Gobbi cardi in umido

Download PDF

Gobbi-cardi in umido

Gobbi al pomodoro
Gobbi al pomodoro

 

Forse non tutti conosceranno questo buonissimo ortaggio. Facente parte della famiglia del carciofo, che un pò nel sapore gli assomiglia, è però più dolce e di diversa consistenza. Si presenta come forma simile al sedano con coste dure e piene di filamenti. Prima di qualche anno fa non lo conoscevo, ma da quella volta ogni inverno, magari a settimane alterne lo cuocio  spesso, più che altro bollito o in umido. E’ chiamato anche gobbo, perchè in inverno a causa delle gelate viene interrato sotto la sabbia o terra piegandolo di lato, facendogli prendere proprio la forma di un gobbo. Qui in Romagna viene coltivato molto e lo chiamiamo così per questa ragione.

 

Prima di cucinarlo va pulito bene, tolti tutti i filamenti dalle coste che lo rendono amaro e tagliate a pezzetti. Inoltre la cottura richiede molto tempo, da 1 ora a 2 ore, per cui dovrete prepararvi in anticipo. In frigorifero si può mantenere anche per qualche giorno.

Ingredienti per 4 persone:

1 gobbo di media grandezza, aceto di vino mezzo bicchiere, 1 spicchio di aglio, polpa di pomodoro mezzo contenitore, 1 scalogno, sale q.b., olio q.b.

 

La sua preparazione:

Come abbiamo detto prima pulite bene il gobbo togliendo da ogni costa tutti i filamenti. Questo è importante perchè asportandoli bene toglieremo un pò il sapore amaro che contraddistingue questo vegetale. Lavate e sciaquate sotto acqua corrente dopo aver tagliato le coste a pezzetti più o meno della stessa dimensione. Il cuore che sta alla base della pianta si presenta più chiaro e più tenero. Non lo scartate , pulite anche questo e tagliatelo a pezzetti. E’ più dolce e buonissimo.

In una pentola grande versate il gobbo a bollire con una discreta quantità di acqua e aceto per almeno 15 minuti. Questo serve a non farlo annerire e a pulirlo ulteriormente. In alcune parti si può presentare abbastanca sporco e difficile da pulire solo con acqua.

Spurgate l’acqua e aceto e versate di nuovo il gobbo nella pentola insieme ad uno spicchio di aglio, un pò di acqua, sale e olio. Fate cuocere a fuoco basso per almeno 45 minuti. Trascorsi 10 minuti dall’inizio della cottura aggiungete la polpa di pomodoro, lo scalogno tagliato a fettine sottile e continuate la cottura sempre a fuoco basso. Aggiungete acqua e fate rapprendere il pomodoro. Assaggiate perchè i tempi di cottura variano e possono richiedere tempi più lunghi. Il gobbo deve risultare tenero.

 

Una volta cotto fate appassire e servite. Mangiato insieme a della carne è l’ideale.

 

Buon appettito.

Precedente Le polpette di carne. Gustose alla mortadella Successivo Lo spezzatino di vitello