CHICCHE TRICOLORI AI FUNGHI

Queste chicche tricolori sono un’ottima alternativa alle classiche tagliatelle ai funghi. Fanno una gran scena e soprattutto sono davvero buonissime. Potete usare i funghi che preferite o che avete a disposizione, io ho usato finferli e porcini

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 PERSONE
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • chicche di patate tricolori 350 g
  • panna chef leggera 200 ml
  • Funghi (porcini o finferli) circa 4 bicchieri
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Brodo vegetale circa 2 mestoli
  • Scalogno qualche rondella
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • Burro 1 noce
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

  1. Per prima cosa, nel caso di utilizzino funghi secchi, ammollarli in acqua tiepida per circa mezz’ora, cambiandola 2/3 volte.

    Soffriggere lo scalogno tritato finemente e uno spicchio di aglio a cui avrete tolto la camicia, lasciar appassire per qualche minuto e rimuovere l’aglio. Dopodichè versare i funghi e sfumare con del vino bianco.

    Far cuocere a fuoco basso per circa 30/40 min (i tempi di cottura variano in base ai funghi scelti), allungando con del brodo per non farli attaccare troppo.

    Verso metà cottura, mettere a bollire una pentola di acqua.

    Quando l’acqua sta per bollire, aggiungere la panna al sugo, il sale e abbondante pepe. Ho scelto la panna leggera perchè a mio parere risulta molto più liquida e meno stopposa di quella classica.

    Buttare le chicche che saranno pronte quando verranno a galla.

    Infine, farle mantecare nel sugo a fuoco medio, aggiungendo una noce di burro.

    Servire con una  bella spolverata di prezzemolo freschissimo tritato.

Note

* In tutti i miei piatti uso la panna leggera perchè la trovo molto più liquida e meno stopposa rispetto a quella classica e a mio parere, rende i piatti meno pesanti.

Se, come me, amate i funghi ecco un’altra ricetta gustosissima da provare: Spezzatino ai funghi

Primi piatti

Informazioni su sedanocarotacipolla

Fino ai vent'anni non mangiavo niente. Solo pasta al pomodoro e bistecca. Niente verdure, formaggi, legumi... Poi ho deciso di andare a convivere e ho iniziato a pensare che non potevo far morire di fame quel poveretto del mio compagno :') Così ho iniziato a sperimentare qualche ricetta, abbinare gli ingredienti in modo creativo e soprattutto ho cominciato ad assaggiare. Mi si è aperto un mondo: la cucina ora è il posto dove mi rilasso dopo una giornataccia al lavoro, dove fantastico e provo nuovi piatti e gusti.

Precedente RAVIOLI AGLI ASPARAGI CON RAGU' DI SEPPIE Successivo LE MIE FAJITAS MESSICANE

Lascia un commento