Castraure gustose con patate e fondutina

in questa ricetta ho abbinato le castraure con delle patate gratinate servite sopra ad una fondutina di gorgonzola, il tutto poi cosparso di granella di noci.

Avete mai provato ad assaggiare le castraure? 😉 Dalle mie parti si trovano spesso, ovviamente in stagione e sono una prelibatezza, mio marito ne porta a casa davvero molte, quest’anno le sue piante sono eccezionalmente produttive e generose, noi amiamo consumarle come antipasto tagliate finemente con scaglie di grana, olio evo pepe e sale, poi in padella cotte con patate aglio e prezzemolo sono una vera bontà, tanto che il loro inconfondibile gusto ci accompagna per ore lasciandoci in bocca un piacevole aroma, tanto da sembrare liquirizia. Originarie delle isole lagunari veneziane, in particolar modo i violetti di S. Erasmo, le castraure sono il primo frutto della pianta, ovviamente delizioso così come i frutti successivi. Personalmente non ho mai avuto l’occasione di assaggiare gli originali direttamente di S. Erasmo i quali, mi dicono gli esperti, hanno un sapore unico, dato dal terreno, 🙂 il clima e la laguna. Questa ricetta l’ho presa dal blog di Lory Dolci e Salate Tentazioni, alla quale ho apportato poche modifiche.

Ingredienti:

10 castraure o violetti di S. Erasmo (pari ad una decina di cuori di carciofo)

2 patate medie

2 spicchi d’aglio

rosmarino, timo e maggiorana un cucchiaino per tipo

prezzemolo tritato

olio extravergine d’oliva

sale e pepe

Fonduta:

50 gr di gorgonzola

100 gr di latte

100 gr di panna fresca

8/10 gherigli di noci

Procedimento:

Mettete sul fuoco una pentola con acqua e sale. Pelate, lavate ed affettate finemente le patate, appena l’acqua bolle, immergetele e lasciatele per tre minuti. Scolate e disponete su un canovaccio. Foderare una teglia da forno con carta forno, sistematevi le fettine di patate, salate, pepate, condite con l’olio e distribuire le spezie ed uno spicchio d’aglio fatto a fettine sottili. Ponete in forno a 150° per circa 15 minuti.

Intanto pulite dalle foglie più esterne le castraure, tagliate le punte e immergetele in acqua con il succo di mezzo limone. Scolare e tagliare a fettine per il verso della lunghezza. e metterle in un tegame. Condite con sale, pepe, uno spicchio d’aglio intero, olio evo tre cucchiai, coprire il tutto con un po’ d’acqua a filo e cuocere a fuoco moderato. Prima della fine della cottura aggiungete del prezzemolo tritato.

Preparate ora la fonduta mettendo tutti gli ingredienti che servono in un pentolino e far cuocere facendo addensare a fuoco lento. Ora, costruite una simil torre mettendo alla base del piatto un cucchiaio di fonduta, tre fette di patate aperte a petalo (un po’ una sopra l’altra, non del tutto però), un cucchiaio di carciofi e ripetere così sino a farne quattro strati, irrorando alle fine con altri due cucchiai di fonduta e una manciate di gherigli di noci tritati. Io prima di servire li ho scaldati 30 secondi in microonde, sono una vera bontà. 😀

Questa ricetta partecipa al contest  “Carciofando” del blog “Cupcakedelirio”!