Castraure gustose con patate e fondutina

in questa ricetta ho abbinato le castraure con delle patate gratinate servite sopra ad una fondutina di gorgonzola, il tutto poi cosparso di granella di noci.

Avete mai provato ad assaggiare le castraure? 😉 Dalle mie parti si trovano spesso, ovviamente in stagione e sono una prelibatezza, mio marito ne porta a casa davvero molte, quest’anno le sue piante sono eccezionalmente produttive e generose, noi amiamo consumarle come antipasto tagliate finemente con scaglie di grana, olio evo pepe e sale, poi in padella cotte con patate aglio e prezzemolo sono una vera bontà, tanto che il loro inconfondibile gusto ci accompagna per ore lasciandoci in bocca un piacevole aroma, tanto da sembrare liquirizia. Originarie delle isole lagunari veneziane, in particolar modo i violetti di S. Erasmo, le castraure sono il primo frutto della pianta, ovviamente delizioso così come i frutti successivi. Personalmente non ho mai avuto l’occasione di assaggiare gli originali direttamente di S. Erasmo i quali, mi dicono gli esperti, hanno un sapore unico, dato dal terreno, 🙂 il clima e la laguna. Questa ricetta l’ho presa dal blog di Lory Dolci e Salate Tentazioni, alla quale ho apportato poche modifiche.

Ingredienti:

10 castraure o violetti di S. Erasmo (pari ad una decina di cuori di carciofo)

2 patate medie

2 spicchi d’aglio

rosmarino, timo e maggiorana un cucchiaino per tipo

prezzemolo tritato

olio extravergine d’oliva

sale e pepe

Fonduta:

50 gr di gorgonzola

100 gr di latte

100 gr di panna fresca

8/10 gherigli di noci

Procedimento:

Mettete sul fuoco una pentola con acqua e sale. Pelate, lavate ed affettate finemente le patate, appena l’acqua bolle, immergetele e lasciatele per tre minuti. Scolate e disponete su un canovaccio. Foderare una teglia da forno con carta forno, sistematevi le fettine di patate, salate, pepate, condite con l’olio e distribuire le spezie ed uno spicchio d’aglio fatto a fettine sottili. Ponete in forno a 150° per circa 15 minuti.

Intanto pulite dalle foglie più esterne le castraure, tagliate le punte e immergetele in acqua con il succo di mezzo limone. Scolare e tagliare a fettine per il verso della lunghezza. e metterle in un tegame. Condite con sale, pepe, uno spicchio d’aglio intero, olio evo tre cucchiai, coprire il tutto con un po’ d’acqua a filo e cuocere a fuoco moderato. Prima della fine della cottura aggiungete del prezzemolo tritato.

Preparate ora la fonduta mettendo tutti gli ingredienti che servono in un pentolino e far cuocere facendo addensare a fuoco lento. Ora, costruite una simil torre mettendo alla base del piatto un cucchiaio di fonduta, tre fette di patate aperte a petalo (un po’ una sopra l’altra, non del tutto però), un cucchiaio di carciofi e ripetere così sino a farne quattro strati, irrorando alle fine con altri due cucchiai di fonduta e una manciate di gherigli di noci tritati. Io prima di servire li ho scaldati 30 secondi in microonde, sono una vera bontà. 😀

Questa ricetta partecipa al contest  “Carciofando” del blog “Cupcakedelirio”!

Asparagi verdi vestiti!

gli asparagi verdi con questa ricetta vengono arricchiti dal gusto della pancetta e del formaggio che gratinando forma quella crosticina irresistibile….

Il veneto è una regione molto produttiva riguardo gli asparagi, noti sono quelli bianchi bellunesi, nelle zone limitrofe di Venezia, in terra ferma c’è una frazione, Giare, dove viene coltivato in via sperimentale l’asparago bianco che però si differenzia da quello bellunese, terreni e clima diverso ne cambiano il sapore; poi in questo caso nelle vicinanze c’è la laguna che con le sue acque salmastre da quel tocco in più.

nella mia ricetta invece prepariamo l’asparago verde, comunemente chiamato in dialetto “sparezee” con la “z” trascinata quasi ad “s”, mio marito infatti nel suo orto ogni anno ne raccoglie un bel po’.

Di un colore verde smeraldo e dal gusto più amarognolo di quello bianco in casa è apprezzatissimo: lesso condito con olio extravergine d’oliva, sale e pepe e accompagnato da uovo quasi alla couque,  oppure in un buonissimo risotto, a pezzetti come condimento per un pasticcio di verdure o per una spaghettata associati ai gamberetti.

in questa ricetta, li propongo come antipasto, davvero buoni con un vestito saporito!

Ingredienti:

un mazzetto di asparagi verdi circa 500 gr

6 fette di pancetta stesa

6 fette di formaggio tipo edammer

pane grattugiato

un uovo

sale q.b.

olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Lessate al dente gli asparagi che prima avevate lavato bene e a cui avrete tolto la parte legnosa del gambo, scolate e lasciate raffreddare. Nel frattempo sbattete l’uovo con del sale, accendete il forno a circa 180°, prendete circa 6-7 asparagi insieme ed intingeteli per intero nell’uovo sbattuto, passando poi sul pan grattato, avvolgeteli nella fettina di formaggio filante e per ultimo completate arrotolandoli con la fetta di pancetta, appoggiate ogni gruppetto sulla placca del forno coperta da cartaforno, spargete sopra un filo d’olio extravergine d’oliva e infornate per circa 20 min. Servire caldi. 😉

Con questa ricetta partecipo al contest di “Nella cucina di Laura”.


 

Sformato di riso e zucchine

 

questo sformato di riso e zucchine è un’idea molto stuzzicante per preparare un piatto unico da portare in tavola per pranzo o per cena.

Gustosa e bella da vedere, nonostante l’assenza di carne saporita o di formaggi “con carattere” devo dire che questa preparazione ha sempre successo, in più è ottima per chi è intollerante al glutine, almeno da quel che mi risulta il riso non ne contiene, grassi davvero pochi, perciò via libera a un bis di fette!!

Ingredienti:

200 gr di riso vialone nano

400-500 gr di zucchine

1/2 cipolla

1 cucchiaio d’origano

2 uova

sale q.b.

1 mozzarella o 8 fette di formaggio che fonde

burro e pan grattato per lo stampo

Procedimento:

Cuocere al dente in acqua salata il riso, nel frattempo fate imbiondire la cipolla tagliata fine in una padella unta con dell’olio, aggiungete le zucchine tritate (lasciandone da parte due che taglierete a rondelle sottili) con un po’ di sale e fate appassire. Dopo circa dieci minuti togliere dal fuoco e lasciar raffreddare. Nel frattempo scolate il riso, e in una terrine sbattete con una forchetta le uova aggiungendo l’origano, un pizzico di sale, le zucchine stufate e da ultimo il riso. Preparate lo stampo a cerniera imburrato e spolverato di pan grattato o rivestito con carta forno, versate metà composto di riso e zucchine sul fondo, distribuite metà del formaggio, finite con un’altro strato di riso e zucchine,il restante  formaggio e disponete a vostro gusto le rondelle di zucchine sulla superficie. Infornate a 180° per circa 30 minuti, in forno già caldo. 😉

Questa ricetta partecipa al contest di “nella cucina di Ely”!!

Brownies al cioccolato fondente e arancia

 

Questi brownies al cioccolato fondente e arancia sono uno tira l’altro, si sciolgono in bocca, il profumo di arancia e cioccolato invadono casa, lasciatevi rapire e provateli anche voi, non ci vuole molto per prepararli e in altrettanto tempo vengono divorati!

Ingredienti per la pasta al formaggio:

250 gr di formaggio cremoso

50 gr di zucchero semolato

3 cucchiai di succo d’arancia

2 cucchiaini da tè di buccia d’arancia grattugiata

10 gr di maizena

1 uovo

Ingredienti per la pasta al cioccolato:

200 gr di cioccolato fondente

75 gr di farina bianca

40 gr di burro

150 gr di zucchero semolato

2 cucchiaini da caffè d’essenza alla vaniglia

2 uova

Procedimento

Scaldate il forno a 180° e rivestite la teglia con carta forno. Preparate l’impasto al formaggio: lavorate il formaggio icon lo zucchero n una ciotola capiente con un frullatore ad alta velocità ottenendo un composto cremoso. Unite la scorza ed il succo d’arancia, la maizena e poi l’uovo senza mescolare troppo. Per l’impasto al cioccolato: fate fondere il cioccolato grossolanamente spezzettato con il burro a bagno maria, fate raffreddare e poi unite lo zucchero e la vaniglia. Battete con una forchetta le uova leggermente con due cucchiai di acqua fredda e incorporate al composto di cioccolato, unendo per ultima la farina setacciata. Ora versate l’impasto al cioccolato sulla teglia rivestita, livellando bene, poi distribuite sopra a cucchiaiate l’impasto al formaggio, “tirando” con una spatola per creare un effetto marmorizzato. Infornare per 25/30 min finchè sarà sodo al centro e leggermente gonfio ai bordi. Lasciate raffreddare nella teglia e tagliarlo a cubetti. La ricetta è presa dal libro “Il libro d’oro del cioccolato”.