Risotto agli asparagi cremoso

Una ricetta che non può mancare in questo periodo dell’anno, il risotto agli asparagi. Ultimamente li sto preparando in tutte le salse, ma il risotto rimane la preparazione in cui li preferisco. Inoltre è veramente una ricetta semplice!

Risotto agli asparagi

 

La parte commestibile degli asparagi è l’estremità, mentre la base è dura e indigeribile, per questo andrà tagliata in questo modo:

Risotto agli asparagi

Una volta fatta questa operazione, si dovranno raschiare delicatamente quelle foglioline che rivestono lo stelo. Dopodichè si potranno lavare e cuocere. Solitamente vengono lessati per una decina di minuti in acqua salata, posti in verticale in modo da fare cuocere le punte a vapore, che sono più delicate. Oppure semplicemente basterà lessare lo stelo e aggiungere a cottura quasi ultimata le punte per scottarle appena.

Risotto agli asparagi

 

LE PROPRIETA’

Ricco d’acqua, povero di grassi, questo ortaggio è ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo. Gli asparagi contengono fibre vegetali, acido folico, tante vitamine, sali minerali come fosforo e calcio, ma il minerale di cui sono più ricchi è il potassio, che regola la pressione sanguigna ed aiuta il cuore. Sono anche ricchi di glutatione, che favorisce la depurazione dell’organismo perciò ci aiuta ad eliminare i radicali liberi e le sostanze nocive. Hanno un effetto diuretico grazie al contenuto di “asparagina”. Infine sono ricchi di antiossidanti. Insomma, una miniera d’oro! Quindi, alla fine, fa lo stesso se poi quando facciamo pipì l’odore non è dei migliori.. il nostro organismo ringrazierà! (l’odore che gli asparagi conferiscono alle urine è dovuto alla formazione di composti solforati che non si sprigionano con la cottura ma solo nel momento in cui passano dai reni). Unica attenzione per chi soffre di disturbi renali o di gotta che dovrebbero limitarne il consumo.

Dopo questa “breve” intro.. vediamo la ricetta !!

 

RISOTTO AGLI ASPARAGI

INGREDIENTI (per due persne)

  • 1 l di brodo vegetale
  • 180 g di riso carnaroli
  • 300 g di asparagi freschi
  • 2 scalogni
  • olio evo
  • una noce di burro per mantecare
  • sale, pepe

 

PROCEDIMENTO:

Assicuratevi di avere il brodo vegetale pronto, altrimenti sarà la prima operazione da fare dato che dovrà sobbollire per circa 2 ore

PER GLI ASPARAGI
  1. Pulite gli asparagi come spiegato sopra: tagliate la base dello stelo, cioè la parte più dura e biancastra. Eliminate con un coltellino le foglioline superficiali e lavateli bene sotto acqua corrente. Lessateli per 10/15 minuti in abbondante acqua salata, possibilmente con le punte rivolte verso l’alto, radunati a mazzo e legati. Altrimenti potete tagliare le punte e lessare solo i gambi, e scottarle appena a cottura quasi ultimata di questi ultimi. Una volta teneri potrete scolarli, conservando un po’ di acqua di cottura che vi servirà per creare la crema di asparagi
  2. Preparate un soffritto con olio extravergine e uno scalogno tritato, quando questo inizierà a dorare, aggiungete gli asparagi tagliati a pezzettini (tenete qualche punta da parte per la decorazione del piatto). Aggiungete un po di acqua di cottura e lasciate cuocere qualche minuto. Una volta che gli asparagi si saranno ammorbiditi per bene e insaporiti, frullatene una parte con un mixer, aggiungendo un po’ della loro acqua di cottura, il giusto per creare una crema omogenea. Tenete la crema e i pezzetti di asparagi interi da parte, insieme alle punte
PER IL RISOTTO
  1. Nella stessa padella o dove siete più comodi rifate un soffritto di scalogno tritato e olio. Versate il riso per farlo tostare bene da tutti i lati e una volta tostato sfumate con il vino bianco. Sfumato il vino, coprite con brodo vegetale e lasciate cuocere il risotto come di consueto, aggiungendo brodo ogni volta che sarà necessario. Considerate circa 18 / 20 minuti di cottura totale. A metà cottura circa aggiungete il vostro condimento al risotto e lasciate cuocere, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo brodo man mano che viene assorbito (non fatelo assorbire del tutto altrimenti si attaccherà)
  2. Una volta ultimata la cottura, lasciate asciugare il risotto e potrete mantecare con una noce di burro. Servite con una manciata di pepe. Buon appetito!

Risotto agli asparagi

Precedente Strudel di mele Successivo Torta di mele con albumi (con variante senza glutine)