Tortelli – ravioli di patate

1

Tortelliamoci !! Mitici tortelli di patate !!! Anche questo è un piatti tipico di molte regioni italiane. Un tempo venivano cucinati spessissimo : con 2-3 patate lesse “salta fuori” un piatto da re, e soprattutto piatto unico. Le patate infatti si prestano ad essere mescolate con molti ingredienti : dalla salciccia al semplice prezzemolo. Questa ricetta è tipica emiliana : semplice, con poche verdure che,  chi ha la fortuna di avere nell’orto, mescolate tra loro e confezionate in un “pessettino” di sfoglia, rallegrano il palato di tutta la famiglia. Stanca dei soliti tortelli, questa volta ho utilizzato degli stampini che ho trovato riordinando in un cassetto della cucina : a volte scopro attrezzi che non ricordo a cosa servono !!!!. Sopra la scatola c’è scritto “raviolatrice”, ma viste le dimensioni risultano proprio dei “ravioloni”. Bene bene, così economizzo i tempi !!! Sono ottimi cucinati in un po’ di “sugo matto” ( ragù con pomodori rossi o pelati  fatti saltare in cipolla e olio), ma a noi piacciono semplicemente con burro e alcune foglioline di salvia fresca.

Ingredienti per 2-3 persone, ovvero 55-60 ravioloni : E’ una di quelle ricette i cui ingredienti vanno “ad occhio” e con quello che si ha in casa. Servono infatti 2-3 patate a pasta bianca (circa mezzo kg) un ciuffo di prezzemolo sminuzzato finemente, 1 spicchio di aglio,  (togliete il filetto nel mezzo, che è amaro) 30-40 gr di parmigiano-reggiano, olio di oliva 1 cucchiaino da the, sale, un pizzico di noce moscata, Se non vi piace mettete il pepe, ma non lo consiglio : l’aroma della noce moscata è inimitabile. Alcuni mettono anche, sempre nel ripieno,  qualche foglia di basilico sminuzzato : io no…. lo digerisco il giorno dopo. La combinazione aglio-basilico per me è micidiale ……

una sfoglia con 3 etti di farina (270 gr. di 0 + 30 gr di semola di grano duro), 3 uova, 2-3 gocce di olio, così risulta bella elastica….

2

Lessare le patate e schiacciarle bene. Lasciare raffreddare. In un pentolino fate appassire il prezzemolo e l’aglio tritati finemente. Mettere il sale e impastare .
p1060011

Lasciare raffreddare. Unire  le patate

p1060012

il formaggio, la noce moscata e amalgamare bene.. Sarebbe bene fare riposare il tutto alcune ore, se non si ha fretta…..

p1060014

Spolverare con la farina la raviolatrice, appoggiare una lista di sfoglia pressando un po’ e mettete il ripieno.

p1060015 p1060016

Coprire con un’altra lista di sfoglia e pressare bene con l’aiuto del matterello.

p1060017

10

Ricordatevi di spolverizzare il vassoio con un po’ di farina, così non si attaccano. In pochi minuti la cena è confezionata !!!  Buoni buoni..buoni.. I frutti della terra non tradiscono mai. Lasciate seccare per 2-3 ore  : se avete fretta metteteli nel forno a freddo, ventilato e mezzo aperto. Basterà mezz’ora.

Ciao dieta !!!! Però ne mangerò pochi …. 😉

Questa voce è stata pubblicata in Ricette tipiche reggiane. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.