ZUPPETTA DI PESCE PICCANTE

Questa zuppetta di pesce piccante è davvero gustosa. Per facilitare la preparazione, potete usare pesce surgelato, ma vi consiglio di acquistarlo di ottima qualità per ottenere lo stesso risultato.

  • Difficoltà:
    Alta
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    3/4 porzioni
  • Costo:
    Alto

Ingredienti

  • pesce misto (cozze, vongole, anelli di totano, filetti di pesce bianco, gamberi) 1200 g
  • Polpa finissima di pomodoro 400 ml
  • peperoncino piccante 1
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo
  • Brodo vegetale fatto in casa 3/4 bicchieri
  • Paprika dolce
  • Paprika piccante
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe
  • Fette di pane tostate al forno (per accompagnare)

Preparazione

  1. Per cominciare, se si utilizzano pesci fresci, per prima cosa pulirli: privare i gamberi dell’intestino;

    lavare le vongole come spiegato qui;

    pulire le cozze con una paglietta ed eliminare la barba, scartando quelle rotte.

    Dopodichè, soffriggere uno spicchio d’aglio con il peperoncino e un giro di olio evo, buttare cozze e vongole e coprire con un coperchio per qualche minuto, o fino a che non si saranno aperte.

    Ora, eliminare quelle chiuse e tenere da parte tutte le altre.

    Continuare con la preparazione della zuppa, togliendo l’aglio e aggiungendo la passata, il brodo e la paprika, cuocere per una decina di minuti e unire gli anelli di totano.

    Dopo aver cotto i pesci per circa 15/20 minuti, unire i filetti tagliati a pezzetti e i gamberi e cuocere per altro 5/7 minuti.

    Infine, aggiustare di sale e pepe, spolverare con il prezzemolo, buttare anche le cozze e le vongole e servire bollente con delle fette di pane tostate in forno.

     

     

Piatto unico, Ricette di pesce

Informazioni su sedanocarotacipolla

Fino ai vent'anni non mangiavo niente. Solo pasta al pomodoro e bistecca. Niente verdure, formaggi, legumi... Poi ho deciso di andare a convivere e ho iniziato a pensare che non potevo far morire di fame quel poveretto del mio compagno :') Così ho iniziato a sperimentare qualche ricetta, abbinare gli ingredienti in modo creativo e soprattutto ho cominciato ad assaggiare. Mi si è aperto un mondo: la cucina ora è il posto dove mi rilasso dopo una giornataccia al lavoro, dove fantastico e provo nuovi piatti e gusti.

Precedente GNOCCHETTI CON RADICCHIO, SPECK E GRANELLA DI NOCI Successivo SPAGHETTI DI ZUCCHINE CON CREMA DI ASPARAGI E BASILICO E UOVO BARZOTTO

Lascia un commento