Coniglio (nostrano) arrosto al vino bianco

Profumi di fine estate e inizi d’autunno   ….

 Ingredienti  : 1 coniglio a pezzi (il mio viene direttamente dal contadino, quindi “è nostrano” …) , trito di aglio e rosmarino, 1 foglia di alloro, 2 chiodi di garofano, 2 palline di ginepro, mezzo bicchiere di vino bianco secco, olio d’oliva, acqua q.b.

Per 1 notte  mettere il coniglio in frigorifero a marinare in due bicchieri d’ acqua, aceto, rosmarino, aglio. Volendo si può mettere anche 1 cucchiaio di olio d’oliva. C’è chi preferisce metterlo in una terrina soltanto con acqua e 1 cipolla grossa tritata grossolanamente

Buttare tutti gli aromi,  mettere il coniglio in una pentola con un po’ di olio per una prima rosolatura per “fare uscire l’acqua”, ovvero togliere “il gusto di selvatico “

 

Togliere il coniglio dalla pentola (lavarla …)  buttare l’olio e la marinata,  rimettere un goccio di olio e iniziare la rosolatura vera e propria

Aggiungere gli ingredienti

e sfumare con il vino. Aggiungere 1 bicchiere di acqua e cuocere a fuoco basso . Se necessario mettere un altro goccio d’acqua durante la cottura.

Dopo una quarantina di minuti salare ed eventualmente quasi a fine cottura aggiungere un po’ di patate a pezzettini. Normalmente il coniglio cuoce in una 40-50 minuti : questo essendo “nostrano” ha impiegato 1 ora e mezzo . E’ molto più buono di quelli d’allevamento,  e …. costa anche molto di più !!!!

Questa voce è stata pubblicata in Ricette tipiche reggiane. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.