MAFALDINE INDIAVOLATE

HALLOWEEN……… Da qualche anno anche in Italia e’ stata adottata questa festa, anzi questo nome americano e’ stato dato ad una tradizione tutta italiana che si perde nella notte dei tempi con origini siciliane ed in genere del Sud Italia.
Un tempo infatti, durante la notte di Ognissanti , si diceva che le anime dei defunti recassero dolci di pasta reale ai bambini. Erano dolci bellissimi da vedere, buonissimi da mangiare con la forma di tutti i frutti di stagione; dai fichi d’ India alle ciliegie, dalle pesche alle arance, noci, castagne, albicocche, mele, pere, melagrane, limoni, mandarini, susine ecc. tutti realizzati e colorati con la maestria degli antichi pasticcieri.
Questi dolci colorati riempiono ancora oggi, in questo periodo, dell’anno, le vetrine delle pasticcerie delle città’ siciliane, calabresi e talvolta si trovano anche in Puglia insieme agli “ossicini dei morti ” che sono dei biscotti chiari dalla forma di piccole ossa.Sono gustosissimi e durissimi, ma decisamente sconsigliati per i denti.

Insomma gli americani hanno sempre saputo ben utilizzare le tradizioni italiane; cambiano il nome aggiungono zucche, streghe , maghetti ed ecco HALLOWEEN !
Se ci pensiamo, un po’ tutte le feste hanno origini classiche. basti pensare alle feste cattoliche che coincidono sempre con le antiche feste pagane legate ai cambi di stagione, alla mietitura, alla vendemmia, alla fine dell’ estate o dell’ inverno ecc. così’ come sugli antichi templi greci e romani spesso sono state edificate le più’ belle cattedrali europee. Basti pensare a San Pietro che fu edificata su parte dell’ Ager Vaticanus dove una volta c’ erano i giardini ed il circo di Nerone.
Insomma le tradizioni seguono la Storia, ( basti pensare ai corsi e ricorsi di Giambattista Vico ) e si ripetono in tutto;
cambiano i nomi, ma contenuti e destinatari sono sempre gli stessi!
Allora W Halloween e via con le ricette delle ” Mafaldine indiavolate ” e della ” Torta delle streghe ”

foto

Ingredienti:
Gr.300 Mafaldine
Gr.100 Olive ( vanno bene tutte le qualità’ purché ‘ siano piccole )
Gr. 100 Pane grattugiato
Gr. 150 olio extra vergine di oliva
N. 1 peperoncino rosso e piccante
N. 2 spicchi di aglio
N. 2 filetti di acciughe sott’olio ( facoltative)

Mentre cuociono le Mafaldine in abbondante acqua moderatamente salata, lasciate soffriggere nell ‘ olio che avrete versato in una padella antiaderente di 30 cm . di diametro, i due spicchi di aglio ( interi o sminuzzati ) insieme al peperoncino tagliuzzato grossolanamente, alle olive e se gradite a due filetti di acciughe. Unite dopo qualche minuto le olive intere.
Scolate le Mafaldine al dente e passatele immediatamente nel soffritto, aggiungendo il pane grattugiato che avrete già’ tostato in un padellino con due filini di olio, solo per qualche secondo, altrimenti si brucia facilmente.
Mescolate accuratamente, portate in tavola e buon appetito !

foto 2

TORT