Babà al rum

 Eggià !! Stavolta ce l’ho fatta… Simone adora i babà e per trovare gli stampini  qui al nord mio marito ha girato 4 supermercati,  3 negozi di casalinghi… Alla fine mia figlia Chiara è riuscita nell’impresa trovando quelli alti 6 cm……. Detesto i dolci laboriosi e “difficili”, ma stavolta mè andata bene : la ricetta ottimale l’ho “copiata”  dal sito di Teresa, alias Gennarino – e  l’autore è Adriano. Un buon impastatore ha anche reso possibile l’ottimo risultato.  

babà1

Siccome a volte sono un po’ imbranata, soprattutto per tutto ciò che riguarda i lievitati con lievito di birra, ho seguito le indicazioni di preparazione cercando di essere più precisa e fedele possibile…… Ho pesato tutto con una bilancina elettronica, ……….. anche con i grammi è perfetta … per la dieta … 😉  …

Comunque m’è andata bene ……….. 

…. babà2

Ingredienti ( per circa 20 babà)

  • 350 g farina manitoba, quella per pizza
  • 5 uova medie (tuorli e albumi divisi : i tuorli in frigo sigillati in un bicchiere e pellicola)
  • 75 gr burro a temperatura ambiente
  • 2 cucchiai rasi di zucchero (io ne ho messi 3)
  • 15 gr lievito di birra
  • 6 gr sale

A questi ingredienti ho aggiunto una bustina di vanillina e alcune gocce di aroma di limone ed aumentato leggermente lo zucchero, perchè a casa mia sono “molto dolci ” …anche se non sembra ….”

  • Per la bagna : far bollire 700 gr di acqua con 350 di zucchero e la buccia gratt. di un limone biologico. Lasciate raffreddare un po’ e unire 4-5 cucchiai (o più, se piace… perchè io ne ho messo 250 ml)  di rhum. Immergere i babà ancora caldi, strizzarli delicatamente e metterli in piedi, a testa in giù. …. 

2

Sciogliere il lievito in 30 gr di acqua tiepida con 25 gr di farina, sigillare e porre in luogo caldo (dentro al forno, precedentemente portato a 25-28 gradi e poi spento subito: in  totale dovrà riposare per circa un’oretta…) 

Dopo 30 minuti mettere nel robot i soli albumi  e unire tanta farina quanto basta per creare un impasto morbidissimo, che si attacca alle pareti della ciotola ( 9-10 cucchiai)  : coprire e lasciare riposare 30 minuti.

Riavviare l’impastatore , unire il lievito ( e qui sarà già passata un’oretta da quando è stato sciolto in acqua tiepida) ed una spolverata di farina : quando inizia a incorporarsi  unire un tuorlo lasciando impastare bene. Aumentare la velocità dell’impastatore quando inizia a “tirare”  e poi una nuova spolverata di farina, continuando ad amalgamare con un altro tuorlo e la farina , conservandone un po’.  Con il secondo tuorlo unire lo zucchero, con il terzo il pizzico di sale. L’impasto deve risultare molto molto elastico, (dovrà fare i fili) :

unire il burro  e poi l’ultima farina.

4

Il composto tenderà a staccarsi dalla ciotola. Coprire e lasciare lievitare al caldo (28°) .

babà13

Dopo 2-3 ore avrà triplicato di volume , rovesciare sul tavolo infarinato e dare una impastata veloce : immaginate di fare una mozzarella.

7

 babà11

A questo punto mettere negli stampini, sino a metà, meglio se un po’ meno ..precedentemente imburrati (non infarinati, perchè poi attorno non vengono bene…) . Se non ne avete abbastanza utilizzate dei bicchierini da liquore 😉  , come ho fatto io …

babà9 (2)

 babà9

e lasciate lievitare ancora sinchè la cupola uscirà dai bordi (circa 45 minuti).

 babà10

Infornare a 180° per circa 25-30 minuti  (… dipende dal forno…)

babà12 

 Devo proprio dire che questi simpatici dolcetti, anche se esteticamente non perfetti come quelli della pasticceria,  sono buonissimi . ….

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Dolci e Dessert. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Babà al rum

  1. ELEME scrive:

    Complimenti Nadia, bellissimi!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.