GRISSINI STIRATI

Oggi nevica e mi è arrivato un goloso pacco dalla Calabria, la Nduja di Spilinga, acquistabile sull’e-commerce www.gustiesaporidicalabria.com e ho pensato come meglio gustare questa bontà se non con dei friabili grissini stirati home made? Questi grissini croccanti e genuini vanno bene per accompagnare qualsiasi aperitivo e anche il più piccolo in famiglia sta sgranocchiando il suo…GRISSINI STIRATI Ingredienti: 280 grammi di acqua tiepida, 1 cucchiaino di malto d’orzo o zucchero, 15 grammi di lievito di birra, 500 grammi di farina, 50 grammi di semola, 80 grammi di olio di oliva, 1 cucchiaino di sale fino, a piacere semi di papavero, semi di sesamo.

GRISSINI STIRATISia se impastate a mano che se usate una planetaria, il procedimento è questo: lavorate acqua e lievito  1 minuto, velocità 2. Aggiungete la farina, 60 grammi di olio e impastate, 3 minuti velocità spiga, unite l’ultimo minuto anche il sale. Trasferite l’impasto in una teglia, formate un panetto e spennellate con l’olio rimanente. Fare lievitare in un posto caldo, magari in forno spento, per un’ora. Riprendete l’impasto e spolverizzatelo con la farina di semola. Tagliate delle fette di impasto dello spessore di mezzo centimetro e tirate per dare la forma allungata ed irregolare del grissino. Adagiate su una placca da forno spolverizzata con la farina di semola i grissini. Informate, in forno già caldo, a 200 gradi per 15-20 minuti.GRISSINI STIRATI Si possono a piacere aggiungere in superficie semi di sesamo, sale, semi di papavero. Si chiamano grissini stirati perché hanno un impasto morbido e si presta ad essere stirato ed allungato.

Precedente TORTA DI FRAGOLE Successivo MATOMATO

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.