Crema pasticcera

 

cremapasticcera3

Questa crema pasticcera è una ricetta decennale che spesso utilizziamo in casa per farcire crostate alla frutta o per servirla in coppette e gustarla come ottimo dessert, si può aromatizzare a piacere aggiungendo della buccia di limone o d’arancia durante l’ebollizione per poi toglierla prima di utilizzarla, oppure dei semi di vaniglia o anche del cioccolato insomma, tutto quello che la vostra fantasia suggerisce!

Ingredienti:

3 tuorli d’uovo

90 gr di zucchero

500 ml di latte

75 gr di farina

20 gr di burro

buccia di un limone

Procedimento:

In una casseruola lavorate i tuorli con lo zucchero finchè otterrete una consistenza spumosa, aggiungete lentamente la farina setacciata diluendo con poco latte versato a filo, quando avrete versato tutto il latte ponete sul fuoco aggiungendo il burro, poi sempre mescolando aggiungetevi la buccia di limone o i semi di vaniglia o un’aroma a piacere. Fate bollire lentamente per almeno tre minuti mescolando di continuo, prima di versare in coppette individuali mentre è ancora calda togliete le bucce del limone, utilizzatela tiepida come fondo per la frutta di una crostata! ;)

 

cremapasticcera

Panna cotta alla vaniglia

E io aggiungerei “Panna cotta alla vaniglia ma….. a modo mio”! Infatti questo dessert nasce dall’intenzione di finire del latte fresco prima di partire per le vacanze e di una confezione di panna fresca che dovevo utilizzare per una cheese cake ma che alla fine non ho potuto realizzare (per il momento eh!), da quì l’idea di trasformare il tutto in piccole delizie fresche per queste giornate afose, complice un melone arrivato dall’orto e messo in frigo per gustarlo fresco fresco di cui sono rimaste solo tre fettine, mi viene l’idea di frullarle con un cucchiaio di zucchero al velo vanigliato et…….voilà! Diventa un succoso letto su cui appoggiare la panna cotta alla vaniglia! ;) Provatela, è semplice da realizzare, utilizzando poi quegli stampini in alluminio per le monoporzioni, ne realizzerete circa 6! :D

Ingredienti:

250 ml di panna fresca

250 ml di latte

4 fogli di gelatina (colla di pesce)

120 gr di zucchero al velo più un cucchiaio per il fondo al melone

mezza bacca di vaniglia

 

Procedimento:

Mettere ad ammollare i fogli di gelatina in acqua fredda. Nel frattempo porre in una pentolina la panna con il latte, aggiungere lo zucchero al velo, incidete la bacca di vaniglia e estraetene i semini, metteteli nel composto di latte e panna aggiungendo anche la bacca stessa incisa, scaldare il tutto a fuoco dolce senza far bollire, aggiungete anche i fogli di gelatina ben ammollati e strizzati per togliere l”acqua in eccesso, e farli sciogliere lentamente girando sempre il tutto con un mestolo in legno. Quando sarà tutto ben amalgamato, togliere dal fuoco e, con l’aiuto di un colino a maglie fitte, distribuite il liquido in parti uguali nei vari stampini, lasciar raffreddare il più possibile, poi poneteli a rassodare nel frigo per almeno 5 ore. Potete accompagnare questo dessert con salse dolce, composte di frutta, cioccolato fuso, io ho frullato tre fettine di melone, aggiungendo un cucchiaio di zucchero al velo vanigliato, ne ho stesi un paio d cucchiai per ogni piattino e adagiato sopra la panna cotta che si sforma con una certa facilità aprendo leggermente lo stampino di alluminio. Buon fine pasto! :)

Con questa ricetta partecipo al contest di Una Fetta Di Paradiso ” Soft Desserts”!

Crema mokaccino

Cosa c’è di meglio di un caffè… anche se lo zucchero non c’è…

Spesso quando preparo il caffè mi viene in mente questo ritornello, si tratta di una canzone di Adriano Celentano, uno dei cantanti preferiti del mio caro papà e che anch’io spesso apprezzo così com’è capitato due giorni fa nel realizzare questa crema mokaccino davvero buona. Inoltre, finchè ero in gravidanza il caffè proprio non riuscivo a berlo, mi piaceva il suo profumo ma,  non lo desideravo però, dopo la nascita di Jacopo mi sono rifatta e due tazzine al giorno le prendo: adoro la pausa caffè, è un momento da dedicare appunto a se stessi, come una coccola da farsi giornalmente.

Ingredienti:

250 gr di mascarpone

50 gr di cioccolato fondente

1 tazzina di caffè

400 ml di panna fresca

100 gr di zucchero fine

4 fogli di gelatina alimentare

 

Procedimento:

Mettete ad ammollare la gelatina in acqua fredda per circa 10-15 min. Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente in un pentolino con 100 ml di panna liquida ed il caffè. Aggiungere poi lo zucchero e la gelatina ben strizzata, fate sciogliere il tutto e lasciare raffreddare. Ora provvedete ad amalgamare il mascarpone con 200 ml di panna parzialmente montata. Unite i due composti, quello con il mascarpone e quello con il caffè e la gelatina, versateli in stampini o coppette individuali e mettere in frigo a solidificare per almeno 3 ore. Servite guarnendo con la restante panna montata bene e spolverando la superficie con cacao in polvere o cannella, come ho fatto io oppure a vostro gusto.

Dolce alle carote

il dolce di carote è un dolce davvero particolare, arricchito da mandorle e aroma di limone vi sorprenderà per la sua golosa morbidezza.

Con questo caldo e chi ha voglia di accendere il forno, solo un pazzo lo farebbe e …. infatti :D eccomi!! Però l’ho acceso per una buona anzi, buonissima causa, avevo una valanga di carote in frigo e mi spiaceva che andassero nella spazzatura e allora, regala di quà e di là, mangiale crude e cotte alla fine mi son detta “e perchè non farne un dolce?” Detto fatto, anche se ci ho messo una giornata quando in poco più di mezz’ora lo si può realizzare, ne è uscito un dolce profumatissimo e davvero gradevole anche se molto singolare secondo me. Ho spolverato poi il dolce con un profumatissimo zucchero al velo della San Martino. Ecco come realizzarlo.

Ingredienti:

300 gr di carote

100 gr di mandorle spellate

220 gr di zucchero ( io ne ho usato 190 gr)

5 uova ( io ne avevo 4)

1 limone

2 cucchiai di fecola di patate

1 bicchierino di rum o 1 fialetta d’aroma rum

cannella in polvere

Procedimento

Con una frusta lavorate i tuorli con lo zucchero sino ad ottenere un composto soffice e chiaro. Con un cucchiaio di legno incorporatevi gli altri ingredienti: le carote grattugiate, le mandorle tritate, la scorza ed il succo del limone, mezzo cucchiaino da tè di cannella il rum e la fecola setacciata. Per ultimi inglobare gli albumi montati a neve, mescolando sempre dal basso verso l’alto. Versare il tutto in uno stampo a cerniera nel quale avrete steso un foglio di carta forno tanto da arrivare anche alle pareti e quindi infornate a forno preriscaldato a 180° per circa 1 ora. :)

Con questa ricetta partecipo al contest “I colori dell’estate” delle blogger Ale’s Kitchen  Rossopomodorino e Le Chateau des gourmandises !!

Gelati alla frutta casalinghi

i gelati alla frutta casalinghi sono un modo spiritoso e colorato per proporre d’estate la frutta ai nostri bambini che si divertiranno ad assaporarli, golosi e colorati saranno apprezzati anche dai grandi ;-)

Con questo caldo ci vuole proprio qualcosa che rinfreschi e disseti così mi sono cimentata in questa impresa, non perchè siano difficili da fare, tutt’altro ma, è la prima volta che provo a fare dei gelati fatti in casa non avendo una gelatiera.

Avevo in mente da qualche giorno di provare ad utilizzare la frutta che magari resta in bellavista per alcuni giorni, poi le fragole, le ultime del mio giardino, ci stavano bene perciò mi son buttata e, anche se c’è ancora molto da imparare sui gelati, devo dire che non erano niente male anzi, poco dolci e davvero dissetanti, poi del tutto naturali, provate!

Ingredienti:

300 gr di fragole pulite e mondate

3 kiwi

4 cucchiai di zucchero fine

150 ml di panna fresca

Procedimento:

Frullare finemente le fragole, aggiungetevi due cucchiai di zucchero ed amalgamare, fate lo stesso con i kiwi in un’altra ciotola. Montate bene la panna dividendola in due parti, una mettetela in frigo, l’altra aggiungetela al frullato di fragole e con l’aiuto di un cucchiaio riempire fino a metà degli stampini da gelati o ghiaccioli, mettete nel freezer. Quando si sarà ben solidificato preparate l’altro composto di kiwi,  incorporando la restante panna montata bene. Riempite con la crema di kiwi così ottenuta, il resto delle formine da gelati, mettete lo stecco in legno o, quelli in genere già in dotazione con gli stampi e porre nuovamente in freezer. Una volta ben gelati potrete consumarli per coccolarvi o rinfrescarvi, per sformare vi consiglio di passare una pezza umida di acqua tiepida all’esterno di ogni formina, i gelati usciranno più agevolmente. ;)

Anche questa ricetta partecipa al contest di Vicky e Tina in collaborazione con Casa Bianca Piacenza