Fusilli con bottarga e zafferano

fusillizafferanoebottarga

Ed eccoci alla seconda tappa del contest #girodeiprimi di Pasta di Canossa con  La Melagrana food creative idea, ed ecco i fusilli con bottarga e zafferano ispirati ad una fantastica regione: la Sardegna. Qualche anno fa ho visitato una minima parte di questa nostra isola, ci vorrebbe un mese per poterla vedere tutta! Porto Torres, Alghero, Asinara, La Pelosa, Caprera, ed ho visto ancora poco! Ecco allora che tra le cose che abbiamo portato a casa c’era un barattolo di bottarga e un po’ di zafferano ovviamente già consumato a suo tempo ma, perchè non rifarla? E quì ci si mette ai fornelli per saltare un’ottima pasta!

Ingredienti per due persone:

130 gr di fusilli Pasta di Canossa

mezzo cucchiaino da caffè di zafferano

1 cucchiaio di bottarga

olio evo

sale q,b,

1 spicchio d’aglio

Procedimento:

Mettete a bollire dell’acqua per la pasta, salatela a piacere. Quando bolle tuffatevi i fusilli e fateli cuocere per 5 minuti, nel frattempo in una padella scaldate l’olio con lo spicchio d’aglio facendolo imbiondire, spostare poi fuori dal fuoco la padella, togliete l’aglio e aggiungetevi tre-quattro cucchiai d’acqua di cottura della pasta e anche lo zafferano, amalgamando bene il tutto. Trascorsi i cinque minuti scolate la pasta e fatela saltare nella padella per altri due minuti. Servite poi ben calda spolverando la superficie con la bottarga. Buon appetito! 😀

fusillizafferanoebottarga1

Con questa ricetta partecipo al contest #girodeiprimi indetto da La Melagrana – Food Creative Idea e Pasta di Canossa.

contestpastadicanossa

Pennette con salsiccia, pomodori secchi e olive nere

pennettesalsicciaolivenere2

Buongiorno! Oggi vi presento un primo piatto cioè le pennette con salsiccia, pomodori secchi e olive nere, condimento ispirato ad una regione, la Basilicata. La Melagrana food creative idea con il pastificio Pasta di Canossa mi hanno invitata a partecipare al loro contest #girodeiprimi, tema i primi piatti della tradizione regionale rivisitati, e qui, nonostante io non sia una “postatrice” seriale di ricette, mi sto mettendo in gioco e… ci provo! Leggo di ingredienti e prodotti tipici regionali che fanno venire l’acquolina in bocca e la Basilicata non ne è da meno: cacio cavallo, scamorze, lardo e soppressata, peperoni secchi, salsicce olive nere e pomodori secchi, questi ultimi mi hanno ispirato ed ecco un primo piatto sostanzioso e gustoso!

Pasta di Canossa sorge in Emilia Romagna che coltiva e produce direttamente in azienda, segue il naturale ciclo del grano duro a km zero quindi, certificandone la qualità. Visitate il loro sito per saperne di più!

 

pennettesalsicciaolivenere3

Ingredienti:

150 gr di Pennette Pasta di Canossa (per due persone)

una salsiccia

30 gr di pomodori secchi (ho usato quelli sott’olio)

due manciata di olive nere mezzo scalogno

due piccoli peperoncini

250 gr circa di conserva di pomodoro

olio evo

sale q.b.

Procedimento:

Mettete a bollire dell’acqua per cuocere la pasta salandola ma non troppo. Nel frattempo prepariamo il condimento: in una padella fate soffriggere in olio evo lo scalogno tritato finemente, non fatelo imbrunire. Aggiungere la salsiccia sbriciolata, appena inizia a cuocere mettete anche olive e pomodori secchi a pezzetti, saltate il tutto e aggiungete la conserva di pomodoro, salate quanto basta e fate cuocere per 5-8 minuti aggiungendo anche i peperoncini sbriciolati. A bollitura avvenuta, tuffate la pasta e fatela cuocere per 5 minuti, scolatela e saltatela nel condimento per altri 2-3 minuti. Servire e sopratutto gustare!! 😀

Con questa ricetta partecipo al contest #girodeiprimi indetto da La Melagrana – Food Creative Idea e Pasta di Canossa.

contestpastadicanossa

Paccheri ripieni di asparagi e ricotta

paccheroripieno

Buongiorno a tutti! Oggi vi presento un primo piatto gustoso e ideale a chi è intollerante al glutine: i paccheri ripieni di asparagi e ricotta! Non ho mai provato la pasta senza glutine e nemmeno il formato in oggetto perciò questo contest è capitato a fagiolo come si sul dire, quindi dopo aver ricevuto la pasta senza glutine della Fabbrica di Gragnano qualche giorno fa ho pensato di preparare questi paccheri ripieni. Eccovi la ricetta! 😀

Ingredienti

100 gr di Paccheri senza glutine di Gragnano

250 gr di ricotta

un mazzetto di asparagi verdi

un quarto di scalogno  tritato

olio evo, sale e pepe q.b.

parmigiano o grana grattugiato

Procedimento:

Lavate e mondate gli asparagi tagliando via la parte del gambo più legnosa, fatene dei piccoli pezzi e cuocete finchè saranno morbidi con poca acqua salata e con uno spicchio di scalogno tritato, non troppo per non sovrastare il gusto tipico degli asparagi verdi. Non dovrà esserci acqua sul fondo della pentola, solo pochissima. Portate a bollore l’acqua in una pentola capiente e salarla, tuffatevi i paccheri e fateli cuocere nel tempo indicato sulla confezione della pasta. Nel frattempo amalgamate la ricotta agli asparagi cotti aggiustando di sale e pepe e riempite una sac a poche con bocchetta tonda grande. Quando i paccheri saranno cotti al punto giusto scolateli e iniziate a riempirli. Sistemateli in un piatto a piacimento e passatevi un filo d’olio evo, servite spolverati di parmigiano grattugiato. Ovviamente l’ideale sarebbe far gratinare questa pasta per qualche minuto ma, il mio forno fa qualche scherzetto ultimamente perciò ho preferito servire la pasta così. Buona comunque!! 😉

paccheroripieno1

Con questa ricetta partecipo al contest “Il pacchero solitario“!

paccheroquadrato (1)

Donuts speziati con glassa allo sciroppo d’acero

 

donutsallaglassa1

Oggi vi presento questi donuts speziati con glassa allo sciroppo d’acero! La proposta relativa al mese di marzo è stata lanciata nel gruppo re-cake 2.0 e in molte si sono destreggiate nel prepararli tra cui io, mi ispirano molto. Non sono le ciambelle che Omar Simson divora, ma almeno nell’aspetto si somigliano, queste sono profumate e morbide, hanno tre tipi di spezie nell’impasto e ciò le rende ancora più invitanti: cannella, zenzero in polvere e noce moscata! Lo sciroppo d’acero è una novità per me, l’ho visto spesso in alcuni supermercati ma mai acquistato prima d’ora, in questa glassa è davvero buono. Forza provateli!

INGREDIENTI:

Glassa di acero:
60g di burro
120ml sciroppo d’acero
112g di zucchero a velo setacciato
opzionale:1/2 cucchiaino estratto d’acero

Donuts Speziati:
125 g di Farina 00
1 cucchiaino di Lievito per dolci
1/4 di cucchiaino di Bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di Cannella
1/2 cucchiaino Noce moscata
1/4 cucchiaino Chiodi di garofano macinati (sostituito con lo zenzero)
1/4 cucchiaino di Sale
1 Uovo grande
65g di Zucchero di canna
60 ml di Latte
60 g Yogurt
30g di Burro fuso
1 e 1/2 cucchiaini di Estratto di vaniglia

donutsconglassa

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa preparate la glassa.
In una piccola casseruola a fuoco basso, sciogliere il burro e lo sciroppo d’acero insieme, mescolando di tanto in tanto; una volta che il burro si è sciolto, togliere dal fuoco e sbattere con lo zucchero a velo setacciato. Mettere da parte la glassa e lasciare raffreddare e addensare.
sciroppo
Preparazione Donuts:
Mescolare la farina, il lievito, il bicarbonato di sodio, la cannella, la noce moscata, i chiodi di garofano macinati e il sale in una ciotola.

In un’altra ciotola sbattere l’uovo, lo zucchero di canna, il latte e lo yogurt fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungere il burro fuso e la vaniglia, mescolando fino a quando non saranno ben amalgamati.

Versare gli ingredienti umidi negli ingredienti secchi e mescolare per ottenere una pastella molto spessa.

Versare la pastella in uno stampo per donuts, (aiutandosi con una sac a poche) riempendo le cavità per 3/4, in modo da lasciar spazio alla crescita che i donuts avranno in cottura.

Cuocere a 175°C per 9-10 minuti o fino a quando i bordi sono leggermente dorati.

Lasciare raffreddare per circa due minuti e trasferirli su una griglia rivestita di carta forno.

donuts speziati glassa acero

Per glassare i donuts, tenere la ciambella e immergerla per metà nella glassa, immergere ogni ciambella due volte. Posizionare le ciambelle su una griglia per far sgocciolare la glassa.

I Donuts danno il meglio di se se serviti immediatamente, conservare in un contenitore chiuso, a temperatura ambiente per 2 giorni.

Suggerimento: i Donuts si possono congelare (glassati o non glassati) fino a 2 mesi.
Per consumarli, scongelarli in frigorifero durante la notte e scaldarli leggermente prima di mangiarli.

 

recake12

 

Torta alla ricotta e pinoli

tortamorbidaricottaepinoli1

Ve l’avevo già detto che adoro la ricotta? Sì… No… Forse… Vabbè allora dato che mi piace tanto vi propongo questa torta alla ricotta e pinoli, buonissima e morbidissima! La ricotta mi piace fresca a cucchiaiate, o aggiungendo un cucchiaino di cacao amaro, poi sulla pasta, sulla pizza, nelle creme di verdure e come ingrediente nei dolci, insomma nel mio frigo c’è sempre posto per lei. Lo sapete vero che non si tratta di un formaggio ma di un latticino? Ecco cosa dice wikipedia a proposito: “La ricotta pur essendo un prodotto caseario non si può definire un formaggio ma va classificata semplicemente come un latticino, non viene ottenuta infatti attraverso la coagulazione della caseina, ma dalle proteine del siero del latte, cioè dalla parte liquida che si separa dalla cagliata durante la caseificazione”! Quindi compriamola più spesso, è molto versatile, ha poche calorie e ci permette di sbizzarrirci in cucina! 😀 E adesso facciamo questa torta! 😉

Ingredienti:

400 gr di ricotta

180 gr di zucchero

40 gr di burro

4 uova

100 ml di panna fresca

50 gr di farina 00

1 bacca di vaniglia

100 gr di pinoli  (in più una manciata per decorare)

Procedimento:

Ammorbidire il burro a temperatura ambiente e montarlo con metà dello zucchero (90 gr), separare i tuorli dagli albumi mettendoli in una ciotola a parte, i tuorli invece uniteli al composto di burro e zucchero, poi aggiungete la ricotta e la panna, la farina ben setacciata e i semini della bacca di vaniglia. Mescolare tutto bene. In un padellino fate tostare leggermente i pinoli, tritateli bene ed aggiungeteli all’impasto della torta. Montate a neve ben ferma gli albumi a cui unirete il restante zucchero e incorporateli al composto di ricotta. Versate il tutto in uno stampo di circa 24 cm di diametro che avrete rivestito di carta forno, distribuitevi sopra i pinoli tenuti da parte per decorazione, fate cuocere in forno già caldo a 180° per 35-40 minuti. Servite anche tiepida magari accompagnata ad una crema agli agrumi, una salsa al cioccolato o ai frutti di bosco!

 

tortamorbidaricottaepinoli