Petti di tacchino panati, una ricetta facilissima che piace sempre a tutta la famiglia! Un piatto facile, un secondo piatto che viene gradito sempre benvolentieri, si prepara in poche mosse e con pochi ingredienti. Un piatto che mi riporta all’infanzia, quando il sabato sera mamma friggeva i petti di tacchino e poi li mangiavamo assieme ad una bella insalatona ed una rosetta appena sfornata. Oppure le classiche cene con i parenti, dove i petti di tacchino panati erano un piatto forte. Sono ottimi anche il giorno dopo, si possono scaldare al forno con una bella fettina di mozzarella sopra, diventeranno filanti e saporiti 😛 Provate i gustosissimi petti di tacchino panati! 🙂 Ecco la ricetta.

Petti di tacchino panati

petti di tacchino panati

INGREDIENTI (per 3 persone):

  • 6 fettine fine di petto di tacchino
  • pangrattato
  • 3 uova
  • parmigiano grattugiato
  • sale
  • pepe
  • olio per friggere

PROCEDIMENTO:

In una terrina, sgusciamo le uova. Aggiungiamo un bel pizzico di sale, pepe nero macinato ed una bella manciata di parmigiano reggiano grattugiato. Battiamo leggermente le uova con una forchetta. Adagiamo le fettine di petto di tacchino nelle uova, mescoliamo un po’ e lasciamo riposare mezz’ora. Prepariamo intanto un vassoio capiente con il pangrattato, condito con poco sale e pepe.

Sgoccioliamo una ad una le fettine intrise di uovo e passiamole nel pangrattato, pressando bene da tutti i lati per far aderire la panatura. Scaldiamo abbondante olio per friggere e, quando sarĂ  ben caldo, friggiamo le fettine panate poche per volta, girandole quando saranno dorate. Sgoccioliamo su carta assorbente e serviamo ben calde i nostri petti di tacchino panati.

 

SEGUI SABRY IN CUCINA

SU FACEBOOK

SU GOOGLE +

SU PINTEREST

SU TWITTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.