Muffin al cioccolato bianco

Questi muffin al cioccolato bianco sono davvero originali, lo zenzero candito infatti da loro carattere con il suo gusto piccantino. Li ho preparati per un pranzo in famiglia, apprezzati da grandi e piccini sono semplici da preparare e si decorano a piacere, io ho semplicemente usato la spatola in silicone per spalmare la copertura ma potrete sbizzarrirvi come volete, allora via libera alla fantasia! 😀

Ingredienti:

300 gr di farina bianca

150 gr di cioccolato bianco tritato finemente o in gocce

mezza bustina di lievito in polvere

50 gr di zucchero

250 ml di latte

60 gr di burro fuso

1 uovo grosso

2 cucchiai di miele (io ho usato il miele bio di arancio di Rigoni di Asiago)

una bustina di vanillina

zenzero candito

sale q.b.

Per la copertura:

100 gr di formaggio cremoso o di ricotta

100 gr di panna da montare

1 cucchiaino di zenzero in polvere

150 gr di zucchero al velo

Procedimento:

Preriscaldate il forno a 200°, setacciate la farina il lievito e un pizzico di sale in una terrina capiente. Unire ora lo zucchero ed il cioccolato, formante un foro al centro e mettetevi il latte, il burro e l’uovo già leggermente sbattuto, il miele e la vanillina. Preparate degli stampini da muffin imburrati ed infarinati o dei pirottini medio-grandi, versate il composto per circa tre quarti in ogni stampino. Infornate e fate cuocere per 15 minuti. Fateli raffreddare. Nel frattempo preparate la crema di copertura mescolando con le fruste elettriche il formaggio con lo zucchero, aggiungete lo zenzero e per ultima la panna precedentemente montata fono ad ottenere una crema soffice. Ora con l’aiuto di una spatola in silicone, spalmatene la superficie dei muffin aggiungendo alla fine dei pezzetti di zenzero candito come decorazione. 😉

Stampini per muffin della novacart.

 

Frittelle alla ricotta

 

Le frittelle alla ricotta sono delicatissime ed una tira l’altra, la buccia di limone poi le rende profumatissime.

Qualche anno fa il mio carissimo papà tornando dal lavoro ha portato a casa un assaggio di frittelle alla ricotta che aveva preparato la mamma di un collega, ne rimasi talmente deliziata che da allora le rifaccio ogni anno, non sono una cima con i fritti ma queste vi assicuro che riescono e sono buonissime, le fate al mattino ed il giorno successivo difficilmente ne avrete ancora da assaporare, inoltre non si seccano in fretta, restano morbide e profumate, provare per credere.

Ingredienti:

500 gr di ricotta

5 uova

1 bustina di lievito per dolci

7 cucchiai di zucchero

200 gr di farina

7 cucchiai di fecola

una busta da 250 gr di uvetta

1 fiala di aroma al rum

la buccia grattugiata di un limone

un pizzico di sale

olio per friggere (arachidi)

zucchero al velo (San Martino)

Procedimento:

Mettete in ammollo l’uvetta in acqua calda. Setacciate la ricotta ed unirvi le uova una alla volta. Aggiungere poi il sale, lo zucchero, l’aroma rum, la buccia di limone grattugiata e l’uvetta ben strizzata. Miscelate il lievito con le farine ed aggiungetele a cucchiaiate nel composto di ricotta evitando di formare grumi, potreste aiutarvi con una frusta. Scaldare l’olio in una pentola dai bordi alti e non troppo larga, quando l’olio sarà pronto lo potrete verificare usando un bastoncino in legno da spiedini, poggiate la punta sul fondo e se tutt’intorno si sviluppano delle bollicine potrete iniziare a friggere le frittelle. Prendete un cucchiaio da tavola e riempitelo fino a metà per ogni frittella, tuffate l’impasto nell’olio e rigirate finchè saranno dorate, togliere con l’aiuto di una schiumarola, porre a sgocciolare su un vassoio coperto da carta casa, una volta raffreddate, spolverare con zucchero al velo e servite! 😉

Crostata con pere cioccolato e crema di ricotta

Questa crostata con pere cioccolato e crema di ricotta saprà conquistarvi, offritela a fine pasto o come merenda, sarà un successo! Grembiule dell’azienda tessile Busatti Anghiari.

Anche quest’anno è stata organizzata una vendita per la scuola materna che frequenta mia figlia, cose fatte in casa, biscotti, dolci, lavoretti fai da te in tema natalizio, il tutto per poter racimolare soldini per il fondo cassa, in questo modo le insegnati eviteranno di chiedere soldi per le varie spese tipo pennarelli, creta, sapone e tutto ciò che serve per ogni classe. In alcuni plessi scolastici sono ridotti a portare ogni bimbo un rotolo di carta igienica da casa e metterlo via dopo l’utilizzo, trovo sia davvero un’esagerazione. Invece altri, chiedono un fisso di 10 euro ogni mese per merende e spese varie, nel nostro caso invece appunto si cerca di aiutare con questi eventi, magari il mercatino di natale, il prossimo potrebbe essere per carnevale, insomma così ci autofinanziamo e si evita di chiedere soldi direttamente ai genitori che magari sono in difficoltà. Ecco allora questa crostata è stata venduta durante un mercatino, in realtà ho utilizzato due stampini, uno dei due dolci è rimasto a casa per la gioia sopratutto di mio marito, provatela è semplice da fare e molto golosa. 😉

Ingredienti del ripieno:

2 pere kaiser o william

400 gr di ricotta fresca

100 gr di gocce al cioccolato

due tuorli

150 gr di zucchero

1 bustina di vanillina

Frolla per tortiera da 24-26 cm di diametro:

300 gr di farina

150 gr di zucchero

2 uova

mezza bustina di lievito vanillinato

100 di burro fuso

Procedimento:

Preparate innanzitutto la frolla così, io uso il robot da cucina, vecchiotto ma ancora fa il suo dovere: mettevi dentro le uova con lo zucchero e lavorate finchè sarà tutto ben amalgamato, non spumoso, aggiungere il burro fuso e freddo, poi gradatamente la farina setacciata con il lievito finchè si formerà una palla soda, avvolgetela nella pellicola e ponete a riposare in frigo per mezz’oretta. Ora imburrate ed infarinate la tortiera, preparate il ripieno così: lavorare bene i tuorli con lo zucchero, aggiungete la ricotta a cucchiaiate, incorporatela bene, ora versate le gocce di cioccolato e la vanillina mescolando il tutto. Pulite e pelate le pere, fatene delle fettine da disporre poi sopra la crema di ricotta.Accendete il forno a 180°. Iniziate a rivestire il fondo della vostra tortiera con la frolla, versatevi la crema di ricotta e sopra disponetevi le fettine di pera o, a pezzetti, è a vostro gusto. Infornate per 30 minuti. Servitela fredda e spolverata di zucchero al velo. 😉

Stampi da foro mono uso della Novacart!

 

Dolce di San Martino

Il dolce di San Martino è preparato con una base di profumata pasta frolla alla quale poi si aggiungono caramelle, cioccolatini, glassa, ecc. Nel veneziano ogni pasticceria e panificio mette in bella mostra questo dolce semplice ma ottimo. Da quando ero piccola in casa si festeggia l’undici novembre con questa delicata frolla a forma di cavallo che porta in groppa San Martino, profumata d’arancia e guarnita con glassa colorata, caramelle varie e cioccolatini. La leggenda narra che un cavaliere, in una giornata fredda e ventosa incontra sulla sua strada un povero vestito di miseri stracci ed infreddolito, allora dona al povero parte del suo caldo mantello di lana perchè non debba più temere il freddo. Qualche giorno fa ho realizzato questo mio primo San Martino, l’ho portato alla scuola materna di mia figlia perchè tra mamme abbiamo preparato un mercatino di dolci fatti in casa e san martini a profusione tutti bellissimi, le torte poi una più golosa dell’altra. La glassa non era abbastanza densa così è rimasta liscia senza onde come sarebbe piaciuto a me ma, è talmente buffo che ha divertito i partecipanti! 😉 Cannovaccio in puro lino azienda tessile Busatti di Anghiari.

Ingredienti per la frolla:

300 gr di farina

2 uova

100 gr di burro fuso e freddo

150 gr di zucchero

1/2 bustina di lievito per dolci

1 fiala aroma arancia (facoltativa)

Procedimento:

Io ho usato il robot da cucina, ma potete farla anche a mano in una terrina a sponde alte, nel mixer però si procede così: mettetevi lo zucchero e le uova una alla volta facendole amalgamare bene , in seguito versate il burro fuso e raffreddato, a temperatura ambiente amalgamando al composto di uova e zucchero. Ora procedere aggiungendo l’aroma, poi la farina setacciata con il lievito un po’ alla volta finchè verrà assorbita dagli altri ingredienti, se serve aggiungete qualche cucchiaio di farina fino ad ottenere una palla morbida che riporrete in frigo per un’ora circa. Passato questo tempo di riposo, toglierla dal frigo e lavorarla su un piano infarinato stendendola con il mattarello fino allo spessore di 0,5 cm, a questo punto utilizzate uno stampo in metallo oppure come ho fatto io, avevo una sagoma disegnata su carta forno, l’ho ritagliata e pressata un po’ sulla frolla a cui sotto avevo steso in precedenza della carta forno, seguendone poi i contorni con un coltellino a lama liscia, ho infornato il dolce  poggiandolo sulla piastra, in forno già caldo a 180° per 15 minuti. Da raffreddato ho poi preparato la glassa e decorato con una tasca da a pasticceria e bocchetta stretta. Eccovi di seguito la ricetta della glassa.

Glassa reale (ghiaccia)

30 gr di albume d’uovo montato

150 gr di zucchero al velo

poche gocce di limone (facoltativo)

Work in progress!!!!

Procedete a montare l’albume, versarvi lentamente lo zucchero al velo fino a farlo incorporare bene all’albume montato con qualche goccia di limone che conferisce lucidità alla glassa. Quando avrà la consistenza di una crema ben soda, dividetela in tante parti quanti sono i colori che vorrete darle, in questo caso ho usato coloranti in polvere, oppure quelli in pasta vanno bene, evitate i coloranti liquidi che diluiscono troppo la glassa.