Parmigiana di melanzane…una bella e combattuta storia, quella che circonda questo fantastico piatto. L’unica cosa certa è la provenienza della melanzana, che ritroviamo sulle nostre tavole intorno al XV secolo, per opera del popolo arabo che la portò dall’India. E’ proprio quest’itinerario che la rende patrimonio siculo. Perciò il nome parmigiana, non centra  nulla con Parma, ma bensì con “parmiciana” (siculo), che è l’insieme delle assi di legno con cui si definiscono le persiane, lo stesso sistema che si utilizza per l’assemblaggio del piatto, una fetta sovrapposta all’altra. Ma questo è solo il bandolo della matassa! Le versioni sono molteplici, ogni paese ha la sua. Addirittura si utilizzano le zucchine o le patate. E il parmigiano secondo voi da dove è venuto fuori? Dalla Sicilia in poi ognuno ha aggiunto qualcosa, fino ad arrivare su..sempre più su!!!! Risultato? Sempre sorprendente, evviva la parmigiana!!!!!!

parmigiana di melanzane

PARMIGIANA DI MELANZANE

Ingredienti per 6 persone

2 melanzane scure tonde (500 gr circa)

1 fior di latte

100 gr di parmigiano grattugiato

  • per la salsa

1 passata di pomodoro

olio evo

basilico

1/2 cipolla

sale q.b.

  • per friggere

olio di arachide

farina

Parmigiana di melanzane, piatto unico e irresistibile. Dobbiamo acquistare delle belle melanzane, accertandoci che non siano ammaccate e abbiano la polpa ben soda. Laviamole e tagliamole per la larghezza, ottenendo dei bei dischi di mezzo cm circa. In questo periodo non sono amare, perciò non occorre tenerle sotto sale per far disperdere l’acqua che le rende tali. Io le passo direttamente nella farina, lasciandone un sottile velo su tutta la superficie. Assorbono meno olio in frittura. Le scuole di pensiero sono varie, la più classica le vede “dorate e fritte”, ovvero sia, passate nell’uovo battuto e successivamente nella farina, ma io le faccio a modo mio! Dopo averle infarinate, le passo nell’olio bollente e le faccio dorare da ambo le parti. Ponetele su carta assorbente. Preparate un sugo leggero con olio evo, 1/2 cipolla e la passata di pomodoro. Aggiustate di sale e aggiungete qualche foglia di basilico fresco, quest’ultimo qualche minuto prima di finire la cottura. Il sugo deve restringere un pò. Tagliate il fior di latte a cubettini, se preferite potete ridurlo di dimensione sbriciolandolo. In una pirofila da forno, mettiamo sul fondo, qualche cucchiaio di salsa, in modo da coprire tutta la base e adagiamoci le fette di melanzane che abbiamo fritto. Cospargiamo con un altro pò di salsa, una manciata abbondante di parmigiano e il fior di latte. Procediamo con un nuovo strato di melanzane e andiamo avanti alternando gli ingredienti, fino ad esaurirli. L’ultimo strato va bagnato con il sugo e parmigiano. Mettete in forno caldo, sui 200° per una ventina di minuti. Si formerà una gradevole ed invitante crosticina. Prima di servire, togliete dal forno la parmigiana e fatela fermare. Non rischierete che tagliandola si sparpagli nel il piatto.

 

Seguimi anche su  Facebook  Pinterest  Instagram

 

(Visited 126 times, 1 visits today)