CHE CARNEVALE E’ SENZA LE CHIACCHIERE?

LE CHIACCHIERE
LE CHIACCHIERE

Ogni anno, puntualmente, arriva il Carnevale e con lui anche le chiacchiere. Io, da bambina, non amavo molto il Carnevale: ero abbastanza paurosa e tutte quelle strane maschere mi mettevano un po’ di timore. Poi col tempo questa festa mi è diventata indifferente, fino a che non ho vissuto dal vivo il meraviglioso Carnevale di Venezia. Mi trovavo là per motivi di studio e, caso vuole, che il mio soggiorno coincidesse proprio con quella festività. Che dirvi…mi sono ricreduta: Venezia, che già è magica di per sè, si addobba a festa, si riveste di divertimento, di un’eleganza raffinata e mai ostentata, di svago, di lusso e di tutto ciò che c’è di bello. Insomma, a me il Carnevale di Venezia piace proprio tanto e vi consiglio di viverlo prima o poi.

Per quest’anno il Carnevale veneziano posso solo sognarmelo, ma ho voluto ricreare l’atmosfera di festa con le chiacchiere, ossia il dolce carnevalesco per eccellenza. Farle ogni anno è diventato un rito e ahimè spariscono sempre troppo in fretta. Io, per farle, mi aiuto con la nonna papera (la macchinetta per fare la pasta) che apparteneva a mia nonna. Voi potete aiutarvi con un mattarello. Siete pronti per festeggiare il Carnevale? Allora andate a prendere gli ingredienti per le chiacchiere.

INGREDIENTI PER LE CHIACCHIERE

  • 350 g di farina 00
  • 4 cucchiai di zucchero semolato
  • 35 g di burro
  • 1 uovo più un tuorlo
  • la scorza grattugiata di un’arancia
  • 1 bustina di vanillina
  • vino bianco q.b. (potete sostituirlo con il succo dell’arancia)
  • 1 pizzico di sale
  • Per friggere: olio di semi di arachide
  • Per guarnire: zucchero a velo

COSA OCCORRE PER FARE LE CHIACCHIERE: Un mattarello o la macchinetta per fare la pasta, un coltello, una pentola per friggere…e tanta voglia di festeggiare il Carnevale 🙂

PROCEDIMENTO

  1. Disponete la farina a fontana su di una spianatoia.
  2. Ponete al centro gli altri ingredienti: il burro, l’uovo, il tuorlo, lo zucchero, la buccia grattugiata dell’arancia, la vanillina, il pizzico di sale e, infine, anche il vino bianco.
  3. Impastate fino a ottenere una panetto sodo ed elastico.
  4. Mettetelo a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
  5. Trascorso il tempo di riposo riprendete l’impasto e stendetelo in sfoglie molto sottili aiutandovi con la nonna papera o con un mattarello.
  6. Procedete fino a che non avrete finito tutta la pasta.
  7. Nel frattempo mettete l’olio di semi di arachide in una pentola e fatelo scaldare.
  8. Quando avrà raggiunto la temperatura ottimale immergete le chiacchiere e fatele cuocere da entrambi i lati.
  9. Mettetele a sgocciolare sulla carta assorbente.
  10. Lasciatele raffreddare le chiacchiere e cospargete, a piacere, con zucchero a velo.

Il segreto per renderle friabili, croccanti e leggere è tirare delle sfoglie molto sottili: in questo modo non assorbiranno troppo olio e voi non vi sentirete in colpa quando le mangerete…

Buona Sweet therapy a tutti!!! 🙂

Print Friendly, PDF & Email