Il pesto di rucola

In primo piano

Piatto pronto

Ciao a tutti, mi chiamo Francesca e questa e’ la prima ricetta di un ” blog per caso ” !

Forse potrò’ liberamente parlare e confrontarmi sulle mie grandi passioni che, vanno dalla buona cucina alle origini dei nostri alimenti, dai piatti resi famosi da musicisti, artisti e letterati alle ricette buone e veloci adeguate alla nostra quotidianita’ , dall’ opulenza  culinaria dell’ antica Roma alle ristrettezze medievali ! Beh, staremo a vedere, intanto cercherò’ di acquisire un po’ di dimestichezza nel gestirlo e mi auguro che non sia eccessivamente complicato…..

Di solito il lunedì’ e’ la giornata del riciclaggio alimentare di quel che è’ rimasto dal pranzo domenicale, ma il repetita iuvant di latina memoria oggi non mi entusiasma, per cui ho deciso di preparare il pesto di rucola che è’ semplice, veloce e risulta sempre molto gradito ed ecco la ricetta:

Ingredienti:
Gr. 100 mandorle pelate
1 spicchio di aglio
Una bustina di pinoli
Una confezione di rucola già’ pulita e lavata, da 150 gr.
Gr. 100 olio extra vergine di oliva
Un pizzico di sale

Procedimento:
Mettere nel frullatore mandorle, pinoli, aglio e sale e ridurli in pasta omogenea.
Aggiungere l’ olio d’ oliva, la rucola e frullare fino ad ottenere una crema liscia.
Lessare 300 gr. di trofie oppure spaghetti o fettuccine e condirli con il pesto aggiungendo a seconda dei gusti, una spolverata di parmigiano e qualche fiocchetto di burro.
Se volete unire un secondo piatto altrettanto veloce, molto caro a Maupassant ed a Balzac che ne parlano in alcuni romanzi, fate l ‘ omelette au ton.
Sbattete tre uova con 100 gr. di tonno sgocciolato, un pizzico di sale, una spolverata di pepe e friggete il tutto in una padella antiaderente appena unta di olio. Rigirate con una palettina e voila’ in 15 minuti sarà’ pronto un pranzetto completo!

Minestra di pasta mista con ceci e cozze

image

Questa è’ una minestra che, nella tradizione culinaria barese, unisce le cozze ai cavatelli con i fagioli. Oggi l’ho rivisitata utilizzando i ceci ed il risultato è stato
decisamente affermativo visto che i piatti sono stati svuotati con entusiasmo .
Ingredienti:
Gr. 250 ceci lessati, in barattolo
Gr. 200 pasta mista per legumi
Kg 1 cozze nere
Gr. 150 olio evo
N. 1 scalogno
N. 3 spicchi di aglio
N.1 peperoncino fresco
dl. 750 circa di acqua o brodetto di pesce
Un ciuffetto di prezzemolo

Procedimento:Lavare per bene le cozze sotto L’ acqua corrente, eliminare il cordoncino laterale e sistemarle in un tegame con due spicchi di aglio , coprire e lasciare che si aprano a fuoco vivace. L’ apertura delle cozze e’ piuttosto rapida ed è’ necessario spegnere il fornello subito altrimenti L’ eccessiva cottura le rinsecchisce . Una volta intiepidite estrarre i frutti dai gusci, posarli in una ciotola e filtrare l’ acqua di cottura. In un tegame antiaderente rosolare nell’ olio, lo scalogno affettato sottilmente, lo spicchio di aglio intero ed il peperoncino diviso a metà . Quando le fettine di scalogno risulteranno trasparenti e dorate unire l’ acqua di cottura delle cozze, l’intero contenuto del barattolo di ceci compresa l’ acqua di governo ed il brodetto di pesce o semplicemente acqua. Portare il tutto ad ebollizione per dieci minuti circa, eliminare l’ aglio ed il peperoncino quindi unire la pasta e diminuire la fiamma. Mescolare frequentemente fino a cottura quindi aggiungere le cozze sgusciate, una buona spolverata di prezzemolo sminuzzato, assaggiare, aggiustare moderatamente di sale e spegnere il fornello. Se gradito, aggiungere un giro di olio evo in ogni piatto.image

 

 

La ciambella bolognese

 

Prima colazione con la ciambella bolognese !

Prima colazione con la ciambella bolognese !

Questa ciambella viene approntata ogni mattina puntualmente nei forni e negli alberghi dell’ Emilia Romagna e da tempo desideravo avere la ricetta originale che, per una ragione e per l’ altra, mi è sempre sfuggita.
Casualmente l’ho ritrovata in un ricettario delizioso che mi è’ stato donato recentemente e naturalmente ho voluto provarla. Le ciambelle o ciambelloni che preparo di solito, richiedono un procedimento che si accosta di più al pan di Spagna e risultano sempre particolarmente soffici, mentre in questa, la morbidezza si unisce alla fragranza ed alla consistenza della pasta frolla creando un sapore diverso, fitto e gustoso che la rende perfetta con caffellatte , the, caffè e succhi di frutta.

image

Ingredienti:
Gr. 500 farina 00
Gr. 100 burro
Gr. 180 zucchero semolato
1/2 bicchiere latte
N. 2 uova intere / N. 1 bustina lievito in polvere per dolci
N. 1 tuorlo
Buccia grattugiata di 1/2 limone

Procedimento:
Setacciare la farina sul tavolo da lavoro unire lo zucchero, il lievito in polvere ed il burro a temperatura ambiente ed impastare grossolanamente l’ impasto che dovrà risultare sbricioloso. Unire le uova, il latte ed il limone grattugiato e lavorare il tutto ancora per qualche minuto, senza esagerare altrimenti il burro perde la sua fragranza. Ricavare un grosso rotolo da disporre in una pirofila col buco, ma va bene anche una comune teglia rotonda imburrata e infarinata.
Spennellare la ciambella con un tuorlo d’ uovo allungato con qualche goccia di latte e spolverare con granella di zucchero o zucchero semolato. Infornare a 160 gradi circa, per 40 minuti circa.

image


Sformato appetitoso di broccoli stufati, ricotta e nido di uova.

image

Per preparare questo sformato l’ uso della pasta sfoglia già pronta dimezza il tempo di preparazione e se i broccoli stufati vengono preparati il giorno precedente, bastano di dieci minuti d’ impegno più la cottura.

Ingredienti:

N. 1 rotolo di pasta sfoglia già pronto
Gr. 500 tritato broccoli freschi
N. 1 spicchio di aglio
Gr. 100 olio
N. 1 peperoncino fresco piccante
Sale q.b.
Gr. 200 ricotta vaccina
N. 2 uova
Sale e olio evo q.b.

Procedimento:

Liberare i broccoli da foglie e steli più duri, sciacquarli più volte e sbollentarli in acqua leggermente salata. Scolarli e passarli in padella con olio, aglio e peperoncino, aggiungere un pizzico di sale e terminare la cottura per altri 15 minuti circa. Lasciarli intiepidire, eliminare l’ aglio ed il peperoncino e mescolarli accuratamente con la ricotta.

image

Adagiare il disco di pasta sfoglia in una pirofila di 24 cm. circa e leggermente unta di olio, facendo in modo che metà del disco di pasta resti appoggiato al bordo della pirofila perche’ servirà per chiudere il calzone. Farcire con l’ impasto di broccoli e ricotta e con il dorso di un cucchiaio praticare in questa farcitura due piccoli avvallamenti in cui dovranno essere posizionate le uova intere crude, come evidenziato nella foto che segue.imageChiudere lo sformato, ripiegando la sfoglia poggiata sul bordo della teglia sul ripieno e pizzicare i bordi dei due lembi. Passare sulla superficie un filo olio, punzecchiarla leggermente con i rebbi di una forchetta ed infornare per quarantacinque minuti a 160 gradi circa.

image

image

A tavola con Cosimo de’ Medici – il berlingozzo-

image

image

Chi ama scoprire le ghiottonerie culinarie amate e spesso anche approntate dalle grandi personalità storiche, letterarie e artistiche del passato e chi è curioso di conoscere le origini, la storia e l’ evoluzione di alcune pratiche di buona cucina, troverà in questo blog una sintesi agevole di alcune ricercatezze, ben documentata e verificata su fonti storiche ufficiali.

image

Inoltre, in questi giorni, sollecitata dalla visione di una fiction televisiva sulla dinastia de’ Medici, aggiungerò, alle sezione già avviata delle ricette rinascimentali, anche quelle particolarmente gradite ai componenti di questa impareggiabile famiglia fiorentina, il cui mecenatismo permise ai migliori artisti italiani di creare quelle magnifiche opere del nostro Rinascimento che hanno fatto di Firenze la più esclusiva Città d’ Arte del Mondo.imageLa prima ricetta che ho rintracciato e’ quella del Berlingozzo, una ciambella molto gradita da Cosimo il vecchio, fondatore ufficiale della dinastia, nonno di Lorenzo il Magnifico e quadrisavolo di Caterina de’ Medici.

image

Ingredienti:
2 uova intere + 2 tuorli
Gr. 250 di farina 00
Gr. 200 di zucchero
Una bustina di lievito in polvere per dolci
scorza grattugiata di un limone
Succo di due arance
Un cucchiaio di zucchero
Gr. 50 olio evo
Gr. 50 vin Santo ( facoltativo )
Zucchero a velo oppure una bustina di codette colorate, per guarnire

image

Procedimento:

Montare con le fruste le uova intere ed i tuorli insieme con lo zucchero finché non diventano gonfie e spumose. Aggiungere la scorza grattugiata del limone e l’olio a filo, continuando a mescolare. Setacciare la farina con il lievito e unirla all’ impasto con delicatezza ed infine unire il vin santo, se gradito. Ungere con un pezzetto di burro uno stampo da ciambella, di 24 cm. circa, spolverarlo con un po’ di farina, versare dentro il composto e cuocere in forno a 180 gradi per 30 minuti circa. Nel frattempo premere le arance, filtrarne il succo e metterlo in un pentolino con un cucchiaio di zucchero, portare ad ebollizione per cinque minuti circa e spegnere il fornello.
Sfornare il dolce, lasciarlo intiepidire, capovolgerlo su un piatto da portata, bagnare la superficie con lo sciroppo caldo di arance e guarnire con zucchero a velo oppure con le classiche codette di zucchero. Servirlo freddo ed accompagnarlo con un buon vin santo.

image

image

Focaccia di patate in padella, con prosciutto e formaggio filante

image

Spesso on line ed in particolare su f.b. ci sono post di cucina ghiotta e miracolosa che invitano alla preparazione rapidissima di piatti molto invitanti. Talvolta ho provato a realizzarli, ma l’ idea e le immagini sono quasi sempre migliori della reale esecuzione che, intanto non è assolutamente rapidissima e miracolosa come sembra e spesso le dosi oppure il procedimento non risultano attendibili. Tuttavia, l’ esperienza pluridecennale mi permette di apportare le indispensabili varianti per ottenere ottimi i risultati ed accolgo con entusiasmo soltanto l’ idea. È il caso di questa buona focaccia di patate in padella che vi propongo con le mie variazioni.

Ingredienti:
Gr. 350 patate
Gr. 250 circa farina 00
Gr. 100 circa prosciutto cotto
N. 4 sottilette filanti o scamorza affumicata tagliata a fettine.
N. 1 uovo
N. 1 cucchiaino lievito liofilizzato per pizze
Sale, pepe nero e olio evo q.b.

image

Procedimento:
Lavare le patate e lessarle con la buccia in abbondante acqua leggermente salata. Sciogliere il lievito liofilizzato in poche gocce di acqua tiepida, aggiungere la farina, le patate schiacciate con la forchetta o passate nello schiaccia patate, l’ uovo intero, un pizzico di sale, una spruzzatina di pepe ed impastare con le mani, quindi aggiungere altre due o tre cucchiaiate di farina e continuare a lavorarlo fino ad ottenere un panetto abbastanza compatto e non troppo appiccicoso.
Dividere l’impasto in due e con le dita unte di olio, allargarne una parte sul fondo di una padella antiaderente di 20 cm. circa , cosparsa di olio; posare sulla superficie alcune fettine di prosciutto e le sottilette, poi altre fettine di prosciutto ed infine chiudere con l’ altra parte dell’ impasto schiacciando i bordi con le dita per farlo aderire all’ impasto sottostante.

imageCoprire la padella con un coperchio e lasciare lievitare per un’ oretta a temperatura ambiente. Quando l’ impasto avrà raddoppiato il suo volume, cuocere a fuoco moderato per una ventina di minuti; vi accorgerete che pian piano la parte sottostante si compatterà, allora bisogna scollare con una paletta i lati della focaccia dal bordo della padella e bisogna capovolgerla con delicatezza sul coperchio o su un piatto e cuocerla dall’ altro lato per altri venti minuti.
Comunque , se la cottura in padella dovesse crearvi un po’ d’ impaccio, si può optare per il forno ed in questo caso ricordate di passare sulla superficie due fili di olio evo.
Vi assicuro che, sia in padella che al forno, il risultato è proprio eccellente !

image

Crocchettine di melanzane

 

image

Queste crocchettine possono essere servite come sfizioso antipasto o più semplicemente, come secondo piatto.

Ingredienti:
Kg. 1 melanzane violette
N. 2 uova
Gr. 150 parmigiano grattugiato
Gr. 250 circa di pane grattugiato
Un ciuffetto di prezzemolo ed un peperoncino fresco sminuzzati
Un pizzico di sale
Uno spicchio aglio
Olio evo q.b. per la frittura

image

Procedimento:
Lavare le melanzane, eliminare il cappello, tagliare ognuna in quattro pezzi, senza togliere la buccia e lessarle in abbondante acqua leggermente salata. Quando si saranno ammorbidite capovolgerle in uno scolapasta, schiacciarle per bene con una forchetta e lasciarle a perdere l’ acqua residua per una decina di minuti . Trasferirle in una ciotola, aggiungere le uova intere, prezzemolo, aglio e peperoncino sminuzzati, parmigiano, un pizzico di sale e mescolare il tutto con una forchetta.

imageAggiungere per ultimo, a cucchiaiate, il pane grattugiato e di volta in volta sempre mescolando, aggiungerne dell’ altro fino ad ottenere la consistenza giusta dell’ impasto che dovrà risultare morbido, compatto e tale da consentire la formazione, sul palmo delle mani, di piccole crocchette da allineare su un vassoio da lavoro. Spolverarle leggermente col pane grattugiato rimasto, friggerle in olio bollente, rigirarle con delicatezza e scolarle su carta assorbente da cucina.

image

I biscottoni bruni allo zucchero integrale di canna

image

Quando i miei figli erano piccoli, la preparazione dei biscotti era sempre una festa. Si divertivano ad usare gli stampini e poi a ritrovare le forme preferite nei biscotti appena sfornati e spesso rubacchiavano anche pezzetti d’ impasto crudo dal sapore dolce ed intenso. Ora non ho più la pazienza di usare gli stampini, ma li preparo ancora volentieri perché sono sani, gustosi, leggeri, nutrienti e continuano ad essere graditi da tutti, anche nelle forme piuttosto approssimative e soprattutto sbrigative di rettangoli e losanghe.

Ingredienti:

Gr. 500 farina 00
Gr. 150 zucchero integrale di canna
Gr. 150 olio evo
N. 2 uova
Gr. 20 ammoniaca in polvere per dolci
Gr. 50 latte intero
N.1 bustina di vaniglia
N. 1 tuorlo d’ uovo
N. 1 cucchiaio di latte o di panna liquida
Qualche cucchiaiata di zucchero integrale da spargere sui biscotti

image
Procedimento:

Sbattere per bene le uova insieme allo zucchero; sciogliere l’ ammoniaca nel latte tiepido ed unirla alle uova, quindi aggiungere l’ olio a filo ed infine, a cucchiaiate, la farina mescolata alla vaniglia e setacciata. Trasferire l’impasto su un ripiano infarinato, distenderlo col matterello e tagliarlo a quadretti o rettangoli irregolari. Disporli sulla leccarda del forno rivestita di carta oleata, spennellare la superficie di questi biscottoni col tuorlo d’ uovo diluito con un cucchiaio di latte o di panna fresca e spargere sulla superficie un po’ di zucchero integrale di canna.
Infornare a 170 gradi circa. Si conservano benissimo nelle scatole di latta ed ancora meglio in grossi contenitori di vetro.

image

Contorno di zucchine crude, cetrioli e carote.

imageimage

Provate subito quest’ insalatina di stagione , è davvero appetitosa purché le verdure siano particolarmente fresche. È anche semplice e velocissima e sarà particolarmente apprezzata da chi non ama trafficare in cucina.

image

Ingredienti:
N. 1 vasetto yogurt bianco intero
N. 2 cucchiaiate maionese
N. 6 zucchine piccole e tenere
N. 1 carota
N. 2 cetrioli piccoli e magri
N. 1 costina tenerissima di sedano
1/2 peperone piccolo
Sale e pepe bianco q.b.

Procedimento:
Lavare e tagliare a julienne le zucchine, i cetrioli, la carota e tagliuzzare minutamente la costina di sedano e mezzo peperone. Aggiungere lo yogurt, la maionese, un pizzico di sale ed un po’ di pepe bianco macinato fresco. Mescolare bene il tutto e portare in tavola.

 

Torta di frutta fresca

image

Torta di frutta fresca

Torta di frutta fresca

Torta dall’ impasto soffice e spugnoso che ben si adatta a quasi tutti i frutti, purché siano piuttosto sodi.
Questa volta io ho usato le pesche gialle, ma vanno bene anche le pere, le ciliegie “Ferrovia”, le albicocche, le prugne ed è perfetta con il melone “cantalupo”, mentre sconsiglio di usare frutta troppo matura o particolarmente ricca di succo. Eccovi la ricetta, semplice ed accessibile a tutti !

 

image

Ingredienti:
Gr. 150 burro
Gr. 150 zucchero semolato
Gr. 200 farina 00 oppure integrale
N. 3 uova
N. 1 bustina di lievito per dolci
Gr. 50 pane grattugiato
Succo e buccia grattugiata di mezzo limone
N. 5 pesche gialle e sode
2 cucchiai di zucchero di canna
Zucchero a velo q.b. per guarnire

image

Procedimento:
Lavare e sbucciare le pesche, tagliarle a pezzettoni, coprirle con il succo di mezzo limone e con un paio di cucchiaiate di zucchero di canna, mescolare e metterle da parte.
Lasciare ammorbidire il burro a temperatura ambiente e montarlo con lo zucchero, aggiungere la buccia grattugiata di mezzo limone e poi unire un uovo per volta sempre mescolando con le fruste oppure in un mixer. Infine aggiungere farina e lievito ed a mixer spento unire le pesche e mescolare per bene con un cucchiaione.
Versare l’impasto in una pirofila di 25 cm. circa di diametro, passata con un pezzettino di burro e spolverata di pane grattugiato ed infornare a 160 gradi circa per 45 minuti.
Sfornare la torta, farla raffreddare, cospargerla di zucchero a velo e servirla.

imageimage

Ciambella alla menta fresca, cocco e crema di cioccolato .

 

image

Questa ricetta l ‘ ho trovata on line e nonostante una motivata diffidenza per queste preparazioni velocissime che, in passato ho provato con risultati deludenti , ho voluto ripetere l’ esperienza, ma questa volta ho variato parzialmente le quantità degli ingredienti, la qualità e la procedura.
La prova è andata veramente bene e la ricetta merita di essere pubblicata.

Ingredienti:
N. 1 vasetto di yogurt intero bianco
N. 3 uova
N. 3 vasetti da yogurt colmi di farina 00
N. 1 vasetto da yogurt colmo di fecola di patate
N. 1 vasetto da yogurt colmo di sciroppo di menta
N. 1 vasetto da yogurt colmo di olio di riso
N. 1 vasetto da yogurt colmo di farina di cocco
N. 1 vasetto da yogurt colmo di zucchero semolato
N. 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
N. 2 cucchiaiate colme di  crema di cioccolato o Nutella
Farina di cocco q.b. per spolverare la torta

image

Per lo sciroppo di menta:
N. 2 cucchiai di miele di zagara
N. 1 vasetto da yogurt colmo di acqua
Un mazzetto di menta fresca

image

Procedimento:

Consiglio di preparare prima lo sciroppo di menta fresca, facendo bollire l’ acqua con miele e menta per una decina di minuti, filtrare e lasciare intiepidire .
In una ciotola capiente sbattere lo zucchero con le uova, poi aggiungere lo yogurt bianco, l ‘ olio di riso a filo, la farina di cocco, la fecola, la farina 00, il lievito in polvere ed infine lo sciroppo di menta a filo. image
Sbattere accuratamente il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e denso che dovrà essere trasferito in uno stampo per ciambella imburrato ed infarinato.
Cuocere in forno a 160 gradi circa per 45 minuti, tenendo sempre presente che, tempo e temperatura dipendono dal tipo di forno usato.
A cottura conclusa, lasciare intiepidire e spalmare sulla superficie della ciambella le cucchiaiate di crema di cioccolato oppure di Nutella, livellarle e concludere con una spolverata di farina di cocco.

image