QUINOA E LENTICCHIE SALTATE ALLO SCALOGNO E ANETO SU GAZPACHO DI POMODORO “ALL’ITALIANA”

Questo semplicissimo piatto è perfetto per gustare i legumi anche quando fa un po’ più caldo e non si ha più voglia di zuppe. Può essere un primo piatto oppure un antipasto originale.

Quinoa e lenticchie si sposano alla perfezione e sono ottime da inserire nelle nostre diete.

Le dosi indicate sono relative ad un primo piatto leggero.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Porzioni
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Quinoa e lenticchie miste 240 g
  • Scalogno 1/4
  • Pomodori San Marzano 4
  • Aneto
  • Origano
  • Olio extravergine d'oliva (di alta qualità)
  • Sale
  • Pepe nero in grani

Preparazione

  1. Per prima cosa cuocere in acqua salata i cereali e i legumi. I tempi di cottura variano molto in base al prodotto (se ad esempio utilizzate ingredienti secchi oppure comprate mix già pronti); seguite comunque le istruzioni sulla confezione.

    Nel frattempo, sbollentare i pomodori in acqua bollente per qualche minuto, in modo da facilitare la rimozione della pelle. Dopodichè, spellarli, togliere i semini e tritarli grossolanamente.

    Ora, metterli in un mortaio e schiacciarli fino ad ottenere una purea omogenea, salare, pepare e aggiungere l’origano (potete usare anche un mixer, ma a me piace molto il risultato più casereccio).

    Quando lenticchie e quinoa sono pronte, tritare lo scalogno e soffriggerlo in poco olio. Saltare il mix nel soffritto.

    Comporre il piatto mettendo il gazpacho alla base, sopra cereali e legumi e spolverare con aneto e pepe macinato al momento.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
Antipasti, Legumi, Primi piatti, Ricette di verdura, Ricette light

Informazioni su sedanocarotacipolla

Fino ai vent'anni non mangiavo niente. Solo pasta al pomodoro e bistecca. Niente verdure, formaggi, legumi... Poi ho deciso di andare a convivere e ho iniziato a pensare che non potevo far morire di fame quel poveretto del mio compagno :') Così ho iniziato a sperimentare qualche ricetta, abbinare gli ingredienti in modo creativo e soprattutto ho cominciato ad assaggiare. Mi si è aperto un mondo: la cucina ora è il posto dove mi rilasso dopo una giornataccia al lavoro, dove fantastico e provo nuovi piatti e gusti.

Precedente RISOTTO AI PORRI AL BRODO DI SEDANO, VALERIANELLA, PORRO FRITTO E MANTECATURA AL BRIE Successivo POLLO PICCANTE ALL'ARANCIA E MIELE, VERDURE BRASATE, CUORE DI PECORINO E RISO BASMATI

Lascia un commento