Branzino alle erbe aromatiche su purè di patate al nero di seppia

Un secondo facile da preparare, delizioso da assaporare e quasi bello da vedere! Un sapore e un profumo inebriante, merito deI mio giardino verticale di erbe aromatiche che è talmento tanto rigoglioso che a volte faccio fatica a crederci! Per una che potrebbe far morire anche le piante di plastica, avere basilico, timo, prezzemolo, rosmarino, salvia ancora vive e vegete è un bel traguardo! E poi tralasciando stare il beneficio della vista in mezzo a tutto quel verde, vogliamo parlare del profumo? Lo adoro! E mi piace un sacco usare le mie erbe aromatiche in cucina, mischiandole assieme senza regole precise! E così anche questa volta, ho optato per un bel branzino cotto al forno con un trito di erbe aromatiche a KM 0, adagiato su uno squisito purè di patate al nero di seppia! Era da un po’ che non si vedeva più qualcosa di nero nei miei piatti, ed essendo il mio colore preferito, dovevo assolutamente rimediare! Quindi, ecco qui che per la cena di questa sera vi offro il mio Branzino alle erbe aromatiche su purè di patate al nero di seppia! Enjoy!

  • Preparazione: 25
  • Cottura: 20
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per il pesce

  • 2 Branzino (spigola)
  • 1 filo Olio extravergine d'oliva
  • 1 pizzico Sale
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • 1 mazzetto Basilico
  • 1 mazzetto Timo
  • 1 mazzetto Rosmarino

Per il purè

  • 4 Patate
  • 100 ml Latte
  • 20 g Burro
  • 4 g Estratto di nero di seppia

Preparazione

  1. Per prima cosa lessare le patate per il purè.

    Preriscaldare il forno a 180° e ungere una teglia con l’olio, adagiare il pesce pecedentemente lavato e pulito (in questo caso l’ho sfilettato da cotto, ma se preferite farlo prima questo è il momento).

    Aggiungere sul pesce il trito di erbe aromatiche e l’aglio ed infornare per circa 15/20 minuti.

  2. Quando le patate saranno morbide, scolarle, pelarle e schiacciarle con l’apposito attrezzo. In un pentolino sciogliere il burro e scaldare il latte, aggiungere la purea di patate a cuocere per circa 2 minuti. Aggiungere quindi l’estratto di nero di seppia e mescolare bene.

  3. A cottura del pesce ultimata, se avete cotto il pesce intero è il momento di sfilettarlo:

    inserire un coltello a lama piatta affilata lungo la parte centrale del pesce e poi, molto delicatamente (attenzione si rompe più facilmente cotto), staccare la polpa dalle lische.

    Eliminare la colonna vertebrale con tutte le lische e incidere la carne all’altezza della coda.

  4. Versare il purè di patate al nero di seppia al centro del piatto, adagiarvi sopra i filetti di branzino e guarnire con un ciuffo di prezzemolo ed un filo di olio evo.

  5. Buon appetito!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
(Visited 527 times, 1 visits today)
Secondi piatti

Informazioni su sugarqueen

Tutto ciò che amo, racchiuso in un piccolo spazio virtuale, per condividere ricette, emozioni e pensieri! Insomma, tutto ciò che regna nella mia cucina! Ogni piatto è il mio personale modo di dire: ti voglio bene! Non è forse l’amore, l’ingrediente segreto per una ricetta di successo?

Precedente Oreo cupcakes Successivo Insalata di farro primaverile

Lascia un commento