Torta di mele ubriaca, per prepararsi al Carnevale..

Non che io ami particolarmente il carnevale, ma visto che ci siamo, festeggiamolo!! :-) Quest’anno penso che mi cimenterò anche il qualche dolce carnevalesco trovato sul numero di Febbraio di Sale & Pepe..nel frattempo, una bella e buona torta di mele. Ma non la solita torta di mele, quelle che sanno d’autunno, e di casa, che ricordano mamme e nonne.. questa è una versione più spavalda, e audace! ;-) E’ dolce e croccosa fuori, e morbida e alcolica all’interno. Se non amate molto il sapore forte dell’alcool, vi consiglio di diminuire un pò la quantità. Così avrete una torta di mele solo un pò brilla, e non del tutto ubriaca! ;-)

Pardonate le foto che non rispecchiano al 100% la bontà di questa torta, ma ahimè, la fretta è tiranna!!

TORTA DI MELE UBRIACA

La ricetta l’ho presa dal libro “Torte di mele” , un libro con ricette e foto bellissime che il generoso Babbo Natale, sotto il suggerimento di qualcuno (mio..?! ), mi ha portato il mesetto scorso.. chi ama le torte di mele ( c’è qualcuno che non lo fa…?!? ) non può non averlo nella propria libreria!

Ingredienti:

3-4 mele

300 gr farina

150 gr zucchero + 2 cucchiai

1 bustina di lievito

1 uovo

2/3 di bicchiere di rum

1/3 di bicchiere di latte (se non volete usare latticini optate per quello di riso)

1 bicchiere di olio di semi di girasole

30 gr uvetta

Accendere il forno a 180°.

Ammollare l’uvetta nel rum, e nel frattempo lavare, sbucciare, affettare le mele e tenere da parte.

In un pentolino scaldare l’olio con lo zucchero affinchè diventi tiepido, tenendo mescolato.

Strizzare bene l’uvetta, e in un altro pentolino scaldare bene il rum unito al latte.

In una ciotola mescoliamo, l’olio con lo zucchero e l’uovo, uniamo il rum e il latte ben caldi, la farina e il lievito setacciati e l’uvetta. Si otterrà una pastella densa. Aggiungere del latte se fosse troppo densa.

Imburrare ed infarinare una tortiera (o coprire con carta forno) da 22 cm e versare sul fondo uno strato di pastella, e distribuire sopra un pò di fettine di mele. A questo punto la ricetta, prevedeva tre strati: pastella, mele, pastella, mele, pastella. Per qualche strano motivo io non ne avevo abbastanza, perciò ho fatto solo due strati, ovvero: pastella, tutte le mele affettate e pastella. Cosparegere 1 o 2 cucchiai di zucchero e infornare per un’ora.

Visto il mio forno un pò violento, ho coperto fin da subito la torta con un foglio di alluminio, togliendolo solo per gli ultimi 10 minuti affinchè si dorasse per bene.

Et voilà, ottima! :-)

Buonissimo martedì!

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Libri di cucina, Torte e Ciambelle e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Torta di mele ubriaca, per prepararsi al Carnevale..

  1. Renata scrive:

    Che meraviglia…il dolce che amo di più in assoluto!!!!!
    e anch’io non vedo l’ora di darmi ai dolci carnevaleschi…belli fritti e zuccherosi!!!!
    Un bacione!!!!!!

  2. Uh ma sai che ho da poco preso lo stesso libro e mi piace da matti, tant’è che ieri ho sfoderato subito una ricetta proveniente da lì! buonissima la tua torta di mele!! ;)

  3. Ely scrive:

    Secondo me si capisce perfettamente che è buonissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Baci

  4. grazia scrive:

    mi piace la torta di mele ubriaca …brava e allora buon periodo di carnevale!!!

  5. 2 amiche in cucina scrive:

    A carnevale, ogni torta vale. baci

  6. *Caro* scrive:

    che buona questa torta di mele! :) a presto, buon weekend! :)

  7. Nus in cucina scrive:

    Mmm, rum! Buonissima! E buona l’idea di coprire con l’alluminio, anche il mio forno non ha ancora imparato le buone maniere! ;)

  8. elly scrive:

    Ehi ma quanti bei dolcetti in questo blog!!! E io sbircio, annoto, e ti seguo!

  9. emi scrive:

    Adoro la torta di mele…bel modo di prepararsi al carnevale!!!Brava…

  10. silvanaincucina scrive:

    Luana, che delizia questa torta ubriaca ahahaha……..ho una novità: sono partita stamattina con il mio primo contest insieme a Tina, dedicato al carnevale, con giochi, premi e tante risate! Vuoi partecipare? le regole sono poche …..magari ti leggi tutto nel post sul blog…è chiarissimo!! Sarei davvero contenta averti con noi!! Un’abbraccio e a presto!!

  11. fausta scrive:

    ciao Lù, conosco questo libro… anche se non ce l’ho! Sono anche un’amante delle torte di mela (e già, chi non lo è???). Questa sembra bella “magretta”, per lo meno non contiene burro…. il tasso del colesterolo è salvo! Sostituirò l’olio di girasole con e.v.o e la faccio! Postane altre da quel libro, mi raccomando… ;))
    Un bacione e a presto

  12. Marinella scrive:

    Devo confessarti che le torte di mele non sono proprio il mio forte… ma se avessi la tua qui pronta non esiterei a fare abbondanti e ripetuti assaggi. Sono certa che la tua è buonissima! Anche il libro che ti hanno regalato sembra appetitoso e meravigliosa è la foto in copertina. Io confido che arrivi qualcosa domani per il mio compleanno … ho lasciato indizi vari in giro… speriamo che qualcuno raccolga :)

    Un abbraccio e a presto!
    Mari

  13. giovanna scrive:

    meravigliosa e delicatissima

  14. Enza scrive:

    io le amo tutte…..provero’ anche la tua che sicuramente sara’ buonissima!!
    ciao..

  15. Silvia scrive:

    Adoro le torte di mele anche quando sono ubriache, un abbraccio SILVIA

  16. Stefano DK scrive:

    La torta di mele… la mia preferita in assoluto.. da mangiare a qualunque ora del giorno e della notte.

    Magari questa meglio dalla tarda mattinata :-D

    Bravissima Lu’!

  17. Ely scrive:

    Buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! Ubriaca fa per me!!!!!! Quel libro ora vado su amazon e lo compero :-))))
    Bacii

  18. Perfetta per questo periodo…ma secondo me è buona sempre! :) Un classico che ha sempre tanto successo! BRAVA…mi aggiungo volentieri ai tuoi sostenitori :) A presto! Anna.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>