GNOCCHETTI SARDI ALLO SCOGLIO CON PISELLI, ZAFFERANO E PAPRIKA

Una pasta allo scoglio un po’ particolare…ho voluto dare una nota speziata con l’uso della paprika e dello zafferano, che tra l’altro, donano un luminoso colore giallo. I piselli poi, bilanciano benissimo con la loro dolcezza.

Ovviamente si può sostituire la pasta, utilizzando spagnetti, paccheri, tortiglioni, o quello che preferite!

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    30/35 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Alto

Ingredienti

  • Gnocchetti Sardi (Garofalo) 320/350 g
  • pesce misto (cozze, vongole, gamberi, ciuffetti di totano o calamaro) circa 1/2 kg
  • Vino bianco
  • Pisellini 1 manciata
  • Pomodorini 4
  • Aglio 2 spicchi
  • Peperoncino fresco
  • Zafferano 1 bustina
  • Paprika dolce 1 cucchiaio
  • Paprika piccante 1 cucchiaino
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

  1. Per prima cosa lavare e pulire tutti i pesci, quindi sbarbare e grattare le cozze, far spurgare le vongole. Proseguire sgusciando i gamberi e privandoli dell’intestino interno e sciacquare i ciuffetti.

    Lavare e tagliare a metà i pomodorini e metterli a soffriggere in padella con olio, peperoncino, paprika dolce e piccante e uno spicchio d’aglio senza camicia (rimuovere l’aglio dopo qualche minuto).
    Aggiungere i ciuffetti, sfumare con il vino e lasciar cuocere per una ventina di minuti, salare e pepare. Allungare eventualmente con del brodo, nel caso si asciughino troppo. Unire anche i piselli freschi (se usate un prodotto surgelato, aggiungerli solo alla fine).

    Verso metà cottura, buttare la pasta in una pentola piena d’acqua precedentemente portata a ebollizione e salata.

    Pochi minuti prima del completamento della cottura mettere in una padella olio, peperoncino e l’aglio, quando inizia a sfrigolare buttare cozze e vongole. A piacimento sfumare con del vino banco e coprire fino a che i gusci non si apriranno. Rimuovere i molluschi non schiusi e l’aglio.

    Buttare sulla piastra i gamberi, un minuto per lato.

    Aggiungere lo zafferano nel sughetto e scolare la pasta.

    Infine, mantecarla nella padella con il sughetto di ciuffetti, aggiungere cozze e vongole e la loro acqua di cottura, i gamberi ed un filo d’olio evo.

    Impiattare e servire con un buon calice di vino bianco.

Note

Non sapete cosa abbinare come antipasto? Provate queste: Mini cheesecake al salmone

Primi piatti, Ricette di pesce

Informazioni su sedanocarotacipolla

Fino ai vent'anni non mangiavo niente. Solo pasta al pomodoro e bistecca. Niente verdure, formaggi, legumi... Poi ho deciso di andare a convivere e ho iniziato a pensare che non potevo far morire di fame quel poveretto del mio compagno :') Così ho iniziato a sperimentare qualche ricetta, abbinare gli ingredienti in modo creativo e soprattutto ho cominciato ad assaggiare. Mi si è aperto un mondo: la cucina ora è il posto dove mi rilasso dopo una giornataccia al lavoro, dove fantastico e provo nuovi piatti e gusti.

Precedente ROSTI DI PATATE E BROCCOLI CON ALGA SPIRULINA Successivo CONCHIGLIONI RIPIENI DI CREMA DI ASPARAGI E PANCETTA

Lascia un commento

*