Pasta frolla: la mia ricetta

Pubblicato il 17 Sep 2015 - 2:14pm da Sonia Peronaci

5ee228614f59e6e666a9e6c2788fc3ad

Oggi vi ho chiesto consiglio su come farcire la crostata che stavo preparando, mi sono arrivati centinaia di suggerimenti uno più bello dell’altro. Ho pensato che forse era meglio darvi la ricetta per la pasta frolla in modo che poi possiate farcirla come meglio credete, ecco la mia ricetta:

PASTA FROLLA

INGREDIENTI

(per circa 550 gr di pasta, utile per preparare una crostata del diametro di 23 cm, comprese le strisce per formare le losanghe. Lo spessore da mantenere è di 4 mm circa per la base e di 2 mm per le strisce.)

farina 00 250 gr
burro 140
zucchero a velo 100 gr
tuorli 2
vaniglia 1 bacca
sale fino 1 grosso pizzico
PREPARAZIONE
Per preparare una frolla facilmente e velocemente, ecco il mio metodo: prendi il burro freddo da frigorifero, taglialo a pezzetti e mettilo dentro ad un food processor munito di lame. Unisci anche la farina e frulla tutto per qualche secondo fino a che il burro non diventa sabbioso (questa operazione si chiama sabbiatura). Versa il contenuto in una ciotola e aggiungi lo zucchero a velo, i due tuorli, il sale e i semini interni di una bacca di vaniglia (o la scorza grattugiata di 1 limone o di 1 arancia se preferisci), che avrai inciso con un coltellino e dalla quale avrai estratto il contenuto raschiandolo via con la lama.
Impasta bene il tutto (non troppo a lungo, altrimenti sviluppi il glutine e la pasta una volta cotta, non sarà più così frolla) fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Forma un panetto alto 3-4 cm, avvolgilo nella pellicola e mettilo a riposare e rassodare in frigorifero per almeno mezz’ora, dopodichè puoi utilizzare la tua pasta frolla come meglio credi.
Con 400 gr di Nutella o di confettura, potrai realizzare una buonissima crostata, cuocendola in forno statico a 180° per circa 30 minuti
SUGGERIMENTI
-Per avere una frolla morbida utilizzare farine povere di glutine come la 00.

-Lasciare riposare almeno 30 minuti dopo l’impasto affinchè le maglie del glutine si distendano e si riesca a lavorare bene la pasta senza che si ritiri o che si deformi durante la cottura.
-Tutto deve essere freddo: le attrezzature, gli ingredienti, l’ambiente dove si lavora (temperatura ottimale 18 gradi), le mani, il piano di lavoro. Il freddo aiuta a non fare sciogliere il burro di cui la frolla è ricca.
– Non aggiungere troppa farina quando si stende la frolla, altrimenti le dosi dell’impasto variano e varia il risultato finale.

 

Sonia Peronaci
Innamorata della cucina in tutte le sue forme, ho fatto di questa passione un lavoro creando GialloZafferano, ho condotto una trasmissione su Fox-Life e ogni tanto mi diverto a pubblicare dei libri di cucina.
Nella mia vita, 3 figlie, un compagno, 2 simpaticissimi e rumorosissimi pincher, oltre a una ventina di ragazzi in redazione a Giallozafferano.