Pappardelle ai funghi

Un primo piatto semplice, veloce e buono : cucinatelo in un giorno di festa, quando non si deve tornare al lavoro ed è più facile trovarsi tutti riuniti. Non “ruba” tempo eccessivo davanti ai fornelli e soddisfa anche i palati più esigenti. Il sabato pomerigglio ho fatto 2 uova di sfoglia e preparato la pasta  : 10 minuti con un buon impastatore e la macchina per stenderla. Messa ad  asciugare 10 minuti circa  nel forno ventilato a freddo e mezzo aperto per consentire il giro d’aria, poi tagliato le pappardelle : la pasta fresca è inimitabile. Inoltre dopo un piatto del genere e un bel bicchierotto di vino in pochi reclameranno il secondo, e in ogni caso basta un bel piatto di affettato con salsina ……  Comunque vanno bene anche le pappardelle pronte del supermercato : in commercio ne esistono di ottima qualità….

Ingredienti

  • pappardelle   (per 2 persone)

http://ifornellidellasioranadia.giallozafferano.it/2010/11/30/pasta-fresca/

  • 1 cipolla bianca tagliata sottile ma a pezzi abbastanza grandi
  • 1 spicchio di aglio
  • 30 g funghi secchi porcini ( o misti)
  • prezzemolo fresco macinato fine
  • 2 cucchiai di panna da cucina
  • olio d’oliva
  • un goccino di vino bianco secco
  • sale

Iniziamo con mettere in ammollo in circa 1 mescolo di acqua i funghi per un’oretta. Toglieteli, date una sciacquata veloce,  tagliuzzateli un po’  e filtrate il liquido, aiutandovi con un piccolo colino foderato di cotone (ovatta) . Lo preferisco alla classica “pezzuola” di stoffa, che poi rischia di avere residui di detersivo o peggio ancora ammorbidente…  

In un goccino di  olio di oliva fate imbiondire la cipolla e l’aglio, sfumate con vino bianco e togliete l’aglio  

 

Incorporate i funghi lavati e strizzati, fate “saltare” un po’ a fuoco allegro ma non troppo,  aggiungete l’acqua (dei funghi),  mettete un pizzico di sale e coprite per circa mezz’oretta quaranta minuti. A fine cottura  finire con la panna da cucina ( o 1 noce di burro) e spolverare con  prezzemolo.

  

 Cuocete le pappardelle, scolatele e versarvi i funghi mescolando delicatamente

 

Questa voce è stata pubblicata in Ricette tipiche reggiane. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.