Risotto al pollo con zucchine, pancetta e curry !

Risotto al pollo con zucchine e pancetta

Risotto al pollo con zucchine e pancetta

image

È davvero un ottimo piatto, ma è bene ripetere che, per la buona riuscita di ogni risotto sono indispensabili, insieme alla quantità ed alla qualità degli ingredienti, l’ abilità nel dosaggio del brodo, la pazienza nel rimescolarlo accuratamente senza lasciarlo mai solo e la prontezza nel cogliere il momento giusto per spegnere il fornello in modo che risulti giustamente al dente senza essere crudo, nonché morbido ” all’ onda ” senza essere ne’ brodoso ne’ asciutto!
Su questo stesso blog, potete cercare nella sezione ” Cibo e musica” il parere di Giuseppe Verdi che amava particolarmente questa procedura di cottura, tanto da descriverla con l’ accuratezza puntigliosa dell’ artista che, resta sempre tale anche quando si diletta a preparare un risotto
Ingredienti per quattro persone:

Gr. 300 riso Carnaroli
l. 1 circa di brodo di pollo
Gr. 100 petto di pollo
Gr. 100 dadini di pancetta fresca di maiale
N. 2 zucchine medie
N. 1 cipolla rossa o bianca
N. 1 cucchiaino di curry
Gr. 150 olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco secco
Sale q.b.

Procedimento:
Preparare un buon brodo con ali e ritagli di pollo, acqua, patata, carota, cipolla, sedano e pomodoro fresco, ma NON aggiungere sale; a cottura ultimata filtrarlo in un’ altra pentola e lasciarlo su un fornello piccolo a fuoco bassissimo in modo che sia pronto e bollente per essere usato nella cottura del risotto.
Tagliuzzare con le forbici sia il petto di pollo che i dadini di pancetta, unirli alla cipolla affettata sottilmente e cuocerli nell’ olio a tegame coperto ed a fuoco lento finche’ saranno diventati morbidi e se serve, versare di tanto in tanto qualche cucchiaiata di acqua tiepida per favorire la morbidezza delle carni e della cipolla.
Quindi unire le zucchine tagliate a rotelle e procedere con la cottura.
Quando le zucchine saranno diventate morbide a loro volta, ma non spappolate e la loro acqua di cottura sarà evaporata, aggiungere il riso che dovrà leggermente tostarsi nell’ intingolo quindi versare mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciarlo sfumare.
D’ ora in poi incomincia la vera cottura del riso con il brodo bollente e dovrà essere effettuata gradualmente, sempre mescolando. Il brodo va rigorosamente versato un mestolo per volta e NON si DEVE aggiungerne un altro finche’ il precedente non sia stato assorbito dal riso.
A cottura quasi ultimata unire un cucchiaino abbondante di curry, aggiustare di sale, mescolare per bene ancora una volta, spegnere il fornello e buon appetito !

 

Risotto al curry con gamberetti freschi

Il risotto e’ apparentemente un primo piatto semplice, ma la sua preparazione richiede sempre esperienza nella tempistica⌛️ e nel dosaggio delle quantità degli ingredienti. Talvolta mi è capitato di assaggiare risotti che navigavano nel loro condimento di cottura👎 o viceversa particolarmente asciutti, mentre un buon risotto dovrà essere morbido ma non scotto, denso ma non asciutto, insomma dovrà risultare ” all’ onda ” come si dice comunemente e ciò significa che nel piatto non dovranno mai esserci residui acquosi del brodo di cottura.
Anche la ricetta che segue è molto semplice, ma la sua buona riuscita dipende anche dalla freschezza dei gamberetti e dall’ impiego di un buon curry ; io, ad esempio, escludo quello italiano che purtroppo non è dei migliori 😩 e, quando capita, colgo al volo🚅 la disponibilità’ dei familiari o degli amici in viaggio 🚢per farmelo portare dall ‘ Oriente o dai Caraibi ✈️dove, per ottenere un curry, particolarmente profumato, uniscono anche una miscela di curcuma e zenzero tostati come questo che ho usato oggi  e che , mio nipote Alessandro Chiriacò, ha acquistato al mercato delle spezie di Guadalupe . Infine, per ottenere ottimi risultati, e’ importante anche un buon brodo vegetale ricco di verdure che va dosato con cura fino a raggiungere la perfetta cottura del riso.

Ingredienti e procedimento per un litro abbondante di brodo vegetale:

N. 1 grossa carota
N. 1 ” cipolla bianca
N. 1 gambo di sedano comprese le foglie
N. 1 patata
N. 2 pomodorini
N. 4 foglie di bietole
l. 2 acqua

Lavare gli ortaggi, coprirli con abbondante acqua e lasciarli cuocere a fuoco medio per un’ ora
circa e comunque fin quando l’ acqua si sarà quasi dimezzata. A cottura ultimata filtrarlo accuratamente e posizionarlo in un pentolino su un fornello a fiamma bassa, in modo che sia pronto e bollente per essere aggiunto al riso.

Ingredienti per il risotto:

Gr. 300 riso carnaroli
Gr. 150 gamberetti freschi sgusciati
N. 2 cucchiaini rasi di curry giallo ocra
Gr. 150 olio evo
N. 1 cipolla bianca
Sale q.b.
Brodo vegetale q.b.

Procedimento 🍲🍤🍚🍙

Soffriggere la cipolla affettata sottilmente nell’ olio e quando sarà morbida e trasparente, unire il riso ed un cucchiaino scarso di curry; rigirare finché il riso avrà assorbito l’ olio e si sarà tostato leggermente, quindi incominciare a versare un mestolo di brodo bollente ed attendere che il riso lo abbia assorbito completamente prima di unire quello successivo.
Procedere cosi’ fino a raggiungere la mezza cottura avanzata del riso, poi aggiungere i gamberetti sgusciati, lavati e scolati e un altro cucchiaino scarso di curry; completare la cottura, sempre mescolando, per un massimo di altri cinque minuti e servire subito.

image

image

image

Risotto con carciofi e funghi alla menta fresca

foto

Ingredienti:
Gr. 300 riso carnaroli
Gr. 150 funghi freschi o surgelati
N. 3 carciofi
Gr. 200 olio evo
N. 1 peperoncino sminuzzato oppure pepe nero
N. 1 cipolla bianca
N. 1 bicchiere scarso vino bianco secco
l. 1 abbondante,  brodo vegetale
Foglie di menta fresca sminuzzate e maggiorana q.b.

Procedimento:
Togliere ai carciofi le foglie esterne più dure eliminare le punte e ricavarne solo i cuori che vanno tagliati in pezzettoni e lavati in acqua acidulata con mezzo limone. Affettare nell’ olio la cipolla, unire i carciofi sgocciolati e i funghi surgelati e lasciar cuocere a fuoco lento con una spruzzata di maggiorana.
Quando gli ingredienti saranno a meta’ cottura aggiungere il vino, farlo evaporare ed unire il riso; lasciarlo tostare per qualche minuto rigirandolo bene con il cucchiaio, poi aggiungere il brodo bollente , lasciarlo assorbire e di seguito aggiungere con lo stesso procedimento altro brodo, finche’ il riso non sara’ cotto. Spegnere il fornello sminuzzare le foglie di menta e spolverare con pepe nero macinato. Rimettere il coperchio e lasciarlo per qualche minuto per liberare gli oli essenziali della menta che profumeranno il risotto; portare in tavola accompagnando a piacere con parmigiano grattugiato e con qualche fiocchetto di burro.