE PROFUMATE ALLA VANIGLIA hanno una preparazione molto semplice: il segreto della loro riuscita sta tutto nella cottura o, ancora meglio, nell’ “asciugatura”. Le meringhe non devono cuocere, ma asciugare a temperatura moderata nel forno per lungo tempo, fino a che non diventano croccanti e friabili. E’ bellissimo vedere due ingredienti così diversi fra loro, come gli albumi e lo zucchero, unirsi e dare vita a dei dolci buonissimi che danno il buonumore. Vigilare attentamente sulla loro cottura, per lo meno, mi distrarrà dai miei continui e infiniti pensieri.

Ingredienti per circa 30 meringhe profumate alla vaniglia

  • 150 g di albumi
  • 330 g di zucchero a velo
  • i semi di una bacca di vaniglia o una bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • qualche goccia di succo di limone

COSA OCCORRE PER FARE LE MERINGHE PROFUMATE ALLA VANIGLIA: Uno sbattitore elettrico, una ciotola, una spatola per dolci, una tasca da pasticcere o una siringa per dolci, carta da forno…e poi attenzione e pazienza q.b. per controllare la cottura 🙂

Procedimento per le meringhe profumate alla vaniglia

  1. Preriscaldate il forno a 80-100 °C
  2. Ponete gli albumi, a temperatura ambiente, in una ciotola dopo averli separati perfettamente dai tuorli.
  3. Iniziate a sbattere gli albumi aggiungendo metà dello zucchero a velo e il pizzico di sale.
  4. Montate gli albumi con lo zucchero a neve fermissima fino a che, capovolgendo la ciotola, il composto non cade.
  5. Incorporate con la spatola, dal basso verso l’alto, l’altra metà dello zucchero a velo, la vanillina (o i semi di una bacca di vaniglia), e il succo di limone.
  6. Inserite il composto ottenuto in una siringa per dolci e formate, su una teglia foderata con carta da forno, delle meringhe con una diametro di circa 6-7 cm.
  7. Ponete le meringhe profumate alla vaniglia nel forno e lasciatele asciugare per almeno due ore.

Il tempo di cottura può variare in base alla grandezza delle meringhe e alla temperatura del forno. Io le lascio asciugare fino a tre ore a una temperatura di 85-90°. Passate le due ore apro leggermente la porta del forno per fare uscire l’eventuale umidità. Se prolungate i tempi di cottura eviterete che, all’interno delle meringhe, si crei il cuore morbido. Se vi dovesse avanzare dell’impasto procedete con un’altra infornata.

Quelle che vedete nella foto sono le meringhe profumate alla vaniglia sopravvissute alla mia abbuffata. Vi posso dire una cosa: adesso che le vedo lì mi sento molto meglio, non solo perchè sono, a mio modo di vedere, bellissime e profumate di vaniglia, ma perchè sono buone e mangiarle mi fa provare una grande soddisfazione. Conservate le vostre meringhe in una scatola a riparo dell’umidità…sempre che non le mangiate una dopo l’altra 🙂

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

Vi ricordo che potete salvare o stampare la ricetta delle meringhe cliccando sull’icona “Print Friendly”.

 

Print Friendly, PDF & Email