Pomodorini ripieni al forno con burrata e fiori di zucca | ricetta finger food | Il fantastico mondo di Alessandra

Pomodorini ripieni al forno Oggi pomodorino ciliegino  e  burrata con i fiori di zucca Un piatto fantastico pieno di colori e di sapore sono sicura del successo .

 pomodorini ripieni al forno con burrata

pomodorini ripieni al forno

  • Pomodorini ciliegino
  • Fiori di zucca bio
  • 1 burrata
  • 20 g di mollica kamut ( potete usare quella normale)
  • Grana 30 g
  • 1 mazzetto basilico
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • olio extravergine
  • sale e pepe

Lavare i pomodorini, e togliere  la calotta superiore,   scavargli all’interno, togliere la polpa lasciando un poco di polpa al interno , mettere del sale dentro del pomodorino e fare sgocciolare per 10 minuti.  ( conservate la polpa per una pasta)

pomodorini e mollica condita

 

 


 

 

Fare la mollica per i pomodorini condirla con del grana padano , prezzemolo basilico tutto  spezzettato finemente i fiori di zucca tagliati a julien sale pepe e del buon olio.

mollica di kamut con i fiori di zucca

Mettere i pomodorini  in una teglia leggermente oleata  disponeteli  sul fondo di ognuno, il ripieno di mollica e finire con pezzettini di  burrata tagliata a pezzetti .

pomodorini con la burrata pronti per metterli in forno

Sistemarli uno a uno dentro la teglia, farli cuocere in forno già caldo a 180° per 15 minuti circa. Da servire tiepidi.

pomodorini ripieni al forno con burrata

Curiosità sulla burrata

La burrata viene lavorata a mano con una farcitura di crema di siero e pezzi di pasta filata; la farcitura è detta Stracciatella, poiché i pezzi di pasta vengono stracciati a mano, ed è contenuta in un involucro (“sacchetto”) anch’esso formato da pasta filata.

Per la sua preparazione, si mischiano latte fresco, siero ottenuto lasciando acidificare una parte della mungitura del giorno precedente, e caglio di vitello, in modo da ottenere un pH intorno a 6.1-6.2.

La prima fase, detta cagliata, si ha quando il liquido inizia a coagulare. A questo punto si rompe grossolanamente la massa, ottenendo una parte liquida di colore verdognolo, il siero, e la cagliata vera e propria, che consiste in una serie di grumi.

Si lascia riposare il composto per 4-5 ore, fino a che si verifica che la pasta inizia a filare.

Per ottenere il sacchetto, si modella tramite soffiatura di aria (che un tempo veniva eseguita a bocca, mentre ai giorni nostri viene eseguita con macchinari che filtrano e sterilizzano l’aria) un foglio di pasta filata spesso circa un centimetro per ottenere la forma desiderata. L’involucro viene quindi riempito con la pasta filata, amalgamata con crema di siero, e il sacchetto chiuso con un nastrino di paglia artificiale per alimenti e lasciato nell’acqua di filatura.

Come ultima operazione prima del confezionamento, si immerge per qualche minuto la burrata in salamoia per la salatura.

Molto diffusa è anche la sola Stracciatella, la farcitura senza l’involucro, che viene venduta sfusa in vaschette.

Print Friendly
Precedente Flan di Baccala |Con fonduta di canestrato Pugliese| Ricette di pesce Successivo Tartara di tonno giallo zafferano |Antipasto internazionali | Il fantastico mondo di Alessandra

18 commenti su “Pomodorini ripieni al forno con burrata e fiori di zucca | ricetta finger food | Il fantastico mondo di Alessandra

  1. Ciao Alessandra ho appena iniziato il mio giro nei blog, ho guardato un pò le tue ricette, e questa dei pomodorini ripieni con la burrata, mi sta piacendo veramente tanto. Io adoro burrata e stracciatella. Bellissime ricette

  2. Ciao Ale, come pugliese, questa ricetta mi piace per forza. La Puglia è la patria della burrata e ovviamente a me piace tantissimo, la compro spesso, quindi quanto prima farò questa ricetta. Besos

  3. alessandra, il tuo blog e’ un tripudio di colori, bellissimi colori per bellissime ricette 🙂 complimenti , le tue ricette hanno un ingrediente particolare … la vitalità’ 🙂

Rispondi a Alessandra Annulla risposta