MUFFIN AL CIOCCOLATO VEGANI: RICETTA SENZA UOVA E LATTE

MUFFIN AL CIOCCOLATO VEGANI
MUFFIN AL CIOCCOLATO VEGANI

LA RICETTA DEI MUFFIN AL CIOCCOLATO VEGANI

Il blog compie quasi due anni e, piano piano, comincio a raccogliere le prime soddisfazioni di cui sono complici anche questi deliziosi muffin al cioccolato vegani. Infatti, qualche mese fa, seguendo la pagina di “Tentar non cuoce” su Instagram, avevo notato un post in cui chiedevano ai followers: “Sei cintura nera di muffin?”. Il sito, infatti, chiedeva ai suoi lettori di inviare delle ricette di muffin. Non c’è stato bisogno di chiederlo due volte. Mi sono impegnata a fondo per fare delle belle foto, ho impaginato bene la ricetta e con un clic ho spedito la ricetta dei muffin al cioccolato vegani che avevo preparato proprio in quei giorni.

Le settimane passavano e quasi mi ero scordata di avergli inviato la ricetta quando, come per magia, un bel pomeriggio mi arriva una notifica su Instagram: “Tentar non cuoce” aveva pubblicato sul suo sito la ricetta dei miei muffin al cioccolato vegani. Non sapete quanto fossi felice. QUI trovate la ricetta pubblicata da loro. Questa piccola soddisfazione mi aveva insegnato che se ci si impegna a fondo si possono raggiungere mete lontane e vicine. Questa, per me, era una gran bella soddisfazione, proprio in un momento molto delicato in cui avevo la necessità di un dolce incoraggiamento.

Ingredienti per i muffin al cioccolato vegani

  • 150g di farina 00
  • 150 g di farina integrale
  • 150 g di zucchero di canna
  • 30 g di cacao amaro in polvere
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 180 ml di latte di soia o altra bevanda vegetale
  • 120 ml di olio di semi di mais
  • una bustina di lievito per dolci
  • gocce di cioccolato fondente q.b.
  • un pizzico di sale
  • una mela grattugiata
  • i semi di una bacca di vaniglia o una bustina di vanillina

 

Cosa occorre per fare i muffin al cioccolato vegani: Due ciotole, una spatola per dolci, una frusta a mano, pirottini di alluminio per i muffin, pirottini di carta per i muffin…voglia q.b. per raggiungere piccole e grandi soddisfazioni.

 

Procedimento per i muffin al cioccolato vegani

  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. Fate fondere il cioccolato fondente a bagnomaria e poi fatelo raffreddare.
  3. In una ciotola radunate tutti gli ingredienti secchi: le farine, il cacao, lo zucchero di canna, il lievito, la vanillina e il pizzico di sale.
  4. In un’altra ciotola ponete tutti gli ingredienti liquidi: il latte di soia, l’olio di semi di mais e la mela grattugiata. Miscelateli con l’aiuto di una frusta a mano.
  5. Unite gli ingredienti liquidi a quelli secchi e mescolateli fino a ottenere un composto omogeneo. Non mescolate troppo: questo è il segreto per ottenere dei muffin dalla forma perfetta.
  6. Unite, in ultimo, anche il cioccolato fondente fuso e mescolate.
  7. Riempite i pirottini dei muffin per 3/4 e decorate la superficie dei muffin al cioccolato vegani con le gocce di cioccolato fondente.
  8. Infornate i muffin al cioccolato vegani a 180°C per circa 25 minuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.
  9. Infine, estraete i muffin dal forno e lasciate raffreddare prima di servire.
MUFFIN AL CIOCCOLATO VEGANI
MUFFIN AL CIOCCOLATO VEGANI

Per rendere ancora più golosi i muffin al cioccolato vegani potete aggiungere le gocce di cioccolato direttamente nell’impasto.

Buona Sweet therapy a tutti! 🙂

SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO: RICETTA VEGAN

SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO
SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO

LA RICETTA DELLO SMOOTHIE AI FRUTTI DI BOSCO

Ci sono delle ricette molto semplici in grado di addolcirmi la giornata, una di queste è lo smoothie ai frutti di bosco. L’estate è la stagione che preferisco maggiormente per la varietà di frutta fresca e colorata che abbiamo a disposizione e quella che adoro maggiormente sono i frutti di bosco. Qualche settimana fa ho preparato una crostata ai frutti di bosco e avevo avanzato delle fragole, dei lamponi e dei mirtilli. Sono arrivata a casa alla fine di una giornata estenuante, notevolmente accaldata e con una gran voglia di riposarmi e coccolarmi. Tuttavia, non avevo molta voglia di fare una merenda sostanziosa e, allora, ho deciso di prepararmi questo smoothie ai frutti di bosco, l’emblema della semplicità e della bontà. Io l’ho preparato con il latte di mandorle, ma si può preparare anche con il latte vaccino, un’altra bevanda vegetale o della semplice acqua.

Ingredienti per lo smoothie ai frutti di bosco

  • mezzo bicchiere di latte di mandorla
  • frutti di bosco q.b.. Io ho utilizzato fragole, lamponi e mirtilli.
  • un cucchiaino di zucchero di canna

Cosa occorre per preparare lo smoothie ai frutti di bosco: un frullatore ad immersione, il vostro bicchiere preferito e una dolce merenda estiva

Procedimento per preparare lo smoothie ai frutti di bosco:

  1. Lavate bene i frutti di bosco.
  2. In un bicchiere alto o una caraffa mettete i frutti di bosco, il latte di mandorle e lo zucchero di canna
  3. Frullate tutti gli ingredienti con l’aiuto di un mixer ad immersione.
  4. Versate lo smoothie nel vostro bicchiere preferito.
  5. Gustatelo ben fresco.

Lo smoothie è ottimo da consumare per la merenda o per la colazione. Potete abbinarlo a una fetta di crostata o un’altra fetta di torta. E’ l’ideale per rinfrescarsi in queste giornate estive.

TARTUFI AL COCCO E MANDORLE: RICETTA VEGAN

TARTUFI AL COCCO E MANDORLE
TARTUFI AL COCCO E MANDORLE

LA RICETTA DEI TARTUFI AL COCCO E MANDORLE

Amo coccolare le persone a cui voglio bene con le mie dolcezze e l’occasione per preparare questi deliziosi tartufi al cocco e mandorle, completamente vegani, si è presentata nel mese di luglio. Qui a Lecco, ormai da tre anni, viene organizzato il “My secret dinner”.  Si tratta di un pic-nic molto chic, che si tiene in città, in cui i partecipanti, rigorosamente vestiti di bianco, devono provvedere alla preparazione del cibo e all’allestimento dei tavoli. La cosa può sembrare alquanto semplice, se non per il piccolo dettaglio che la location rimane segreta fino a due giorni prima dell’evento. Io e le mie preziose amiche ci siamo date un gran da fare per organizzarci: chi portava le stoviglie, chi le bevande, chi le decorazioni, chi le portate principali, ma a me spettava il dolce.

Ero particolarmente emozionata perché avrei avuto l’occasione di cimentarmi con le ricette vegane, visto che la mia amica Valentina è vegana e volevo fare dei dolci molto buoni e pieni di gusto. La prima scelta è ricaduta sulla crostata alla frutta di cui vi parlerò più approfonditamente in un altro post, ma volevo preparare anche delle piccole dolcezze da gustare a fine serata. Curiosando qua e là ho trovato sul blog di Laura Barile la ricetta di questi tartufi vegan al cocco e mandorle (QUI trovate la ricetta originale) che mi hanno colpito per la loro semplicità. Per realizzare i tartufi al cocco e mandorle ho utilizzato le albicocche secche, invece dei datteri, ma il risultato è stato comunque ottimo. Infatti, per stemperare il gusto deciso delle albicocche è bastato aggiungere un po’ di zucchero di canna.

TARTUFI AL COCCO E MANDORLE
TARTUFI AL COCCO E MANDORLE

Ingredienti per i tartufi al cocco e mandorle

  • 150 g di albicocche secche. In alternativa potete usare i datteri che conferiscono ai tartufi al cocco e mandorle un gusto più gradevole vista la loro naturale dolcezza.
  • 45 g di farina di cocco + quella che serve per la copertura
  • 50 g di mandorle spellate
  • 2 cucchiai di cacao amaro + quello che serve per la copertura
  • 3 cucchiai scarsi di zucchero di canna
  • due cucchiai di latte di mandorla o altro latte vegetale

Cosa occorre per fare i tartufi al cocco e mandorle: un mixer, una ciotola, un cucchiaio, pirottini di carta per appoggiare i tartufi…voglia di creare delle piccole dolcezze tutte naturali!

Procedimento per fare i tartufi al cocco e mandorle:

  1. Nel mixer ponete le mandorle spellate e frullatele.
  2. Aggiungete le albicocche secche, la farina di cocco, il cacao amaro, il latte di mandorle e, infine lo zucchero di canna. Frullate fino a ottenere un composto compatto.
  3. Fate riposare il composto dei tartufi al cocco e mandorle in frigorifero per almeno mezz’ora.
  4. Trascorso il tempo di riposo prelevate una piccola porzione dal composto, create una pallina e fatela rotolare nel cacao in polvere o nella farina di cocco.
  5. Appoggiateli sui pirottini di carta e conservateli in frigorifero.

I tartufi al cocco e mandorle hanno riscosso un notevole successo. Si conservano in frigorifero per due o tre giorni.

QUI potete trovare la ricetta dei classici tartufi al cioccolato

Buona Sweet therapy a tutti!

CROSTATA CON LEMON CURD: LA LEMON TART

CROSTATA CON LEMON CURD: LA LEMON TART
CROSTATA CON LEMON CURD: LA LEMON TART

La ricetta della crostata con lemon curd: la lemon tart

Oggi, in questi primi giorni d’agosto, vi racconto la ricetta della crostata con lemon curd e del suo gusto particolare. Nella vita, come nei dolci che faccio, tendo ad essere abitudinaria. Non sono una persona noiosa: mi piace creare intorno a me un’atmosfera di sicurezza e uscire dalla “comfort zone” mi fa un po’ di paura. Tuttavia, quando sono in procinto di stravolgere la mia vita e sento, oltretutto, la necessità di farlo, pianifico tutto affinchè il cambiamento avvenga in modo graduale e alla fine lasciare il mio angolino tranquillo non è più un problema.

Vi racconto questi particolari, proprio in questo post, perchè ho preparato la crostata con lemon curd nel mese di luglio in un momento in cui mi sono trovata nella condizione di mettere in discussione la mia vita e tutto ciò che avevo fatto fino a quel momento: lasciare perdere il mio sogno o tentare di raggiungerlo cambiando nuovamente strada. Una serie di fortunate e inaspettate coincidenze mi hanno fatto, infine, protendere verso questa seconda opzione. Infatti, al momento, mi sto preparando a stravolgere con lentezza tutta la mia vita in ogni suo aspetto.

Questa scelta mi ha portato a provare nuove cose e, in primo luogo, a provare nuove ricette. Se, infatti, scorrete i miei post, o siete venuti qui ogni tanto, troverete delle ricette molto semplici, nel gusto e nel procedimento, che riflettono, fondamentalmente, il mio modo di essere. Tuttavia, nel mese di luglio, visto il cambiamento in atto, ho deciso di provare a fare questa crostata con lemon curd: il sapore e il profumo nuovo del lemon curd abbinato alla rassicurante pasta frolla.

E’ stato un bell’azzardo visto che, non avendo mai provato il lemon curd, non sapevo assolutamente cosa aspettarmi e se fossi stata in grado di prepararlo. Per non arrivare totalmente impreparata nella preparazione della crostata con lemon curd mi sono affidata al blog “La manina golosa” (QUI il link per la ricetta): il risultato è stato una torta freschissima dal sapore invitante che mi ha piacevolmente sorpreso. E’ proprio vero che cambiare porta sempre a piacevoli scoperte.

INGREDIENTI PER LA CROSTATA CON LEMON CURD

Per la pasta frolla:

  • 250 g di farina 00
  • 120 g di zucchero a velo
  • 125 g di burro
  • 1 uovo
  • un cucchiaino di lievito per dolci
  • una bustina di vanillina o i semi di una bacca di vaniglia
  • un pizzico di sale

Per il lemon curd:

  • 3 limoni (possibilmente biologici)
  • 80 g di burro
  • 3 uova
  • 100 g di zucchero

Cosa occorre per fare la crostata con lemon curd: Una tortiera con il diametro di 24 cm, carta forno, fagioli secchi o altri legumi per la cottura in bianco, una ciotola, una frusta a mano …e l’arrivo di un cambiamento in grado di stravolgere la vostra vita!

Procedimento per la crostata con lemon curd

  1. Per prima cosa preparate la pasta frolla.
  2. Disponete la farina a fontana su di una spianatoia e aggiungete tutti gli altri ingredienti: lo zucchero a velo, il burro, l’uovo, la vanillina, il lievito per dolci e, infine, il pizzico di sale.
  3. Impastate fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo che lascerete a riposare in frigorifero per almeno un’ora.
  4. Terminato il tempo di riposo riprendete la vostra pasta frolla e stendetela un foglio di carta forno fino a ottenere uno spessore di 5 mm.
  5. Ponete la frolla in una tortiera con il diametro di 24 cm. Rimuovete la pasta in eccesso e, se volete, ricavate dei cuoricini per la decorazione della superficie.
  6. Ricoprite con un altro foglio di carta da forno e riempite la tortiera con fagioli secchi o altri legumi.
  7. Procedete, quindi, con la cottura in bianco: cuocete a 180°C per 15-20 minuti; rimuovete i fagioli secchi e continuate la cottura per altri 10 minuti o fino a che la superficie non sarà dorata.
  8. Sfornate il guscio di pasta frolla e lasciate raffreddare.
  9. Intanto che la base si raffredda preparate il lemon curd.
  10. In una ciotola ponete lo zucchero, la scorza grattugiata di un limone e il burro: fate sciogliere a bagnomaria a fiamma bassissima.
  11. In una terrina sbattete leggermente le uova e unitele al composto di burro e zucchero.
  12. Unite, infine, il succo dei limoni (dovrebbe essere circa 130 ml).
  13. Continuate la cottura fino a che i lemon curd non sarà abbastanza denso.
  14.  Quando il lemon curd si sarà raffreddato trasferitelo nel guscio di frolla e ponete a riposare in frigorifero per almeno 4-5 ore.
  15. Decorate la superficie della crostata al lemon curd con i cuoricini di frolla.

La crostata con lemon curd è da servire ben fresca per assaporare al meglio tutto il suo sapore.

Buona Sweet therapy a tutti!

 

 

 

CIAMBELLA AL MASCARPONE E FRUTTI DI BOSCO

CIAMBELLA AL MASCARPONE E FRUTTI DI BOSCO
CIAMBELLA AL MASCARPONE E FRUTTI DI BOSCO

La ricetta della ciambella al mascarpone e frutti di bosco

Qualche settimana fa, in attesa di una risposta che forse avrebbe cambiato la mia vita, ho preparato questa deliziosa ciambella al mascarpone e frutti di bosco. Erano giornate lente che mi hanno notevolmente provata e l’unico rimedio efficace per allentare la tensione è stato: chiudermi in cucina e preparare una ciambella perchè si sa che “tutte le ciambelle escono col buco”, specialmente se parliamo di ciambelle fatte con uova, zucchero e farina.

La ricetta l’avevo adocchiata sul sito di Chiarapassion e sono rimasta sbalordita dalla sua facilità di esecuzione. Il risultato è una sofficissima ciambella al mascarpone e frutti di bosco che mi ha fatto compagnia non solo per la colazione, ma anche per la merenda, il dopo pranzo, il dopo cena, la seconda colazione :-)…insomma, una ricetta veramente sorprendente e buonissima. La ciambella al mascarpone e frutti di bosco non contiene burro, ma solo mascarpone che conferisce all’impasto un’estrema sofficità e morbidezza. La ricetta originale la trovate QUI: io ho modificato leggermente le dosi perchè il mio stampo da ciambella è un po’ più piccolino.

INGREDIENTI PER LA CIAMBELLA AL MASCARPONE E FRUTTI DI BOSCO

  • 250 g di farina 00
  • 3 uova
  • 180 g di zucchero
  • 250 g di mascarpone
  • 200 g di frutti di bosco surgelati
  • 100 ml di latte
  • una bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • una bustina di vanillina
COSA OCCORRE PER FARE LA CIAMBELLA AL MASCARPONE E FRUTTI DI BOSCO: Uno stampo da ciambella con il diametro di 22 cm, uno sbattitore elettrico, una ciotola, una spatola per dolci…una giornata storta da raddrizzare con una deliziosa ciambella!!

PROCEDIMENTO PER LA CIAMBELLA AL MASCARPONE E FRUTTI DI BOSCO

  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. In una ciotola ponete le uova con lo zucchero, la vanillina e il pizzico di sale. Montate fino a ottenere un composto soffice e spumoso.
  3. Unite il mascarpone e mescolate fino a che non ci saranno più grumi.
  4. Setacciate la farina con il lievito e uniteli a più riprese al resto degli ingredienti alternando con il latte.
  5. Unite in ultimo anche i frutti di bosco surgelati.
  6. Trasferite l’impasto in uno stampo da ciambella con il diametro di 22 cm, che avrete precedentemente imburrato e infarinato.
  7. Infornate la ciambella al mascarpone e frutti di bosco a 180°C per 40-45 minuti. Fate la prova stecchino per controllare la cottura.
  8. Estraete la torta dal forno e lasciate raffreddare prima di gustare.
  9. Decorate, a piacere, con zucchero a velo.

La ciambella al mascarpone e frutti di bosco si conserva per 2 o 3 giorni meglio se in frigorifero.

Se non avete i frutti di bosco surgelati potete utilizzare anche quelli freschi.

Buona Sweet therapy a tutti!