Torta MAYA con peperoncino e cannella

 

 

image

Ingredienti:

Gr. 100 farina di grano tenero 00
Gr. 60 fecola di patate
Gr. 180 zucchero semolato
Gr. 100 Olio di riso oppure olio evo
N. 1 vasetto di yogurt intero bianco
N. 1 cucchiaino di peperoncino in polvere finissima
N. 2 cucchiaini cannella in polvere
Gr. 30 pinoli
N. 2 uova intere
Gr. 60 cacao amaro
N. 1 bustina lievito per dolci
Un pizzico di sale
Zucchero a velo q.b. per guarnire

Procedimento:

Inserire tutti gli ingredienti nel mixer, (tranne i pinoli ) e lavorarli finche’ diventeranno soffici ed omogenei.
Inumidire leggermente i pinoli con la mano bagnata di acqua poi passarli in un velo di farina ed unirli all’ impasto a mixer spento, rigirando appena con la paletta.
Versare il tutto in una teglia di 23 cm. circa imburrata ed infarinata e metterla in forno a 160 gradi per 45 minuti circa e fare la prova dello stecchino di legno per verificare la cottura.
( Ricordare che temperatura e tempi dipendono sempre dal tipo di forno ed ognuno deve regolarsi autonomamente)
Far raffreddare il dolce su una gratella, spolverarlo con abbondante zucchero a velo e l’ accoglienza sara’ entusiastica!
Provate a tuffarne una fetta nel latte freddo…… soffice e sfiziosa…..Mmmm che buona!

image

Ah, nel frattempo sono riuscita anche a migliorare ( ? non so ancora come….) il layout del mio blog……e andrà a finire che mi proporranno davvero …..per la laurea honoris causa in Informatica !

 

Cosa ne pensate?( del blog e della torta, naturalmente…)

Torta di mele al profumo di spezie

 

 

image

Ingredienti:

Gr. 200 zucchero semolato
Gr. 200 farina 00
Gr. 150 burro
N. 3 uova
N. 2 mele
Un cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
Un cucchiaino di cannella
Un cucchiaio di zucchero di canna
Una bustina di vaniglia
Succo di mezzo limone
1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
Zucchero a velo q.b. per guarnire

Procedimento:
Sbucciare le mele, tagliarle a spicchi ed ogni spicchio dividerlo in tre parti. Posarli in una ciotola e cospargerli di succo di limone e di zucchero di canna. Lasciare ammorbidire il burro a temperatura ambiente, aggiungere lo zucchero , montarlo con le fruste ed unire le uova, uno per volta. Mescolare la farina con il lievito, la vaniglia, i chiodi di garofano e la cannella ed unirla gradatamente al burro ed alle uova, continuando a lavorare il tutto per qualche minuto.
Imburrare ed infarinare una teglia di 25 cm. circa, versare l’ impasto, ricoprire a raggiera la superficie con gli spicchi di mela ed infornare a 150 gr. per 45 minuti circa, tenendo presente che temperatura e tempi di cottura possono leggermente variare in rapporto al tipo di forno usato. Sfornare, lasciare raffreddare e spolverare la torta con lo zucchero a velo.

Crostata casalinga con marmellata di bergamotti o di agrumi

foto

INGREDIENTI:
Gr. 350 farina 00
Gr. 200 burro
N. 8 tuorli d’ uovo
Gr. 100 zucchero semolato
Un pizzico di sale
Un vasetto di marmellata di bergamotti
Zucchero a velo per guarnire.

PROCEDIMENTO:
Formare il cratere con la farina ed unire i tuorli, lo zucchero, il burro ammorbidito a temperatura ambiente ed un pizzico di sale. Mescolare il tutto con le mani finche’ tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati e non aggiungere mai liquidi.
Infarinare il panetto di pasta ottenuto, racchiuderlo in un foglio di pellicola alimentare e lasciarlo riposare per un paio d’ ore in frigo.
Imburrare ed infarinare una pirofila di circa 28 cm. di diametro ed affettare con un coltello piu’ della meta’ del panetto di pasta. Questa pasta infatti, non va manipolata eccessivamente per lasciare intatta la fragranza del burro. Disporre le fette una accanto all’ altra sul fondo della teglia, unendole tra loro con le dita fino ad ottenere la base omogenea della crostata.
Cospargere di abbondante marmellata di bergamotti e chiudere con una griglia di striscette ricavate dalla pasta avanzata.
Un’ avvertenza: poiche’ questa deliziosa pasta frolla risulta piuttosto appiccicosa , diventa un po’ complicato l’ uso della rotella tagliapasta , pertanto e’ consigliabile fare la griglia arrotolando con le dita, su un ripiano infarinato, piccolissime quantita’ di pasta fino a ricavarne dei bastoncini lunghi e magri da incrociare con pazienza sulla marmellata.
Infornare a 160 gradi per 40 minuti circa . Quando il dolce sara’ freddo cospargerlo di zucchero a velo e ricordare che le crostate sempre sempre più buone il giorno dopo!

 

Ciambellone classico

image

Ingredienti:

Gr. 200 zucchero
Gr. 400 farina 00
N. 3 uova intere
Gr. 150 burro
Gr. 150 latte
Scorza grattugiata di mezzo limone
Un pizzico di sale
Una bustina di lievito in polvere
Una bustina di vanillina
Zucchero a velo q.b. per spolverare il dolce a fine cottura.
Inserire nel mixer la scorza di limone grattugiata e lo zucchero, aggiungere il burro a temperatura ambiente, un pizzico di sale, le uova, il latte e frullare. Lentamente unire la farina mescolata alla vanillina e lavorare a lungo. Per ultimo unire il lievito in polvere e mescolare giusto il tempo che serve per amalgamarlo all’ impasto. Imburrare ed infarinare una pirofila col buco di 25 cm. circa e cuocere in forno alla temperatura di 150 gradi circa.

XX

La torta “segreta” di Elisabetta

foto

Ingredienti:
Gr. 170 Farina 00
Gr. 170 Zucchero semolato
Gr. 100 burro
N. 2 Uova intere
Gr. 250 Zucca gialla
N.1 bustina di lievito
Scorza grattugiata di un limone

Procedimento:
Togliete la buccia alla zucca e lasciatela bollire per circa 10 minuti.
Scolatela molto bene, lasciate che si asciughi ulteriormente per altri dieci minuti nel forno a 180 gradi e dopo aver eliminato eventuali filamenti o semi, schiacciatela con una forchetta e mettetela da parte.
In una ciotola mescolate le uova con lo zucchero e quando saranno ben montate aggiungete a filo il burro precedentemente fuso, amalgamate e unite lentamente la farina ed il lievito. Infine bisogna incorporare la zucca gialla e la scorza grattugiata del limone.
Imburrare ed infarinare una teglia di 22 cm. circa e cuocere in forno a 150 gradi per 30 minuti circa.
La cottura di questa torta e’ particolarmente delicata e bisognerà’ monitorarla spesso perché’ si potrebbe bruciare facilmente.

X