Involtini di tacchino con carciofi e piselli

Gli involtini di tacchino con carciofi e piselli cotti in padella fanno parte di quei secondi piatti facili e veloci pronti da servire in tavola al massimo in mezz’ora. Fettine sottili di fesa di tacchino, che potete sostituire con petto di pollo o fettine di vitello a piacere, accolgono un ripieno saporito come prosciutto crudo non troppo magro e formaggio semi-duro grattugiato grossolanamente. Volendo dare una sferzata di sapore agli involtini, aggiungete al ripieno una fettina di carciofino sott’olio ben tamponata insieme a speck oppure a salame…tutte ottime varianti che vi permetteranno di portare in tavola una pietanza sempre diversa. Senza l’aggiunta di pomodoro il sapore dei carciofi con i piselli rende il sughetto dell’intingolo molto invitante e saporito, non intaccando minimamente il gusto originale.

Involtini di tacchino con carciofi e piselli

Involtini di tacchino con carciofi e piselli

Ingredienti per 4 persone

  • 8 fette di fesa di tacchino
  • 4 fette di prosciutto crudo dolce tagliate a metà
  • formaggio tipo Groviera grattugiato grossolanamente
  • farina q/b
  • 1 cipolla bianca affettata
  • 200 g di piselli surgelati, freschi oppure in confezione cotti a vapore
  • 6-7 cuori di carciofini
  • 200 ml di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Preparazione

Appiattite leggermente le fettine di fesa di tacchino poi farcitele con una mezza fetta di prosciutto crudo e una spizzicata abbondante di groviera grattugiato.

Arrotolate la carne così imbottita e fermate ogni involtino con un paio di stecchini procedete fino a terminare gli ingredienti.

Passate ogni involtino nella farina eliminandone l’eccesso.

In una padella capiente che possa contenere tutti gli involtini in un solo strato, scaldate l’olio e fate soffriggere a fuoco basso la cipolla, aggiungete gli involtini e lasciateli rosolare da ogni lato poi prelevateli e conservateli al caldo fra due piatti.

Aggiungete al fondo di cottura i carciofi e i piselli, salate e pepate poi aggiungete il brodo bollente.

Fate cuocere le verdure fino a che saranno tenere a fiamma dolce.

Quasi a fine cottura aggiungete gli involtini di tacchino e lasciate sul fuoco l’intingolo per ancora dieci minuti girando, ogni tanto, la carne.

A fine tempo ecco che gli involtini di tacchino con carciofi e piselli saranno pronti da portare in tavola…buon appetito.

Se clicchi mi piace alla mia pagina di FACEBOOK non perderai le mie ricette…ti aspetto!

 
Precedente Ventagli rustici in pasta sfoglia Successivo Pasta frolla al cocco

Lascia un commento