Pollo e radicchio

polloeradicchio

Ecco un’idea semplice e gustosa per il pranzo: il pollo al radicchio! questi splendidi fiori che l’inverno ci dona fanno bellavista nelle nostre tavole, al forno o crude in insalata, oppure in un buon risotto o le penne saltate col radicchio (e qui arriverà la ricetta prima o poi 😉 ). Oggi però vi propongo questi bocconcini di pollo morbidi e arricchiti dal gusto deciso del radicchio, vediamo insieme come prepararli!

Ingredienti

1 petto di pollo da tagliare a cubetti

1 cespo di radicchio tardivo o il precoce

mezzo scalogno tagliato sottile

farina q.b.

latte q.b.

olio evo, sale e pepe q.b.

Procedimento:

Mondate e lavate bene le foglie del radicchio, scolate e asciugate bene. Tagliate a pezzi le foglie e fatele stufare in una padella con olio evo e scalogno tagliato finemente, regolate di sale e pepate. In un’altra padella scaldate un po’ d’olio evo, nel frattempo passate il pollo a cubetti nella farina, fateli rosolare nell’olio per un paio di minuti rigirando, poi aggiungete un po’ di latte, circa 50 ml ( un paio di cm di un bicchiere circa) coprite e fate cuocere aggiustando di sale. A cottura ultimata aggiungete anche il radicchio. Servite caldo. E buon appetito!! 😀

radicchioprecoce1

Foto: radicchio di treviso al forno, quì!

Muffin al burro di arachidi

muffinburroarachidiE rieccomi con una ricetta golosa: i muffin al burro di arachidi! Mi rendo conto solo ora come sia volato il tempo dall’ultima volta che ho postato una ricetta: impegni vari, figli, famiglia, e corri di qua e corri di là,  sentivo la mancanza di sedermi al pc e inserire una nuova ricettina nel mio angolino che troppo spesso trascuro, l’intenzione di condividere le mie ricette c’è sempre sia chiaro ma alle volte ci vuole anche lo spirito giusto e oggi eccolo! 😉

Ingredienti:

250 gr di farina

130 gr di burro di arachidi

180 gr di latte

200 gr di zucchero

1 uovo

1 bustina di vanillina

1/2 bustina di lievito per dolci

75 gr di burro morbido

1/2 cucchiaino da caffè di sale fino

Procedimento:

Amalgamare in una ciotola con una frusta  il burro ammorbidito allo zucchero, aggiungendo poi anche il burro di arachidi cercando di montare il tutto a crema. In una ciotola a parte versare l’uovo e la vanillina mescolando, aggiungere poi il composto di burro e zucchero e mescolare bene. Versate ora la farina ben setacciata con il lievito versando un po’ alla volta e alternando con il latte. Quando l’impasto sarà ben omogeneo versarlo in pirottini da muffin fino a 3/4 dal bordo, infornare per 20 minuti a 180°.

Buonissimi anche tiepidi!! 😀

 

muffinburroarachidi1

La ricetta è presa da quì, ho solo diminuito lo zucchero (da 250gr a 200gr)!

Pandolce all’uvetta e miele

pandolce

Eccomi! Ed ecco il pandolce all’uvetta e miele. Da quanto non scrivo più sul mio blog! L’estate è passata piena di impegni, poi il mio pc che non funziona più da agosto, iniziano le scuole e si gira come trottole ma oggi ci sono riuscita, pubblico il mio articolo usando un portatile che non sono abituata ad usare ma ci provo comunque! Questa ricetta mi è stata “raccontata” da nonna Piera, nonna e mamma di una vicina di casa. Nonna Piera il mese scorso era a far visita alla figlia la quale, sapendo del mio rapporto di amore ed odio con gli impasti lievitati (la maggior parte delle volte che mi ci cimento ne esce un mattone!!!), mi ha subito chiamata per fare un assaggio di questo pandolce portato appunto dalla nonna, con una tazza di tè e una fetta di questo morbido pane all’uvetta ho iniziato a fare domande sulla sua lavorazione: nonna Piera mi dice che è facile, che mette un po’ di questo, e due di quello e poi anche un cucchiaio dell’altro…… noooooo! Io viaggio di dosi ben precise e non mi esce un granchè mentre a lei riesce facendo ad occhio? Questa è un’ingiustizia come dice Calimero. Vabbè, armata di carta e penna prendo appunti e faccio domande a ruota libera tanto che a nonna Piera girava la testa ma devo quantificare gli ingredienti, mica posso fare come lei che dice “un bicchiere scarso di latte, due pugni di uvetta, un po’ di miele zucchero fai tu…” mi uscirebbe un disco di ghisa e, una volta a casa ripongo con cura gli appunti, ogni tanto li leggo e dico “domani lo preparo pure io” ma passano i giorni finchè sabato mi decido: adesso mi ci metto d’impegno e provo a realizzare il pandolce di nonna Piera! :)

Ingredienti:

500 gr di farina (io ho usato la n.1 di grandi mulini italiani)

100 gr di zucchero

150 gr di latte tiepido

100 gr di acqua tiepida

2 cucchiai di miele di tiglio o acacia

50 gr di uvetta ammollata e strizzata

1/2 bustina di lievito di birra disidratato

70 gr di burro a pezzetti

1 pizzico di sale

Procedimento:

Per prima cosa intiepidire il latte, sciogliervi un cucchiaino di zucchero poi il lievito e lasciar agire per 10 minuti, deve formare la schiuma. In una ciotola versate la farina e lo zucchero, il sale, mettete il burro morbido e a pezzetti,versate nell’acqua tiepida il miele stemperandolo bene, iniziando a mescolare con le mani versate il latte con il lievito sciolto, aggiungendo di volta in volta l’acqua tiepida con il miele quanto basta per ottenere un’impasto morbido e lavorate il tutto creando un panetto elastico e possibilmente liscio. Fate riposare in una ciotola coperta, in luogo tiepido per almeno 4 ore, io ho acceso il forno a 25 gradi e ce l’ho lasciato lì, deve raddoppiare di volume. Trascorso questo tempo riprendete l’impasto dando la forma che volete, io l’ho diviso in tre pani e adagiati su uno stampo da plumcake coperto da carta forno, ho riposto nuovamente in forno a lievitare per altre 3 ore, deve sempre raddoppiare di volume. A questo punto ho tolto il pandolce dal forno, ho portato la temperatura a 180°, spennellato la superficie con latte e spolverato di zucchero semolato, in forno per 15-20 minuti ed ecco pronto il pandolce all’uvetta e miele!!

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Grandi Molini Italiani!

I-lievitati-della-nonna-GMI-600x250

lavorazionepandolce1pandolce1

Cestino di parmigiano reggiano con verdure al balsamico

cestinoparmigianoeverdure2

Oggi vi propongo un’altro antipasto che potrete proporre anche per un buffet tra amici: il cestino di parmigiano reggiano con verdure al balsamico! Sono invitanti con i loro colori che richiamano l’estate e davvero buoni, in casa utilizziamo sempre l’aceto balsamico per condire le verdure a crudo ma stavolta ho voluto saltare tutto in padella e il risultato è piaciuto a tutti, poi che dire del cestino di Parmigiano reggiano? Croccante e gustoso. In questo caso ho utilizzato una stagionatura di 12 mesi, dal gusto e dal profumo più leggero che a mio avviso si accosta bene a queste verdure: porri fagiolini e pomodori datterini! 😀

Ingredienti:

Parmigiano reggiano 12 mesi grattugiato

fagiolini freschi

1 porro

pomodori datterini

Ingredienti aggiuntivi:

sale q.b.

aceto balsamico qb.

olio extravergine di oliva q.b.

 

Procedimento:

Mondate e lavate le verdure, poi tagliate a rondelle il porro, a pezzetti i fagiolini e anche i datterini. Ponete sul fuoco una padella dal fondo antiaderente e versatevi 4 cucchiai abbondanti di parmigiano reggiano grattugiato e distribuitelo formando una base rotonda, io ho utilizzato una padellina da 15 cm di diametro. Appena i bordi saranno dorati staccate il cestino dalla padella aiutandovi con una paletta in legno e, facendo attenzione, adagiatelo sopra un bicchiere rovescio, lasciate solidificare. Ora saltate le verdure per circa 5-8 minuti facendole rosolare in una pentola su cui avrete messo l’olio, mentre si rosolano aggiungete due cucchiai di aceto balsamico e sale q.b. Ora prendete il cestino di parmigiano reggiano con delicatezza, ponetelo su un piattino e quando si saranno raffreddate, aggiungetevi le verdure spadellate. Servite e gustate! 😉

cestiniparmigianoevedureconnomeblog

badge