PIZZA margherita SENZA GLUTINE

PIZZA margherita SENZA GLUTINE

 INGREDIENTI – dose per 4 pizze piccole da 23 cm oppure per 2 pizze grandi

  • 150 g Low Protein (farina senza glutine)
  • 50 g Mix it Shar (farina senza glutine)
  • 100 g Fecola di patate ( certificata senza glutine )
  • 10 g Sale
  • 190 g Acqua a temperatura ambiente
  • 3 g Lievito Secco (certificato senza glutine)

 PROCEDIMENTO:

Prendere lo stampo di alluminio ( meglio quello col bordo basso, io purtroppo al momento della preparazione avevo in casa solo quello col bordo alto ), prendere della carta da forno tagliarla della misura adeguata a foderare lo stampo come mostrato nelle figure seguenti.

 

Una volta preparati gli stampi (tanti quanti saranno le pizze che deciderete di preparare), incominciamo a preparare l’impasto della pizza…quindi andiamo a sciogliere il lievito secco in acqua a temperatura ambiente

mischiamo bene fino al completo scioglimento del lievito

A questo punto versiamo in una ciotola capiente i vari tipi di farine, miste al sale.

mettiamo al centro il composto di lievito e acqua

con un cucchiaio iniziamo a mischiare l’impasto, partendo dall’ esterno con movimenti circolari e leggeri, facendo roteare anche la bacinella di tanto in tanto

quando l’impasto inizierà ad essere compatto, e questo lo capiremo levando la parte d’impasto che rimane attaccata al cucchiaio…

se questa verrà via lasciando il cucchiaio completamente pulito (come mostrato in figura), allora l’impasto è pronto per essere lavorato con le mani.

Ora con movimenti decisi, ma delicati, andremo a impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo.

N.B. A diversità dell’impasto tradizionale, che per ottenere dei buoni risultati va impastato e tirato con forza, questo tipo d’impasto invece dovrà essere lavorato con delicatezza perchè altrimenti vi ritroverete tutto l’impasto attaccato alle mani a mo’ di colla e non sarete più in grado di lavorarlo in modo corretto.

Una volta pronto, formiamo una palla e disponiamolo sul tavolo da lavoro.

A questo punto, senza farlo riposare, diamogli la forma di uno filone

dividiamolo in 4, se vogliamo delle mini pizze, o semplicemente in 2 se vogliamo delle pizze grandi

appallottoliamo i pezzi d’impasto come raffigurato in figura

e sempre senza fare riposare l’impasto, iniziamo a stenderlo schiacciandolo, con le dita piatte, con pressioni delicate partendo dal centro verso l’esterno. Ovviamente il piano da lavoro va precedentemente infarinato con una spolverata di farina senza glutine

dopodichè lo metteremo nello stampo e termineremo di stenderlo, facendo attenzione che il bordo della pizza rimanga più alto rispetto al resto.

A questo punto lo copriamo con un sacchetto di plastica per surgelati, per due motivi…. Primo per evitare che l’impasto secchi e Secondo per evitare che venga accidentalmente  contaminato da prodotti contenenti GLUTINE.

Fatto ciò, lo lasceremo lievitare direttamente nello stampo per max 2 ore. Mi raccomando non oltre, perchè passato tale tempo l’impasto potrebbe collassare e tutto andrebbe perduto. QUINDI MI RACCOMANDO CALCOLATE SEMPRE BENE A CHE ORA AVRETE INTENZIONE DI INFORNARE LA PIZZA, poi ovviamente dipende anche se la giornata è una giornata molto calda o no, a questo punto o si riduce il tempo di lievitazione, oppure parte della lievitazione gliela si fa fare in frigorifero.

Una volta pronta leviamola dal sacchetto e condiamola con PASSATA DI POMODORO precedentemente condita con un goccio di olio d’oliva e sale

a piacere un pizzico di origano,

QUESTO E’ IL MOMENTO PIU’ IMPORTANTE!!! ….prima di infornare la pizza, METTETE A SCALDARE LA PIETRA REFRATTARIA NEL FORNO GIA’ CALDO PER ALMENO 40 MIN ALLA TEMPERATURA MASSIMA DEL FORNO ( nella parte bassa, se userete il forno a gas ),dopodichè POSIZIONATE LA PIETRA REFRATTARIA SULLA PARTE SUPERIORE DEL FORNO  ( VICINO AL GRILL ) E RISCALDATELA ULTERIORMENTE PER 10 MIN COL GRILL, A QUESTO PUNTO è PRONTA…. ora posizionate la PIETRA REFRATTARIA A MEZZA ALTEZZA, SEMPRE MANTENENDO IL FORNO ACCESO AL MASSIMO, INFORNATE LA PRIMA PIZZA con l’apposita paletta per pizza, il tempo di cottura varia dai 3 a 6 min.

 una volta che vedete che la pizza è cotta, levatela un attimo dal forno

e versatevici sopra la mozzarella ( quantità a vostro piacimento ).

Rimenttela in forno, se avete la possibilità di tenere acceso anche il grill è meglio, e fatela cuocere fino a completa cottura della mozzarella

N.B. Prima di infornare le pizze successive e consigliabile lasciare riscaldare nuovamente  la pietra refrattaria per un paio di minuti

BUON APPETITO !!!

 

Note1: se la pietra refrattaria la userete anche per cuocere le pizze normali (cioè quelle col glutine ) è consigliabile, se non adirittura obbligatorio, cuocere la pizza direttamente nello stampo, per evitare contaminazioni. Se invece la userete solo per cuocere pizze senza glutine allora per un risultato migliore ( come nel mio caso ) vi consiglio vivamente di cuocere la pizza direttamente sulla pietra refrattaria.

Note2: Poichè, soprattutto nella preparazione della pizza, il glutine è un ingrediente di estrema importanza, la sua totale mancanza ne determina il fatto di avere comunque un prodotto totalmente diverso…QUINDI  già da ora NON VI ASPETTATE DI TROVARVI DAVANTI UN PRODOTTO COME L’ORIGINALE, ma nonostante ciò, vi assicuro che per lo meno sia in consistenza ed apparenza questa ricetta vi darà la sensazione visiva e tattile di mangiare la classica pizza.

Note3: Volendo, una volta fatte lievitare, si possono congelare e poi le si tira fuori ogni qual volta che abbiamo voglia di pizza, basterà aspettare che siano scongelate, le si condisce a piacere e poi….dritte in forno…. e BUON APPETITO !!!

Note: Per una maggior praticità, una volta coperte le pizze col sacchetto per surgelati, riporle in una scatola per pizze da asporto che poi metterete una sopra l’altra, questo vi eviterà di avere la casa invasa da pizze nelle due ore di lievitazione.

N.B.  SIA LE DOSI CHE GLI INGREDIENTI, MA SOPRATTUTTO IL PROCEDIMENTO, NON SONO VALIDI PER LA PREPARAZIONE DELLA PIZZA CON INGREDIENTI CLASSICI, QUESTO PERCHE’ COME ANCHE SPIEGATO NEL PASSO A PASSO DELLA RICETTA, L’ASSENZA DI GLUTINE COMPORTA TEMPI DI LIEVITAZIONE E FASI DI LAVORAZIONE TOTALMENTE DIVERSI.

IDEA: Volendo, se riuscite a trovare una pizzeria di fiducia che è daccordo nel farlo, potreste portarvi la base voi  ben coperta col sacchetto di plastica trasparente e poi farla farcire e cuocere dal pizzaiolo, ovviamente con le dovute precauzioni. Gl’ingerdienti da mettere non dovranno essere gli stessi che si usano per le pizze normali a partire dal pomodoro e dalla mozzarella, poichè potrebbero essere stati contaminati dalla farina, ma dovranno essere preparati a parte ed ovviamente la pizza dovrà essere cotta nel vassoio in alluminio. Così anche chi è intollerante al glutine si potrà godere una bella serata in pizzeria con gli amici.

L’unica cosa da valutare, e questo dipenderà dal vostro grado di sensibilità al glutine, è l’eventuale contaminazione durante la cottura nel forno, che sinceramente non so fino a che punto ci possa essere o se adirittura ci possa essere. Questa cosa purtroppo, sarà possibile valutarla solo dopo averla mangiata. Penso che però per una volta si possa rischiare, se poi il risultato è la possibilità di non rinunciare più ad una bella pizzata con amici 😉

Tenendo presente che le pizze una volta lievitate le si può congelare, basterà ogni qual volta che si deciderà di andare in  pizzeria, tirare fuori le pizze che ci servono dal congelatore poco tempo prima di uscire e poi portarsele al ristorante.

Ciao, alla prossima ricetta.

Seguiteci anche su FACEBOOK ai seguenti indirizzi:  Tra Shaker Fornelli oppure alla nostra pagina dedicata Tra Shaker & Fornelli, se poi lo desiderate chiedeteci di far parte del nostro gruppo gli amici di Tra Shaker & Fornelli

——————————————————————————————————————-

PUBBLICITà ^_^

LIFEsg accessori salvavita

https://www.facebook.com/pages/LIFEsg-gli-accessori-che-parlano-di-te/668880396506572?ref=hl

ICE salvavita accessori
LIFEsg con i suoi ACCESSORI SALVAVITA, approvati da ” RETE EMERGENZE” www.retemergenze.org, offre la possibilità di avere sempre con sé la propria documentazione medica, o semplicemente di essere riconosciuti e di chiamare un parente, in caso di bisogno, in seduta stante.
ACCESSORI DELLA CATEGORIA: ICE (In Case of Emergency)
Bracciale salvavita, ICE accessorio ( In Case of Emergency)
bracciale salvavita, ICE (In Case of Emergency) accessorio.
Ora la tua documentazione medica ed altro ancora direttamente nel tuo bracciale in cuoio LIFEsg.
card salvavita, ICE (In Case of Emergency) accessorio
Card salvavita LIFEsg,
la salute in un taschino.
La tua documentazione medica ed altro ancora nella tua CARD.
ICE (In Case of Emergency) accessorio.

 

LIFEsg intelligent running t-shirt
LIFEsg intelligent running t-shirt (salvavita),tutta la tua documentazione medica e altro ancora in una t-shirt, grazie alle due tecnologie in essa contenute. accessibli da qualsiasi smartphone
LIFEsg salvavita, leather bracelet Expo2015
LIFEsg salvavita, leather bracelet Expo2015 is the leather bracelet which has 2 tecnology inside: NFC Tag and QR CODE. So, every people which has a smartphone can help you in case of emergency.
LIFEsg ...for a better first AID
LIFEsg …for a better first AID.
LIFEsg è nato per offrire ai cittadini e ai soccorritori, uno strumento in più per un PRIMO SOCCORSO TEMPESTIVO. Il tutto con un semplice samartphone.
LIFEsg accessori salvavita
LIFEsg accessori salvavita
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI.Tutti i tuoi documenti medici ed altro ancora in un adesivo. L’ adesivo può essere applicato su qualsiasi casco: caschi da moto,da sci,da bici,da equitazione,da lavoro, da hokey, ecc.
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI.Tutti i tuoi documenti medici ed altro ancora in un adesivo. L’ adesivo può essere applicato su qualsiasi casco: caschi da moto,da sci,da bici,da equitazione,da lavoro, da hokey, ecc.
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI.Tutti i tuoi documenti medici ed altro ancora in un adesivo. L’ adesivo può essere applicato su qualsiasi casco: caschi da moto,da sci,da bici,da equitazione,da lavoro, da hokey, ecc.
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI
LIFEsg salvavita, ADESIVO PER CASCHI.Tutti i tuoi documenti medici ed altro ancora in un adesivo. L’ adesivo può essere applicato su qualsiasi casco: caschi da moto,da sci,da bici,da equitazione,da lavoro, da hokey, ecc.

 ——————————————————————————————————————————————————————————————–

 

Fragolandia T-shirt FRAGOLANDIA T-SHIRT, la nuova linea di magliette che sedurrà il mondo. Metti “Mi piace” sulla nostra Facebook Fan page https://www.facebook.com/FragolandiaTShirt  e resta sintonizzato!!! …ne vedrai delle belle!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cucina per Celiaci, Cucina Vegetariana, Ricette Senza Glutine

Informazioni su tra Shaker e Fornelli

Ciao,mi chiamo Giulio,sono dei Gemelli e sono nato a Milano nel lontano 1971. Le mie più grandi passioni sono la cucina (già dall' adolescenza ) ed il bere miscelato ( i cocktails ,per intenderci ) invece da un'età un pò più adulta, ma iniziata a a nascere ai tempi del famosissimo film di Tom Cruise " cocktail " Premetto già da ora di non essere un bravo scrittore, ma spero che comunque i contenuti del mio blog siano ugualmente di vostro gradimento ...ora però bando alle ciance...si parte!!!

4 thoughts on “PIZZA margherita SENZA GLUTINE

    • tra Shaker e Fornelli il said:

      buonissima, parola di uno che non è celiaco 😉 . a presto,grazie del commento