Pasta ncasciata ricetta |ricette antiche | Il fantastico mondo di Alessandra

Pasta ncasciata ricetta Chiunque si sia cimentato nella lettura dei libri di Andrea Camilleri conosce a memoria i piatti preferiti del suo personaggio più famoso, il commissario Montalbano.La pasta ‘ncasciata ricetta. è questa una specialità che ha in sé il profumo dell’estate  il Il piatto che portiamo in tavola parla di noi: basta portarlo alla bocca e si capisce se è preparato con amore.

IMG_0206

pasta ncasciata ricetta

Ingredienti per 8  porzioni:

  • 800 g di  ( catanesella o cannellini o penne)
  • 750 g di pomodori da sugo ( salsa di pomodoro fatta in casa)
  • 6 uova sode
  • 200 g di carne  magra bovina  macinata
  • 150 g di salame nostrale
  • 4 melanzane
  • 150 g di tuma ( o scamorza)
  • Cipolle q.b
  • Parmigiano q.b
  • basilico
  • 1  di pollo ruspante ( e 100 g di fegatini) se gradite
  • 400 g di carne bovina poco grassa
  • olio extravergine di oliva
  • 50 g di pecorino stagionato grattugiato
  • mollica di casa
  • sale e pepe
  • basilico
  • strutto
  1. Ridurre la carne e il pollo a pezzi  e farli dorare,insieme con cipolla e con i fegatini,in strutto e sale.IMG_0191
  2. In una casseruola soffriggere la cipolla triturata con strutto e poco sale;aggiungere quindi la salsa di  pomodoro fatto in casa allungato con un po’ di acqua, un pizzico di pepe,una manciata di foglie di basilico e rimestare. IMG_0198

 

 

 

 

 

3.Mettere frattanto assieme il tritato di carne, due uova, il formaggio pecorino, il pangrattato, un bel po’ di prezzemolo, foglie di basilico, sale e pepe.

4.Amalgamare e formare delle polpette non grosse con le mani inumidite con acqua e friggere in abbastanza strutto.

aaIMG_0194 IMG_0199

 

 

5.Prendere la carne, il pollo,fegatini, versare nella casseruola e unirvi le polpette( senza  lo strutto di frittura) che debbono apparire completamente immerse nel sugo. Spargere basilico e far cuocere ancora un poco, badando che il ragù risulti alla fine discretamente denso.( io non cucino le polpette,carne,pollo nel sugo preferisco unirlo al ultimo momento)

6.Allontanare dal fuoco il sugo ,versarvi la pasta,cotta al dente e ben scolata, e quindi il composto ottenuto mescolando le polpette, il salame, la tuma tagliata a dadini;le uova sode e ridotte a pezzetti;le melanzane fritte a larghe fette,sfilettate;foglie di basilico.

P1130610 AP1130612P1130613 IMG_0202 

IMG_02072

7.Rimestare spargendo nel contempo il parmigiano o grana.  

aafoto

 

8.Rimettere la casseruola sul fuoco, e coprirla , sul coperchio disporre abbondante brace. Lasciare così( come se dice “fuoco sopra e fuoco sotto” per circa dodici minuti.

foto

9.No resta che portarla a tavola( Naturalmente quest’a ultima fase di cottura può essere adesso effettuata in forno di casa, ma non è la stessa cosa)Era infatti consuetudine a Messina prepararla per Mezzagosto,festa dell”Assunta,che era,ed è,la regina delle feste per la gente del Peloro. E anche la festa della vara,maestosa,colorata machina unica nel suo genere,la cui antica tradizione è ancora ai nostri giorni viva più che mai.

P1130616

 ecco qua la la pasta ncaciata  finita IMG_0210

Print Friendly
piatti unici, Primi Piatti , , , , , , , , ,

Informazioni su Alessandra

Amo il mio fantastico mondo Sono nata in un piccolo villaggio in Colombia. Molto giovane mi sono innamorata ed è nato Christian, mio figlio. Mi sono trasferita a Bogotà, dove mio fratello aveva appena aperto un ristorante italiano. Ero stanca di vivere nel piccolo paese dove ero nata e cercavo un significato diverso nella mia vita. Così ho cominciato a capire, sperimentare in cucina. Ma per me non era mai abbastanza. Volevo andare avanti, fare progressi. Chiesi a mio fratello missionario, appena rientrato in Colombia di portarmi con lui in Italia, volevo cambiare vita. Della Colombia ricordo i frutti mangiati con la buccia, gli alberi sui quali mi arrampicavo, il rapporto con la natura così presente. E poi la musica, il calore della gente, i sorrisi, i colori. E' tutto rigoglioso e colorato nel mio paese. Queste immagini sono quelle che riproduco nei miei piatti. Ogni volta che posso torno in Colombia. Per me cucinare è una scoperta, un'arte, un'esperienza che non finisce mai. Un'esperienza che è variegata come è stata la mia vita e sempre diversa.

Precedente Risotto con gamberi - fiori di zucca zenzero e zafferano Successivo Asparagi con fonduta di mozzarella di bufala

36 commenti su “Pasta ncasciata ricetta |ricette antiche | Il fantastico mondo di Alessandra

    • Joselina
      cara si che ci va 🙂
      anche i fegatini di pollo come dice nella ricetta e antica
      portata alla luce per cosi com’era una volta
      ricetta della nonna de mio marito che e morta faccio parte di slow food, e lo faccio come lavoro salvare le ricette che non fanno più
      grazie molto piacere

  1. Luigi Mancuso il said:

    Mi ricordo, quando abbiamo mangiata questa
    divinità, sono molto felice e mi meraviglio che una bellezza come te abbia scoperto una ricetta cosi importante per noi siciliani
    sie in gamba
    grazie

  2. Che bel ricordo la festa della Vara! E io che quest’anno avrei voluto vederla con te, così mi avresti preparato (magari ti facevo da assistente 😉 ) questa meraviglia di piatto… ♥

Lascia un commento