confetture e marmellate | di zenzero mele e viole| il fantastico mondo di Alessandra

Confetture e marmellate :Vasetti gustosi al gusto di zenzero e mele per accompagnare formaggi stagionati.Per prolungare l’estate e riscaldare l’autunno con i colori e i profumi di frutti e ortaggi.Succosi e saporiti , non c’e nulla di meglio che catturare e preservare aromi e colori sottovetro .

le mie confetture zenzero e viole con mele del Etna

 

 Confetture e marmellate

 

Confetture e marmellate di zenzero mele e viole

Ingredienti

  • 1k di mele Etna
  • 200 gr di zenzero fresco
  • 1 arancia bio ( il succo )
  • 1 limone bio
  • essenza di fiori di arancio
  • essenza di viole
  • 300 gr di zucchero
  • 16gr pectina biovegan
  • Cannella in polvere q.b
  • Viole

 

Preparazione

1-Sbucciare lo zenzero con il pelapatate e lasciare a bagnomaria per 4 ore

2- Mettere a bollire in acqua  la polpa di zenzero per 5 o 10 minuti, e cambiare l’acqua almeno per 4 volte

3-fare raffreddare nel acqua e scolare la polpa di zenzero

4-Sbuciare le mele e mettere da parte ,   lavate il limone e pelatelo facendo attenzione a non intaccare la parte bianca spugnosa

5- Mettere a bollire lo zenzero con lo zucchero le mele che prima avete fatto a pure lasciando macerare con in pò di succo di limone e la buccia del limone

6-A metta cottura aggiungere il succo della arancia e la cannella a piacere

7-Togliere dal fuoco e passare il composto con un frullino ad immersione finche diventa omogeneo e liscio e continuare la cottura a fiamma bassissima fino a quando il liquido si sarà ridotto della metta

8-Aggiungere la pectina biologica 3 minuti prima  di scendere la confettura

9-A cottura ultimata unite le viole e qualche goccia di aroma alla violetta e di arancio

10-Trasferite nei vasetti sterilizzati la confettura di zenzero ancora calda ,e sigillate bene con il loro coperchio e capovolgeteli su un piano finché saranno completamente raffreddati.

Preparazione 40 minuti +

Tempo di cottura 150 minuti

Esecuzione media

Metodo di conservazione

Per creare una conserva , oggi come ieri occorrono prima di tutto alcuni accorgimenti di base :la pulizia sia del ambiente di lavoro e de recipiente ..ma questo sarà un altro post

Un po’ di storia.Per parlare di conserve bisogna innanzitutto ricordare una primaria necessità del uomo:quella di conservare a lungo il cibo , per motivi economici e di praticità .il primo alimento che subì un processo di questo tipo fu a quanto pare la selvaggina . con la nascita di insediamenti stabili a dell’agricoltura , iniziarono a essere conservati anche quei prodotti della terra che venivano raccolti ma non immediatamente consumati , prima fra tutti i cereali .Non si tuttavia , con esattezza quando altri cibi iniziarono a essere oggetto di questo procedimento .L’uso per esempio, di conservare il pesce per mezzo del sale oppure quello di essiccare la frutta come datteri o fichi , e un metodo ancora oggi utilizzato . Per certo si sa che già al epoca era un metodo utilizzato dai Greci e dei Romani .Nel 1747 il chimico Margraf estrasse lo zucchero dalla bar bietola , ma i produttori di zucchero di canna riuscirono a evitare per circa un secolo che questa scoperta si diffondesse.Si dovrà attendere il xlx secolo per giungere al metodo cosi detto naturale grazie agli studi del ricercatore francese Nicolas Appert .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly
frutta e verdura , , ,

Informazioni su Alessandra

Amo il mio fantastico mondo Sono nata in un piccolo villaggio in Colombia. Molto giovane mi sono innamorata ed è nato Christian, mio figlio. Mi sono trasferita a Bogotà, dove mio fratello aveva appena aperto un ristorante italiano. Ero stanca di vivere nel piccolo paese dove ero nata e cercavo un significato diverso nella mia vita. Così ho cominciato a capire, sperimentare in cucina. Ma per me non era mai abbastanza. Volevo andare avanti, fare progressi. Chiesi a mio fratello missionario, appena rientrato in Colombia di portarmi con lui in Italia, volevo cambiare vita. Della Colombia ricordo i frutti mangiati con la buccia, gli alberi sui quali mi arrampicavo, il rapporto con la natura così presente. E poi la musica, il calore della gente, i sorrisi, i colori. E' tutto rigoglioso e colorato nel mio paese. Queste immagini sono quelle che riproduco nei miei piatti. Ogni volta che posso torno in Colombia. Per me cucinare è una scoperta, un'arte, un'esperienza che non finisce mai. Un'esperienza che è variegata come è stata la mia vita e sempre diversa.

Precedente Pasta di zucchero torte decorate | Il fantastico mondo di Alessandra Successivo Carpaccio di pesce spada marinato| Antipasti pesce

22 commenti su “confetture e marmellate | di zenzero mele e viole| il fantastico mondo di Alessandra

  1. Le tue ricette sono tutte da mettere su un bellissimo libro 😀 questi vasetti sono una prelibatezza, mi immagino con i formaggi quello che può essere …. Aleeee ti vengo a trovare se cucini queste cose 😀 !!!!!!!

  2. Inizia ad avvicinarsi il periodo di Natale e, per una come me che ama donare qualcosa creato con le sue manine, non possono di certo mancare vasetti di marmellate e confetture. Grazie per i suggerimenti ^_^

Lascia un commento