FREGULA SARDA CON VONGOLE E BOTTARGA

La fregula sarda o fregola, è un piatto tipico della bellissima Sardegna. Ha la forma di piccole palline e si sposa alla perfezione con il pesce.

  • Difficoltà:
    Alta
  • Preparazione:
    2 ore
  • Cottura:
    10/15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Alto

Ingredienti

  • Fregola 300/320 g
  • Vongole 1 abbondante kg
  • Bottarga di muggine 4 cucchiaini
  • Brodo vegetale (fatto in casa) 2 bicchieri
  • Paprika dolce 1 cucchiaino
  • Triplo concentrato di pomodoro 1 cucchiaio
  • Aglio 2 spicchi
  • Scalogno 1/4
  • Peperoncino fresco
  • Prezzemolo
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

  1. La preparazione di questo piatto è un po’ lunga, ma seguendo tutti i passaggi dovrebbe uscire senza problemi.

    Per cominciare, preparare il brodo vegetale facendo bollire per un’oretta, 1,5 lt di acqua con due carote pelate, un gambo di sedano, un pomodoro tagliato a metà e una cibolla bionda tagliata in 4 pezzi (lasciar raffreddare nella pentola e poi filtrare con un colino). Il brodo in eccesso, può essere surgelato e usato per altre preparazioni.

    Nel frattempo, pulire le vongole, immergendole in acqua fredda poco salata per far spurgare la sabbia; questo procedimento va ripetuto fino a che l’acqua non sarà limpida.

    Soffriggere uno spicchio d’aglio con poco trito di peperoncino (in base ai gusti) , buttare le vongole, sfumare con il vino bianco e chiudere con un coperchio fino a alla loro apertura. E’ molto importante scartare i molluschi rotti o chiusi, perchè potrebbero essere morti.

    Dopodichè, tenere circa una quindicina di vongole con il guscio per decorare ed eliminare gli altri. Filtrare l’acqua di cottura e tenerla da parte per la mantecatura successiva.

    Nel frattempo, procediamo con la cottura della fregola. Possiamo procedere con la cottura direttamente nella padella del condimento, oppure sbollentarla per 4/5 minuti (io preferisco fare così).

    Quindi, soffriggere uno spicchio d’aglio con un trito di scalogno e buttare la fregola sbollentata. Continuiamo la cottura per circa 7/8 minuti, aggiungendo l’acqua delle vongole e uno/due mestoli di brodo e regolare di sale e pepe. Aggingere la paprika e il triplo concentrato di pomodoro.

    Quando la pasta inzia ad essere al dente, unire le vongole sgusciate e far asciugare, ma non completamente (il buono di questo piatto è servirlo leggermente “brodoso”).

    Servire decorando con le vongole nel guscio, il prezzemolo fresco tritato al momento e spolverare con la bottarga.

     

     

Piatti tipici, Primi piatti, Ricette di pesce

Informazioni su sedanocarotacipolla

Fino ai vent'anni non mangiavo niente. Solo pasta al pomodoro e bistecca. Niente verdure, formaggi, legumi... Poi ho deciso di andare a convivere e ho iniziato a pensare che non potevo far morire di fame quel poveretto del mio compagno :') Così ho iniziato a sperimentare qualche ricetta, abbinare gli ingredienti in modo creativo e soprattutto ho cominciato ad assaggiare. Mi si è aperto un mondo: la cucina ora è il posto dove mi rilasso dopo una giornataccia al lavoro, dove fantastico e provo nuovi piatti e gusti.

Precedente GRANO CON VERDURE ESTIVE E CURCUMA Successivo TARTARE DI SALMONE CON RICCIOLI DI FINOCCHIO

Lascia un commento