Pandolce all’uvetta e miele

pandolce

Eccomi! Ed ecco il pandolce all’uvetta e miele. Da quanto non scrivo più sul mio blog! L’estate è passata piena di impegni, poi il mio pc che non funziona più da agosto, iniziano le scuole e si gira come trottole ma oggi ci sono riuscita, pubblico il mio articolo usando un portatile che non sono abituata ad usare ma ci provo comunque! Questa ricetta mi è stata “raccontata” da nonna Piera, nonna e mamma di una vicina di casa. Nonna Piera il mese scorso era a far visita alla figlia la quale, sapendo del mio rapporto di amore ed odio con gli impasti lievitati (la maggior parte delle volte che mi ci cimento ne esce un mattone!!!), mi ha subito chiamata per fare un assaggio di questo pandolce portato appunto dalla nonna, con una tazza di tè e una fetta di questo morbido pane all’uvetta ho iniziato a fare domande sulla sua lavorazione: nonna Piera mi dice che è facile, che mette un po’ di questo, e due di quello e poi anche un cucchiaio dell’altro…… noooooo! Io viaggio di dosi ben precise e non mi esce un granchè mentre a lei riesce facendo ad occhio? Questa è un’ingiustizia come dice Calimero. Vabbè, armata di carta e penna prendo appunti e faccio domande a ruota libera tanto che a nonna Piera girava la testa ma devo quantificare gli ingredienti, mica posso fare come lei che dice “un bicchiere scarso di latte, due pugni di uvetta, un po’ di miele zucchero fai tu…” mi uscirebbe un disco di ghisa e, una volta a casa ripongo con cura gli appunti, ogni tanto li leggo e dico “domani lo preparo pure io” ma passano i giorni finchè sabato mi decido: adesso mi ci metto d’impegno e provo a realizzare il pandolce di nonna Piera! 🙂

Ingredienti:

500 gr di farina (io ho usato la n.1 di grandi mulini italiani)

100 gr di zucchero

150 gr di latte tiepido

100 gr di acqua tiepida

2 cucchiai di miele di tiglio o acacia

50 gr di uvetta ammollata e strizzata

1/2 bustina di lievito di birra disidratato

70 gr di burro a pezzetti

1 pizzico di sale

Procedimento:

Per prima cosa intiepidire il latte, sciogliervi un cucchiaino di zucchero poi il lievito e lasciar agire per 10 minuti, deve formare la schiuma. In una ciotola versate la farina e lo zucchero, il sale, mettete il burro morbido e a pezzetti,versate nell’acqua tiepida il miele stemperandolo bene, iniziando a mescolare con le mani versate il latte con il lievito sciolto, aggiungendo di volta in volta l’acqua tiepida con il miele quanto basta per ottenere un’impasto morbido e lavorate il tutto creando un panetto elastico e possibilmente liscio. Fate riposare in una ciotola coperta, in luogo tiepido per almeno 4 ore, io ho acceso il forno a 25 gradi e ce l’ho lasciato lì, deve raddoppiare di volume. Trascorso questo tempo riprendete l’impasto dando la forma che volete, io l’ho diviso in tre pani e adagiati su uno stampo da plumcake coperto da carta forno, ho riposto nuovamente in forno a lievitare per altre 3 ore, deve sempre raddoppiare di volume. A questo punto ho tolto il pandolce dal forno, ho portato la temperatura a 180°, spennellato la superficie con latte e spolverato di zucchero semolato, in forno per 15-20 minuti ed ecco pronto il pandolce all’uvetta e miele!!

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Grandi Molini Italiani!

I-lievitati-della-nonna-GMI-600x250

lavorazionepandolce1pandolce1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*