Lo Zodiaco sotto le Stelle

 

Il destino è scritto nelle stelle ?     

 

   Se soltanto gli uomini (che hanno una loro volontà) e non tutti gli altri esseri terreni sono soggetti a influenze astrali, perché i contadini scelgono i giorni per piantare le viti e gli alberi, per seminare le biade, per accoppiare gli animali o addestrarli, affinché si accrescano gli armenti e altre cose simili ?   

Agostino D’Ippona “La Città di Dio”   

Le stelle possono anche considerarsi  granelli di polvere  della nostra personalità  che mescolati da infinite varianti e combinazioni, compongono alla fine un mosaico  unico e irripetibile di  ogni essere umano, con tutte le sue  diversità, desideri e  ambizioni, che ne sono l’anima. Gli astri possono veramente aiutarci  non come oracoli di un futuro probabile,   ma fornirci un’analisi dettagliata  della nostra mente e vita interiore,  delle motivazioni e degli istinti ; non prevedendo gli eventi ma indicarci  i fattori che possono contribuire alla realizzazione di una vita serena  e appagante.   

 Nonostante il detto “il destino è scritto nelle stelle” guardiamo tutti con sufficenza oroscopi e pianeti, considerandoli oracoli approssimativi per un mondo di creduloni. Esiste anche la possibilità di vedere gli astri un po’ come mappa di noi stessi, che con infinite varianti accompagnano la vita. Perchè quindi guardare al cielo non per conoscere il futuro, ma per conoscerci ?.
Non dimentichiamo che sin dala notte dei tempi le semine, i raccolti, i mari sono guidati dalla Luna… Fermandoci un attimo a pensare alle persone che ci circondano, nessuna è uguale all’ altra : c’è il tipo paziente, il frettoloso, il bugiardo, il vanesio, il saggio:  … provate a chiedere i segni zodiacali e vedrete che alcune caratteristiche si accomunano, senza cadere nell’ irrazionale o nel magico…
   

Non mi piace schedare le persone, ma è inevitabile che le caratteristiche di ognuno a seconda della data di nascita, anche  se  modificate dai fattori ambientali e dall’ascendente, si accomunano sotto molti punti di vista.  In tutti gli oroscopi che si rispettino leggo che ogni segno ha un suo opposto : ad es. il Leone e l’ Acquario si contrappongono per ideologia e comportamenti. Non sempre sono d’accordo, perchè voglio immaginare ogni segno collegato uno all’altro con messaggi invisibili che mai si interrompono, ma cambiano e si modificano, si sposano per generare cieli diversi : è come  se un filo di vento e seta ci legasse gli uni agli altri accompagnandoci nel cammino della vita . L’ importante non è assomigliarsi, ma è accettare le differenze nel rispetto della dignità umana, senza false ipocrisie e senza accettare tutto con pietoso buonismo. Non c’è politica che tenga :  il buonsenso non ha colori o bandiere. E’ anche vero però che nella nostra mente è racchiuso l’ alter ego  di noi stessi, che spesso non conosciamo o vogliamo conoscere : sarà per questo che bisogna  sapere qual’è  il  segno zodiacale opposto al nostro destino in modo da saperci regolare ?   

  • Se il Pesci è infinito e indeterminazione, la Vergine è definizione e precisione  
  • Se l’Ariete è impulso e immediatezza, la Bilancia è ponderazione e mediazione
  • Se il Toro è territorialità, lo Scorpione è movimento
  • Se il Cancro è emotività e sensibilità,  il Capricorno è controllo e freddezza logica
  • Se il Leone è individualismo assoluto, l’Acquario è socialità più aperta e libera
  • Gemelli e il Sagittario sono gli unici a presentare comportamenti comuni di movimento e comunicazione

  

 

Questa voce è stata pubblicata in Lo Zodiaco sotto le Stelle. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.